A Bologna si è tenuto un incontro dal titolo: "Battiamo un colpo a proposito dei servizi prima infanzia. Parole e idee delle cooperative sociali", organizzato da Legacoop sociali. L'obiettivo dell'iniziativa è raccontare esperienze innovative presenti sul territorio emiliano e ipotizzare cambiamenti efficaci e il miglioramento dei servizi offerti alle famiglie, dei quali si discuterà in occasione degli "stati generali" di novembre organizzati dalla regione per puntare a nuove sfide per l'infanzia. Un esempio arriva dalla città di Faenza che, con il contributo della coop Zerocento, da quest'anno propone il part time pomeridiano dalle 14 alle 20 con cena al nido. Un'altra esperienza è rappresentata dal progetto "Karabak", promosso da varie coop e che coinvolge dieci nidi e circa 800 bambini.

La caratteristica che accomuna queste strutture è la "flessibilità". L'ingresso è consentito fino alle 11 del mattino, ed è prevista l'apertura durante le festività natalizie e pasquali oltre che durante tutti i mesi estivi.

Leggi l'articolo su DireNews.

Calabrese di nascita, romana d’adozione. Classe '80, una laurea in Scienze della Comunicazione e una specializzazione in giornalismo. A Cittadinanzattiva dal 2007, prima nel Dipartimento Networking, poi nella rete Scuola dove attualmente si occupa di Progetti e Campagne. Appassionata di fotografia, cinema e soprattutto del “mare del sud” dal quale non riesce a stare lontana.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.