Medaglia d’oro del Presidente della Repubblica al “merito della sanità pubblica” per il Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.

Sarà consegnata il prossimo 14 dicembre, con una cerimonia ufficiale presso l’Istituto superiore di Sanità, la Medaglia d’oro al “merito della sanità pubblica” (GU 244 del 19/10/2006, decreto del Presidente della Repubblica del 19 settembre 2006) assegnata dal Presidente della Repubblica al Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.

La medaglia giunge a 26 anni dalla fondazione del Tribunale per i diritti del malato, ed è stata accolta con grande gioia dagli oltre 3000 volontari che quotidianamente agiscono nelle 330 sezioni del TDM diffuse sull’intero territorio nazionale.

Il Tribunale per i diritti del malato è la rete di Cittadinanzattiva che si occupa di tutela, partecipazione, informazione, valutazione e assistenza in ambito sanitario. Nasce ufficialmente il 29 giugno 1980 con la proclamazione, in Piazza del Campidoglio, della prima Carta dei 33 diritti del cittadino malato. Tre mesi dopo la proclamazione, in venti città si sono costituiti gruppi di cittadini, tra cui molti operatori sanitari attenti ai diritti del paziente, dando così vita al Tribunale per i diritti del malato.

Il Tdm si è anche preoccupato di promuovere politiche per il nuovo ambito europeo. Il 29 marzo 2007 sarà realizzata la Prima Giornata Europea dei Diritti del Malato, promossa da Cittadinanzattiva in collaborazione con il Parlamento Europeo, e che si celebrerà con una cerimonia in programma a Bruxelles.

Nel corso dell’anno passato, sono stati 22.359 i cittadini che si sono rivolti alle sedi locali del Tribunale per i diritti del malato, o al servizio nazionale di informazione, consulenza e assistenza Pit Salute o, ancora, a uno degli 11 Pit Salute locali.

Tra le “battaglie” storiche del TDM ricordiamo: le liste di attesa, gli errori nella pratica medica e diagnostica, la sicurezza delle strutture sanitarie, l’attenzione per le cure dei pazienti cronici e molto, molto altro.

Il Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva si è inoltre imposto anche come fonte di informazione, attraverso la relazione Pit Salute, la “fotografia” annuale dello stato di salute della sanità italiana attraverso gli occhi dei cittadini; il Rapporto Audit Civico, primo strumento di valutazione dei servizi sanitari attraverso la partecipazione diretta degli utenti; la relazione Cnamc sullo stato dell’assistenza ai pazienti affetti da patologia cronica; le relazioni ADI e ADO, sull’assistenza domiciliare integrata e oncologica, solo per fare alcuni degli esempi possibili.

La medaglia sarà ritirata dal segretario generale di Cittadinanzattiva, Teresa Petrangolini, già segretaria nazionale del Tribunale per i diritti del malato sino al 2002.

Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.