In una causa di separazione la pronuncia di addebito e quella di risarcimento del danno possono coesistere: lo ha stabilito la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 8862/2012, accogliendo il ricorso di una moglie lasciata dal marito per iniziare una convivenza con un’altra donna. Secondo la Corte il comportamento dell’ex coniuge incide su beni essenziali della vita, producendo un danno ingiusto, con conseguente diritto al risarcimento. Leggi di più

Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.