Stamattina il TAR Lazio ha emesso la sentenza n. 3831/2017 che ha annullato la delibera della Giunta Comunale di Capena con la quale erano state aumentate le tariffe delle mense scolastiche.

L’aumento era stato contrastato da un gruppo di genitori di Capena che si sono attivati per tutelare gli interessi di tutta la comunità locale e da Cittadinanzattiva Lazio.

L’avvocato Gianluca Piccinni, difensore di Cittadinanzattiva e di circa 40 famiglie in tale giudizio, fa presente che “Tale risultato è importante perché rappresenta la prima pronuncia favorevole del Tar Lazio in materia di aumenti indiscriminati delle tariffe scolastiche e ciò a danno di tutte le famiglie in difficoltà economica.”

Cittadinanzattiva Lazio, tramite l’Avv. Gianluca Piccinni che si occupa delle questioni di diritto amministrativo, darà ancora battaglia per appoggiare le persone e le famiglie più deboli in ogni settore della pubblica amministrazione, non solo in quello  scolastico.

“Questa Sentenza del TAR di oggi rimette al centro la questione dei servizi pubblici e della sostenibilità per le famiglie. E’ il successo di tanti genitori che si sono mobilitati per tutelare un diritto che non può essere oggetto di atti amministrativi illegittimi come ha evidenziato bene la Sentenza”. Queste le prime dichiarazioni di Elio Rosati, segretario regionale di Cittadinanzattiva Lazio. “Con questa Sentenza si apre un percorso nuovo di interlocuzione con gli Enti Locali del Lazio su una materia di fondamentale rilievo per la famiglie. Se si vuole veramente, da parte della politica, affrontare il tema del sostegno alle famiglie e alla qualità dei servizi erogati, da oggi è certificato che si deve fare con il concorso dei cittadini singoli e organizzati. Grazie a 42 genitori oggi questa Sentenza varrà per tutta la comunità di Capena. Per questo vanno ringraziati uno a uno per la passione civica dimostrata. Cittadinanzattiva Lazio - ha concluso Elio Rosati - continuerà a essere vicina a queste persone e a quante vorranno mobilitarsi per migliorare i servizi pubblici locali”.

Ufficio Stampa
Ufficio stampa e comunicazione di Cittadinanzattiva, e se no di chi? Scriviamo, parliamo, twittiamo e ci divertiamo. Se esageriamo, ditecelo!

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.