"Uno contro uno, conosciamo il valore di un rifiuto Raee" è la Campagna di informazione realizzata da Cittadinanzattiva in tema di rifiuti derivanti da apparecchiature elettriche ed elettroniche.

In termini di sostenibilità ambientale un tema di grande attualità è quello dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche la cui produzione ammonta a circa 1 milione di tonnellate ed è destinata a crescere nei prossimi anni. Ogni cittadino italiano produce in media 15 kg di Raee all'anno e di questi solo

2 kg vengono intercettati e trattati in modo corretto a fronte dell'obiettivo dei 4 kg previsti dalla normativa italiana e della media europea di 7 kg.

 

Ma cosa si intende per Raee e quali i sono i principali prodotti da cui ne derivano i relativi rifiuti? Cosa prevede la normativa nei suoi aspetti di maggior interesse per la tutela dei diritti dei consumatori? Quali gli impegni in capo ad amministrazioni comunali, esercizi commerciali e singoli cittadini? Queste tra le principali informazioni contenute nella guida "Uno contro Uno: conosciamo il valore di un rifiuto Raee", distribuita gratuitamente in 50 città dove presso le sedi locali di Cittadinanzattiva è possibile anche segnalare disservizi e ricevere assistenza.

Per consultare la guida clicca sull'immagine e premi sugli angoli per sfogliare le pagine

La normativa in materia di Raee basata sul principio del "chi inquina paga" chiama ad un collettivo senso di responsabilità, visto che ciascuno è chiamato a fare la sua parte, e una corretta gestione dei rifiuti è ovviamente nell'interesse di tutti. Purtroppo ancora in pochi conoscono le novità riguardanti le gestione dei rifiuti derivanti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, spesso a tutto vantaggio degli operatori del mercato meno sensibili alle istanze di tutela dei cittadini. Anche per questo, Cittadinanzattiva ha dato avvio a dicembre 2010 ad una campagna di informazione promossa con il sostegno di ECODOM, Consorzio Italiano Recupero e Riciclaggio Elettrodomestici.

Oltre alla distribuzione di utile materiale informativo, l'iniziativa ha previsto anche un coinvolgimento diretto dei cittadini, mediante un monitoraggio in diversi capoluoghi del Nord-Centro-Sud (Genova, Verona, Ancona, Salerno e Cagliari), nei quali monitori di Cittadinanzattiva debitamente formati sono andati a verificare l'applicazione delle novità legislative relative ai Raee: all'interno dei punti vendita, sia della grande che della piccola e media distribuzione, è esposta l'informativa sul principio del cd. "Uno Contro Uno"? Il prezzo dei prodotti è comprensivo dell'eco-contributo? E ancora, al momento della consegna a domicilio, per esempio, della nuova lavatrice, il rivenditore provvede a ritirare quella vecchia? Chiede soldi o lo fa gratuitamente? Informa sui centri di raccolta/isole ecologiche?

Nella sezione Approfondimenti è possibile scaricare il documento che riassume gli esiti di tale monitoraggio.

Anno di realizzazione: 2010/2011

Per avere maggiori informazioni  contatta Tiziana Toto: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Se vuoi saperne di più in tema di rifiuti visita la relativa Area di Interesse.

Con il sostegno di

ECODOM, Consorzio Italiano Recupero e Riciclaggio Elettrodomestici.

Calabrese, classe '75, laurea in Economia aziendale. A Cittadinanzattiva dal 2002, è responsabile dell'Osservatorio prezzi e tariffe e delle politiche per l'energia e l'ambiente.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.