Cittadinanzattiva ha aderito a “Partiamo da 20×20”, la nuova campagna promossa da Antigone con  l’obiettivo che, entro il 2020, il 20% del bilancio dell’Amministrazione penitenziaria venga speso per il sistema delle misure alternative. Per queste misure l’Amministrazione penitenziaria spende meno del 5% del proprio bilancio: la parte più avanzata del nostro sistema di esecuzione delle pene dunque è anche di gran lunga quella con meno risorse perché i soldi servono tutti per il carcere.

Ma le misure alternative, che si scontano nella comunità, sono meno costose e più efficaci del carcere nel promuovere il reinserimento sociale dei detenuti ed evitare la commissione di nuovi reati da parte di chi ha scontato la propria pena. Questo l’appello lanciato da Antigone, a cui hanno aderito molte associazioni ed organizzazioni, per promuovere e dare forza alla parte più moderna ed efficace del nostro sistema penale. Leggi l’appello su Facebook

Valentina Ceccarelli
Classe '78, romana e romanista doc. Laureata in Giurisprudenza, è a Cittadinanzattiva dal 2009. Impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini, è consulente del Pit Unico e si occupa delle tematiche di Giustizia per la newsletter. Appassionata di libri, cucina e danza orientale, è convinta che il mondo non si possa cambiare restando seduti.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.