sanità

"Temiamo che gli aumenti previsti nel triennio per il Fondo sanitario nazionale, subordinati alla sigla di quell'Intesa molto complessa, possano sfumare" - queste le parole di Tonino Aceti, coordinatore nazionale Tdm-Cittadinanzattiva - "Inoltre, considerando il difficile rapporto con l'Unione europea, da cui arrivano continui moniti su questa legge di bilancio, a gennaio l'Ue potrebbe chiedere un riequilibrio al nostro Paese in cambio della manovra approvata.

Senza Patto, quelle risorse potrebbero rientrare nel calderone indifferenziato della spesa pubblica tutta, non solo della spesa sanitaria: potrebbero essere spostati su altri capitoli di spesa o diventare una "non spesa".

Leggi le dichiarazioni complete di Aceti su www.sanita24.ilsole24ore.com

Salvatore Zuccarello
Siciliano, classe ’81, si laurea a Roma in Comunicazione. Dal 2008 in Cittadinanzattiva, si occupa settimanalmente della newsletter.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.