Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva: la sicurezza non può essere un semplice adempimento burocratico

            
A seguito del decesso del neonato avvenuto nel reparto di neonatologia dell'Ospedale San giovanni di Roma
interviene il coordinatore del Tribunale per i diritti del malato - Cittadinanzattiva Giuseppe Scaramuzza:
"Ormai sulla prevenzione e sul rischio è stato scritto tutto e tantissime sono le iniziative per migliorare il sistema.
In quasi tutte le strutture sanitarie del Paese sono state istituite le figure del risk manager.

 


Tutto ciò non può essere un mero adempimento burocratico.
Dalle segnalazioni che riceviamo un trend in continua crescita è sicuramente la disattenzione del personale e gli errori
dovuti alla cattiva organizzazione dei reparti. E' vero anche che il personale ormai è sottoposto ad uno stress che ci preoccupa molto a causa del blocco del turn over. e dei tagli lineari adottati dalle varie manovre finanziarie.
Dotare nei reparti armadi differenziati tra le varie tipologie di materiale sanitario ci sembra una prima cosa da dove partire.

Come si può vedere dalla tabella 1, se da una parte i cittadini segnalano meno i presunti errori diagnostici e terapeutici, che dal 63% del 2009, sono scesi al 58,9% nel 2010, di contro, le segnalazioni sulle disattenzioni del personale sanitario, sono più che raddoppiate, passando dal 5,8% del 2009, al 12,9% del 2010.


 





Presunta malpractice e sicurezza delle strutture

2010

2009

Presunta malpractice:

Presunti errori diagnostici e terapeutici

Disattenzione del personale sanitario

Infezioni nosocomiali

 

58,9%

12,9%

6,6%

 

63%

5,8%

6,7%

Condizioni delle strutture

17,8%

19,1

Sangue infetto

3,8%

5,4%

Totale

100%

100%

Tabella 1– Fonte Cittadinanzattiva – Rapporto PiT Salute 2011

Alessandro Cossu
Classe '71, napoletano di nascita, mancato romano di adozione. Laureato in economia, ha passato molto tempo a collezionare master in diverse discipline, ed è a Cittadinanzattiva dal 1997. Appassionato di cucina e di tecnologia applicata, è responsabile dell'ufficio comunicazione e stampa, e membro della Direzione Nazionale.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.