education

Forse il titolo più adatto a questo rapporto di Ocse-Pisa, sarebbe stato "No Equity in Education" visto che dai dati emersi solo il 12% degli studenti svantaggiati sulla scala socio-economica entra nel novero dei "più bravi". Gli svantaggi scolastici iniziano già a manifestarsi intorno ai 10 anni, ètà in cui i bambini italiani frequentano la quinta elementare.

Solo il 12% di studenti provenienti da famiglie meno abbienti "resiste" e frequenta almeno un liceo. La metà degli studenti meno abbienti frequenta il 25% delle scuole più svantaggiate del Paese e solo il 6%  viene iscritto negli istituti prestigiosi.
Leggi l'articolo su www.repubblica.it

Calabrese di nascita, romana d’adozione. Classe '80, una laurea in Scienze della Comunicazione e una specializzazione in giornalismo. A Cittadinanzattiva dal 2007, prima nel Dipartimento Networking, poi nella rete Scuola dove attualmente si occupa di Progetti e Campagne. Appassionata di fotografia, cinema e soprattutto del “mare del sud” dal quale non riesce a stare lontana.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.