salute valuta 2015 02 15Tribunale per i diritti del malato su revisione ticket: tutele per le persone esposte a rischi ambientali. I ministri diano con urgenza risposte ai cittadini sul futuro dei ticket

"Finora la discussione sui ticket sta procedendo a colpi di annunci e smentite. Quello che è certo è che, ad oggi, rinunciano a curarsi i cittadini che non possono più permettersi il costo delle prestazioni sanitarie, pur avendone bisogno" afferma Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva. "Per questo, attendiamo con urgenza risposte dai Ministeri della Salute e dell'Economia e Finanze all'interrogazione parlamentare presentata dal Senatore D'Ambrosio Lettieri, che ha saputo cogliere l'importanza di questo tema per i cittadini e per la tutela della salute pubblica e del SSN.

 


Inoltre – continua Aceti - piuttosto che ragionare sul ticket come strumento di appropriatezza, cosa che ci sembra di dubbia rilevanza, chiediamo che si ragioni sul rafforzamento di tutele ed esenzioni specifiche per le persone esposte a rischi ambientali, che devono accedere a prestazioni sanitarie perché risiedono in territori nei quali politiche industriali e ambientali hanno messo a rischio la loro salute. Ci riferiamo ad esempio alla terra dei fuochi in Campania, alle aree con forte presenza di amianto (da Casale Monferrato in poi), al territorio tarantino per le note vicende dell'Ilva".

 

Ufficio Stampa
Ufficio stampa e comunicazione di Cittadinanzattiva, e se no di chi? Scriviamo, parliamo, twittiamo e ci divertiamo. Se esageriamo, ditecelo!

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.