È stato approvata all’interno del Dl scuola (n. 42/16), l’indicazione che, finalmente, dà attuazione alle decisioni dei Tribunali Amministrativi regionali e del Consiglio di Stato, a proposito del calcolo ISEE: “Sono esclusi – riporta l’emendamento alla normativa precedente – dal reddito disponibile […] i trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari, comprese le carte di debito, a qualunque titolo percepiti da amministrazioni pubbliche in ragione della condizione di disabilità”.

Agli enti erogatori, adesso, il compito dell’attuazione pratica della disposizione, anche a fronte della situazione che si è venuta a creare, nel frattempo, per effetto delle indicazioni normative del 2013/2014.

Leggi la notizia sulla versione online di “Il Sole 24 Ore” e consulta il testo dell’emendamento, assieme alla relazione illustrativa e a quella tecnica allegate.



Salvatore Zuccarello
Siciliano, classe ’81, si laurea a Roma in Comunicazione. Dal 2008 in Cittadinanzattiva, si occupa settimanalmente della newsletter.

Condividi

Potrebbe interessarti