Sono 814 mila gli alunni con cittadinanza non italiana iscritti nelle scuole del nostro paese questo è quanto emerge dal Rapporto nazionale redatto dal Miur e dalla Fondazione Ismu. Per la maggior parte i bambini provengono dalla Romania, Albania e Marocco, sono presenti prevalentemente nelle scuole elementari mentre il numero alle scuole secondarie diminuisce notevolmente anche perchè due su tre abbandonano gli studi.

I bambini che hanno il passaporto di un altro Paese ma sono nati in Italia sono ormai un'ampia maggioranza degli iscritti il 55,3% nell'anno scolastico 2014/2015. Nelle scuole dell'infanzia, troviamo la concentrazione maggiore di bambini stranieri, pari all'84,8 per cento. Il ciclo di studi meno frequentato dagli stranieri sono le scuole superiori. La regione con il più alto numero di studenti stranieri è la Lombardia, seguita dall'Emilia Romagna e dal Veneto, vi è poi una concentrazione specifica di alcune etnie in determinate aree, ad esempio studenti cinesi a Prato, ucraini in Campania, indiani a Mantova, Cremona, Latina, Reggio Emilia e Brescia, i filippini e peruviani a Milano, i romeni ad Agrigento. Per saperne di più

Calabrese di nascita, romana d’adozione. Classe '80, una laurea in Scienze della Comunicazione e una specializzazione in giornalismo. A Cittadinanzattiva dal 2007, prima nel Dipartimento Networking, poi nella rete Scuola dove attualmente si occupa di Progetti e Campagne. Appassionata di fotografia, cinema e soprattutto del “mare del sud” dal quale non riesce a stare lontana.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.