sanita 2015 2 17

Il 20 febbraio scorso una delegazione di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato ha organizzato una manifestazione con il sindacato USB per la rivendicazione di maggiori risorse per il servizio sanitario che sia a tutti gli effetti pubblico. La manifestazione ha fatto riferimento alla scarsa trasparenza degli atti amministrativi e alla inesistente partecipazione sulle decisioni assunte dalle istituzioni sanitarie.

E ci si riferisce in primo luogo all'assessorato regionale alla sanità, che da anni rifiuta il confronto con la nostra organizzazione su temi che stanno al centro dell'attenzione: dai tempi di attesa delle prestazioni diagnostiche, alla umanizzazione delle cure, alla verifica dell'assistenza degli anziani o disabili nelle case di cura, fino ad arrivare - argomento dei nostri giorni - all'applicazione dei ticket.

Elio Rosati
Classe '69, laurea in Scienze Politiche, sposato con Tiziana, una meraviglia di figlia di nome Alessia, impegnato con passione nel movimento dal 1994 con diversi incarichi e responsabilità con particolare attenzione al territorio e alle politiche di promozione della cittadinanza attiva. Faccio parte dell'Ufficio Partecipazione e Attivismo Civico (PAC). Risolvere problemi il mio mestiere.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.