Al via la nuova procedura rapida per la risoluzione delle dispute minori, grazie alla quale i consumatori e le imprese, dovrebbero poter risolvere le dispute transfrontaliere in maniera più rapida ed economica. La nuova procedura si applica quando, ad esempio, un consumatore acquista online una qualsiasi merce da un altro Paese europeo ma questa non viene consegnata o viene recapitata difettosa, e il venditore non intende restituire i soldi all'acquirente.

La procedura europea per le controversie di modesta entità esiste dal 2007 e, stando ai dati della Commissione, ha permesso di ridurre la durata delle piccole controversie transfrontaliere da una media di 2 anni e mezzo a soli 5 mesi. Grazie al nuovo procedimento, il massimale sarà portato a 5000 e la controversia potrà essere gestita totalmente online, in modo tale che il denunciante non debba viaggiare nello Stato in cui ha sporto denuncia per ottenere giustizia. Le nuove regole, infine, stabiliscono un massimale per le spese processuali, che dovranno essere proporzionali, per evitare che superino l’importo della controversia.

Per maggiori informazioni, clicca qui (link in inglese).

Classe ’87, di origine campana. Laurea in lingue e letterature straniere e master in marketing e strategia digitale. Appassionata di viaggi, libri e (buona) cucina, a Cittadinanzattiva lavora nella rete europea, Active Citizenship Network.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.