dd


Il Forum Disuguaglianze e Diversità insieme a Cristiano Gori, docente di politica sociale all'Università di Trento, promuove un approccio di protezione sociale universale a misura delle persone colpite dall’emergenza in corso, utilizzando gli strumenti esistenti, come insegna l’esperienza di altri paesi, a cominciare dall’estensione del Reddito di Cittadinanza. Si propone uno schema concettuale operativo per valutare e completare le proposte di contenimento degli effetti sociali ed economici della crisi all’attenzione del Parlamento e del paese. Perchè questa crisi non deve creare nuove disuguaglianze nè far crescere rabbia e
risentimento nelle persone, deve accrescere non ridurre la coesione sociale.

Bisogna tutelare ogni persona a rischio, sia i garantiti, sia gli esclusi. Questo significa: fare a un tempo cose diverse: salvaguardare i posti di lavoro, ogni volta che sia possibile; assistere chi perde l’occupazione; attenuare gli effetti che derivano dal temporaneo cambio di vita. Agire solo a
tutela di alcune categorie d’individui, magari di quelli che hanno una voce più forte, sarebbe profondamente errato e ingiusto. Secondo requisito cruciale è che le misure adottate siano di attuazione semplice e tempestiva: intervenire senza effetti certi e immediati, infatti, sarebbe fatale. 

Leggi la nota sul sito del forum DD.

CONCORRETE A RAGGIUNGERE I NUMERI NECESSARI PER FARE PESARE LA PROPOSTA, FIRMATE QUI.

Silvia Vaccaro

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.