Giovani studenti che diventano informatori di prossimità presso la popolazione adulta e anziana su come proteggersi dal terremoto; altri che promuovono iniziative laboratoriali, artistiche e pratiche per ridurre l’utilizzo della plastica a scuola e in famiglia; intere scolaresche che diffondono, tra i pari e la comunità di riferimento, competenze ed informazioni sulla salute e il benessere. Sono queste le buone pratiche condotte da tre scuole premiate con la XIII edizione delPremio Vito Scafidi, promosso da Cittadinanzattiva e consegnato oggi a Roma presso l’Istituto della Enciclopedia Italiana.

Ad aggiudicarsi questa tredicesima edizione l’Istituto comprensivo Egisto Paladini di Treia (MC) con “Sicurezza a scuola”, un progetto che, a partire dal terremoto del 2016, ha coinvolto gli studenti che, attraverso l’utilizzo di modellini di casa in lego e incontri nel mercato cittadino, si sono fatti informatori di prossimità sul rischio sismico presso la comunità adulta di riferimento; la Scuola Primaria “La Pieve” di Castelnovo ne’ Monti (RE) con “Plastica si scrive con 3R”, ossia “Riduci, Ricicla, Riusa”, un progetto che ha convinto gli studenti a sostituire le bottiglie in plastica con le borracce, la scuola ad abolire le stoviglie usa e getta, le famiglie ad utilizzare shopper di tela appositamente realizzate dai ragazzi, e ha lasciato segni tangibili nella cittadina, con installazioni permanenti nella biblioteca comunale e presso il Municipio; l’Istituto comprensivo Vigo Fuccio-La Spina di Acireale (CT) con “10@lode in salute”, un progetto che ha coinvolto più scuole in tutta Italia per affrontare - attraverso laboratori, interventi di peer education e uno spettacolo finale - temi come l’importanza della prima colazione, il corretto uso dei farmaci, l’uso consapevole dei videogiochi.

Dal 2006 il Premio ha raccolto 1.904 buone pratiche provenienti da scuole di tutta Italia su tre aree tematiche: sicurezza a scuola e sul territorio; educazione al benessere; educazione alla cittadinanza attiva.

Leggi il comunicato stampa

Scarica il Manifesto "L'educazione civica secondo noi" e il testo dell'audizione alla Camera

Vai sul nostro canale Youtube per scoprire i progetti vincitori e menzionati.

Aurora Avenoso
Lucana, classe '73, master in comunicazione e relazioni pubbliche. Il meglio lo sto imparando con i miei figli, Greta e Giacomo. Per Cittadinanzattiva mi occupo di ufficio stampa e comunicazione. "Non dubitare mai che un gruppo di cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l'unica cosa che è sempre accaduta" (Margaret Mead)

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.