fabbricaabbandonata

Sono ragazzi, studenti universitari e degli istituti superiori, che di fronte al degrado della capitale hanno pensato di reagire con la cultura. il progetto si chiama Scomodo, un laboratorio in movimento, tra attualità, cultura, musica, commenti, fotografia; ci sono 3 riunioni al mese e la sua sede sono le case dei ragazzi. Il giornale da loro edito si trova un po’ in tutta Roma. Nelle scuole dove la rete degli studenti «scomodi» lo fa girare. Nelle università e nei punti «scomodi», biblioteche, librerie, centri sociali, palestre, ma pure in bar e negozietti di quartiere. Qualche copia raggiunge anche Pisa, Bologna, Milano, Torino. 

E poi i ragazzi di Scomodo organizzano le "Notti scomode", incursioni di un giorno nei luoghi abbandonati della città per mostrarne, attrvaerso le opere artistiche che realizzano in quella occasione, l'enorme potenziale.

Il 18 marzo hanno organizzato una giornata di arte e musica all’interno della ex Fabbrica di Penicillina, che negli anni Trenta era il più grande stabilimento del settore in Europa. Dagli anni Novanta è chiusa. Con il tempo è stata depredata ed è diventata rifugio di ogni genere di criminalità e degrado.

Guarda il video di Flavia Amabile per LaStampa.it

 

 

 

Aurora Avenoso
Lucana, classe '73, master in comunicazione e relazioni pubbliche. Il meglio lo sto imparando con i miei figli, Greta e Giacomo. Per Cittadinanzattiva mi occupo di ufficio stampa e comunicazione. "Non dubitare mai che un gruppo di cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l'unica cosa che è sempre accaduta" (Margaret Mead)

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.