Il dolore cronico rappresenta uno dei principali problemi sanitari dei nostri giorni e figura fra i motivi più frequenti di consultazione medica. Secondo i dati dell'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), il dolore cronico affligge l'1% della popolazione mondiale, alterandone le capacità fisiche, emotive e lavorative. I costi diretti per la diagnosi e il trattamento, ma anche i costi indiretti -causati dalle interruzioni del lavoro di breve e lunga durata e le perdite di guadagno- costituiscono un carico sempre più importante per il sistema sanitario e sociale. Gli esperti stimano che i costi per il trattamento del dolore cronico superano l'insieme delle spese legate al trattamento di malattie coronariche, tumori e AIDS.

Di contro, l'opinione pubblica in generale e il mondo politico in particolare non hanno piena coscienza dell'entità della problematica in termini di costi e di sofferenza individuale, sottovalutando di conseguenza spesso il problema.

Cittadinanzattiva, in particolare attraverso il Tribunale per i diritti del malato e il Coordinamento nazionale associazioni malati cronici, da diversi anni è impegnata su questo tema e, sulla base dell'esperienza maturata, ha avvertito come necessaria la realizzazione di un'indagine sui percorsi assistenziali per la presa in carico del paziente afflitto da dolore cronico.

L'indagine ha coinvolto sette regioni: Campania, Calabria, Lazio, Liguria, Lombardia, Sicilia, Veneto.

Caratteristica del lavoro è la collaborazione di diversi soggetti, a vario titolo coinvolti nei percorsi assistenziali del paziente affetto da dolore cronico non oncologico, come:

  • AIC - Associazione Italiana per la lotta contro le Cefalee;

  • AISD - Associazione Italiana per lo Studio del Dolore;

  • ANMAR - Associazione Nazionale Malattie Reumatiche;

  • Associazione Pazienti BPCO;

  • Parkinson Italia;

  • FAND - Associazione Italiana Diabetici;

  • FederDolore;

  • FIMMG - Federazione Italiana Medici di Medicina Generale;

  • SIMG - Società Italiana di Medicina Generale;

  • UILDM - Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare.

Obiettivo del progetto è stato quello di evidenziare, dal punto di vista del cittadino, i bisogni dei malati affetti da dolore cronico e l'offerta assistenziale; le principali carenze del sistema e, allo stesso tempo le esperienze positive. A tal fine, sono stati utilizzati una serie di strumenti di indagine rivolti a:

  • medici di Medicina Generale;
  • pazienti in cura presso i centri di cura del dolore;
  • pazienti affetti da patologie croniche.


Nella sezione Approfondimenti è possibile prendere visione dei vari strumenti di indagine oltre che scaricare il Rapporto completo e l'abstract dell'indagine sui percorsi assistenziali per la presa in carico del paziente afflitto da dolore cronico.

Anno di realizzazione: 2010

Per avere maggiori informazioni contatta Giuseppe Berardino: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Se vuoi saperne di più in tema di dolore cronico, visita la relativa Area di Interesse


Con il sostegno di

pfizer logo

in
Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.