La sussidiarietà e la collaborazione tra cittadini e Pubblica Amministrazione.

Il 11 maggio, all’interno del Forum P.A. La Terza Convenzione della sussidiarietà promossa da Cittadinanzattiva: “Gestire l’amministrazione condivisa”

Perché le amministrazioni devono “favorire” le autonome iniziative dei cittadini per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà” orizzontale? E chi sono I soggetti destinatari di tale sostegno? Come, con quali criteri, risorse, strumenti, le pubbliche amministrazioni “favoriscono” I cittadini attivi? Questa nuova attività comporta cambiamenti di tipo organizzativo e procedurale? E comporta anche, com’è probabile, interventi formativi di tipo nuovo? Quali, per le amministrazioni, I vantaggi derivanti dal mobilitarsi dei cittadini nell’interesse generale? Quali, invece, I nuovi problemi che ne derivano?

A questa serie di interrogativi tenterà di fornire una risposta la “Terza Convenzione della Sussidiarietà”, in programma il prossimo 11 maggio nell’ambito di ForumPA a Roma. L’evento si rivolge in particolare agli amministratori pubblici, in quanto ha come obiettivo una migliore comprensione delle modalità con le quali le pubbliche amministrazioni “favoriscono” (secondo quanto dispone letteralmente l’art. 118, u.c. Della Costituzione) le “autonome iniziative dei cittadini per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà” orizzontale.

Dopo avere nel 2004 discusso dei beni comuni e nel 2005 del ruolo dei cittadini attivi nella ripresa del Paese, anche quest’anno la Convenzione della sussidiarietà aprirà con un intervento di Gregorio Arena, Presidente di Cittadinanzattiva, cui seguiranno amministratori pubblici, rappresentanti dei cittadini e delle istituzioni, tra cui Franco Bassanini
Presidente  di ASTRID; Paolo Testa,  Responsabile dei "Cantieri di Innovazione" -  Programma Cantieri Dipartimento della Funzione Pubblica; Marta Dal maso, Assessore alle Politiche Sociali Provincia Autonoma di Trento;  Maurizio Saggion, Assessorato Politiche Sociali Comune di Roma; Edoardo Winspeare Regista; Carla Quaranta, Socio Fondatore Comitato Finis Terrae Coppula Tisa; Andrea Radic Responsabile Relazioni Esterne Alcatel Italia; Lucia De Siervo, Assessore Politiche e interventi per l'accoglienza e l'integrazione, Terzo settore, no-profit del Comune di Firenze; Marco Moranti, 'Laboratorio Banca e Società' Banca Intesa; Gerardo Castaldo,Responsabile servizi di programmazione formativa FORMEZ; Teresa Petrangolini,Segretario generale Cittadinanzattiva.

La mattinata sarà chiusa dall’intervento del presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola.

Nel pomeriggio il dibattito proseguirà con una tavola rotonda di presentazione del nuovo libro di Gregorio Arena, Cittadini attivi (Un altro modo di pensare all’Italia), che uscirà con l’editore Laterza a metà giugno, moderata da David Sassoli ed a cui parteciperanno Mariella Gramaglia, Padre Giulio Albanese, Paolo Miggiano, Tommaso Ruggeri e Guglielmo Minervini.

 

Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.