L'anno scolastico è alle porte e da alcune scuole non arrivano buone notizie. Anzi, a leggerle, siamo alla frutta: c'è chi minaccia di chiedere l'elemosina per aprire la scuola elementare e chi chiede agli studenti di arrivare a scuola muniti di banco e sedia...
Ad Albiano d'Ivrea, paese piemontese, il sindaco minaccia di andare all'incrocio stradale a tendere la mano. Lo scopo? Raccogliere i 30 mila euro necessari per riparare, prima che inizi l’imminente anno scolastico, il tetto della scuola. Altrimenti, dice, il 14 settembre, gli 80 bambini non potranno entrare nelle loro classi.

Sempre in queste ore, il preside del liceo classico "Carlo Troja" di Andria (Puglia) chiede agli studenti di portarsi banchi e sedie da casa perchè all'appello ne mancano 60 che non potranno arrivare prima della fine del mese.

Aurora Avenoso
Lucana, classe '73, master in comunicazione e relazioni pubbliche. Il meglio lo sto imparando con i miei figli, Greta e Giacomo. Per Cittadinanzattiva mi occupo di ufficio stampa e comunicazione. "Non dubitare mai che un gruppo di cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l'unica cosa che è sempre accaduta" (Margaret Mead)

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.