divorziobreve

Niente da fare: in Italia non sarà possibile divorziare in tempi rapidi evitando l'iter di separazione, neanche in caso di accordo tra i coniugi. Il Senato, con 228 sì, 11 no e 11 astenuti, ha infatti approvato il Disegno di legge sul divorzio breve stralciando però la norma che prevedeva il “divorzio diretto”, quello cioè senza separazione.

Il testo del Ddl, che torna ora all'esame della Camera, riduce però i tempi minimi di separazione prima di poter presentare la domanda di divorzio: sei mesi se i coniugi fanno una scelta consensuale, un anno se si tratta di separazione giudiziale. Nonostante le modifiche introdotte, l’Italia continua a rimanere ancora tra i pochissimi paesi in Europa ad avere tempi di attesa tra separazione e divorzio. Leggi

Valentina Ceccarelli
Classe '78, romana e romanista doc. Laureata in Giurisprudenza, è a Cittadinanzattiva dal 2009. Impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini, è consulente del Pit Unico e si occupa delle tematiche di Giustizia per la newsletter. Appassionata di libri, cucina e danza orientale, è convinta che il mondo non si possa cambiare restando seduti.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.