trasfusioni di sangue

Il Tribunale di Brescia ha emesso un’interessante sentenza in tema di risarcimento danni per trasfusione infetta a favore di una cittadina che si era rivolta alla sede del Tribunale per i Diritti del malato di Cittadinanzattiva Bergamo a seguito del decesso del marito. Dopo un iter complesso, a causa degli orientamenti piuttosto restrittivi in tema di risarcimento danni da emotrasfusione, la sentenza ha accolto favorevolmente la richiesta con risultati positivi.

Si tratta di un importante precedente, soprattutto perché tratta la fattispecie del cumulo tra l'indennizzo di cui alla Legge n. 210/1992 ed il risarcimento danno. Leggi la sentenza 

 ed una breve nota di approfondimento da parte dell’ avv. Maria Teresa Votta della Rete Giustizia per i Diritti di Cittadinanzattiva.

Valentina Ceccarelli
Classe '78, romana e romanista doc. Laureata in Giurisprudenza, è a Cittadinanzattiva dal 2009. Impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini, è consulente del Pit Unico e si occupa delle tematiche di Giustizia per la newsletter. Appassionata di libri, cucina e danza orientale, è convinta che il mondo non si possa cambiare restando seduti.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.