Giusta monitoraggio farm ospd

ll ruolo della farmacia assume sempre maggiore rilevanza all’interno del Servizio Sanitario Nazionale: alle farmacie ospedaliere e ai servizi farmaceutici delle ASL è assegnato l’importante compito di garantire i diritti fondamentali dei pazienti come quelli ad un accesso equo e tempestivo alle cure, alla sicurezza, all’innovazione e a trattamenti personalizzati, utilizzando al meglio le risorse a disposizione.

Il farmacista, insieme alle altre figure professionali, quali infermieri e medici, è sempre di più un punto di riferimento per il cittadino, contribuendo in maniera sostanziale a contrastare le disuguaglianze in sanità, garantire sicurezza delle cure, tempi e accessibilità, favorire l’aderenza alle terapie, etc.

Le difficoltà con cui si confrontano i cittadini, come segnalano ai centri di tutela di Cittadinanzattiva, sono legate per lo più a problemi di accesso ai farmaci, in particolare quelli innovativi; ritardi nell’erogazione delle terapie e indisponibilità dei farmaci (24,2%), a causa di limiti di budget aziendali o di ritardo nell’inserimento nei prontuari; perché ritirati dal mercato o non commercializzati in Italia. A ciò si aggiunge un carico burocratico (35%), come nel caso di medicinali per i quali la prescrizione è subordinata al piano terapeutico, o per i farmaci in sperimentazione; o ancora, disagi importanti per spostamenti (84,3%), per giornate di lavoro “perse”, permessi lavorativi richiesti (48,6%). Tutto questo ha un impatto sulla qualità di vita delle persone malate, e delle loro famiglie, rendendo ancora più gravosa la condizione di malattia, soprattutto quando si convive con gravi invalidità e fragilità o nel caso di patologie croniche, provocando scoraggiamento, frustrazione fino anche alla rinuncia alle cure.

Per questo, Cittadinanzattiva con il patrocinio della SIFO, ha deciso di avviare un “Monitoraggio civico delle farmacie ospedaliere. Focus sulla distribuzione dei farmaci”.

L’attività di monitoraggio civico si realizzerà attraverso una fase di osservazione diretta da parte dei volontari del Tribunale per i diritti del malato e interviste a cittadini e responsabili e direttori del servizio farmaceutico delle strutture ospedaliere e delle ASL. I dati del monitoraggio e le azioni di miglioramento individuate saranno presentati nella seconda metà del 2019.

L’obiettivo è misurare, dal punto di vista dei cittadini, l’accessibilità e la qualità dei servizi offerti, la loro capacità di garantire i diritti del malato, nonché individuare possibili azioni di miglioramento per un’organizzazione più a misura di cittadino, valorizzandone al contempo il ruolo fondamentale all'interno del Servizio Sanitario Nazionale.

L’iniziativa sarà presentata a Napoli il 29 novembre 2018 in occasione della giornata di apertura del Congresso nazionale 2018 della Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle Aziende sanitarie (SIFO).

Per maggiori informazioni contatta: Alessia Squillace Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Anno di realizzazione: 2018-2019

 

L’iniziativa verrà realizzata grazie al contributo non condizionato:

teva RGB PNG

Con il patrocinio di 

Logo Sifo completo

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.