tdmcittadinanzattiva 2015 2 16

E' stato consegnato lunedì 1 dicembre a Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva il Premio Antea per le cure palliative.

Ecco il comunicato stampa di Antea onlus

 

 

A PAOLA BINETTI, TONINO ACETI E GABRIELLA MARCUCCI FABBRINI IL PREMIO LE ALI DI ANTEA

Consegnati all’on. Paola Binetti, a Tonino Aceti, Coordinatore Nazionale Tribunale per i Diritti del Malato – Cittadinanzattiva e a Gabriella Marcucci Fabbrini, Vice presidente del Comitato Promotore Antea il Premio Ali di Antea, annuale riconoscimento dato a personalità che si sono distinte per impegno e solidarietà nei confronti dell’associazione e nella diffusione della cultura delle Cure Palliative.
L’on. Paola Binetti, da sempre Amica di Antea, è stata premiata in quanto “prima firmataria della legge 38/2010, che sancisce il diritto per tutti i cittadini di accesso alle cure palliative e terapia del dolore”.
“Una legge – ha sottolineato Giuseppe Casale, Coordinatore sanitario e scientifico di Antea – che abbiamo fortemente voluto e che tutta Europa ci invidia”.
Tonino Aceti è stato premiato “per l’impegno attivo profuso nell’ambito del sociale e della sanità e in quanto profondo conoscitore delle necessità delle persone con gravi malattie  eGabriella Marcucci Fabbrini “per la sua costante disponibilità,vera  colonna del Comitato Promotore, fraterna amica di Antea”.
La serata, condotta dalla giornalista Isabella Mezza, si è tenuta nello splendido Oratorio romano del Gonfalone, uno dei complessi architettonici e pittorici più suggestivi della seconda metà del Cinquecento ed è stata allietata dal concerto de “Il Grande Coro”, oltre 100 elementi provenienti dal Coro INAIL Incanto, Castelli Singers, FAO Staff Philarmonic Choir e  Coro Polifonico Dipendenti RAI di Roma. Accompagnato dal M° Andrea Calvani al piano, dal Soprano Ornella Pratesi e dal Mezzosoprano Amalia Dustin, sotto la direzione del  M° Fabrizio Adriano Neri ha proposto un repertorio di notissimi brani.

“L’impegno di Antea, costante nelle cure palliative e nel sostegno a chi non può più guarire, prosegue ora 
– ha affermato Giuseppe Casale - nella ricerca etica in Cure Palliative,  che possa aiutare gli operatori sanitari e sociali ad offrire le migliori cure e forme assistenziali alle oltre 300.000 persone e famiglie che si trovano ogni anno ad affrontare la sofferenza”.

in
Ufficio Stampa
Ufficio stampa e comunicazione di Cittadinanzattiva, e se no di chi? Scriviamo, parliamo, twittiamo e ci divertiamo. Se esageriamo, ditecelo!

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.