Amazon

La Commissione europea ha concluso che il Lussemburgo ha concesso ad Amazon vantaggi fiscali indebiti per circa 250 milioni di EUR. Tale trattamento è illegale ai sensi delle norme UE sugli aiuti di Stato, secondo cui gli Stati membri non possono concedere a multinazionali vantaggi fiscali selettivi che non concedono ad altre imprese.

L'indagine della Commissione ha dimostrato che l'importo della royalty pagato da Amazon, approvato dalla tassazione agevolata applicata dal Lussemburgo, era gonfiato e non corrispondeva alla realtà economica. Di fatto, questo ruling ha permesso ad Amazon di eludere le imposte su tre quarti degli utili generati dalle sue vendite in UE.

Le norme europee sugli aiuti di Stato impongono ora al Lussemburgo di recuperare l'aiuto di Stato incompatibile per eliminare la distorsione di concorrenza che ha creato. La Commissione ha definito la metodologia per calcolare l'entità del vantaggio competitivo conferito ad Amazon, vale a dire la differenza fra le imposte pagate e quelle che l'impresa avrebbe dovuto versare senza la tassazione agevolata di cui ha goduto. Sulla base delle informazioni disponibili, questo vantaggio è stimato a circa 250 milioni di euro più gli interessi. Per maggiori informazioni

Classe ’87, di origine campana. Laurea in lingue e letterature straniere e master in marketing e strategia digitale. Appassionata di viaggi, libri e (buona) cucina, a Cittadinanzattiva lavora nella rete europea, Active Citizenship Network.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.