Sequestrato l'acquedotto principale che riforniva gran parte della città di Vibo Valentia. La causa sarebbe da riscontrare nella presenza di agenti inquinanti nell'acqua. Cittadinanzattiva e altre realtà associative locali chiedono la riapertura dei vecchi pozzi, e propongono una class action nei confronti dei responsabili del servizio idrico cittadino. Approfondisci

Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.