tecnologia sanitaria

La Commissione ha ricevuto circa 250 risposte alla consultazione pubblica sul rafforzamento della cooperazione dell'UE sulla valutazione delle tecnologie sanitarie (HTA): il 25% proveniente da cittadini, il 75% dalle parti interessate. Quasi tutti i rispondenti (il 98%) confermano l'utilità della suddetta valutazione; l'81% ritiene l'attuale cooperazione a livello dell'UE in qualche misura utile e l'87% dichiara che dovrebbe continuare al di là del 2020 (quando l'attuale servizio di valutazione dovrebbe terminare).

Inoltre, l'80% di quanti appoggiano una cooperazione durevole ritiene che la valutazione dovrebbe riguardare anche i prodotti farmaceutici, mentre per il 72% dovrebbe comprendere anche le tecnologie mediche.

I risultati della consultazione pubblica e i pareri espressi dalle parti interessate in altri contesti sono riassunti nella relazione di sintesi che farà parte della valutazione d’impatto sul rafforzamento della cooperazione a livello dell’UE per la valutazione delle tecnologie sanitarie al di là del 2020.Leggi la relazione integrale (link in inglese).

Classe ’87, di origine campana. Laurea in lingue e letterature straniere e master in marketing e strategia digitale. Appassionata di viaggi, libri e (buona) cucina, a Cittadinanzattiva lavora nella rete europea, Active Citizenship Network.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.