femmibnicidio

Nonostante gli episodi di violenza contro le donne si ripetano e, nell’ultimo periodo, siano aumentati, il sistema di protezione messo in atto dall’Italia risulta ancora inadeguato. E Strasburgo interviene con una sentenza storica che rigetta il ricorso italiano contro la condanna per non aver adeguatamente protetto una donna e il figlio dalla violenza domestica.

Si tratta di una sentenza importante perché indica due linee guida: applicare le normative con celerità e riconoscere il ruolo dei centri antiviolenza per la prevenzione e il sostegno alle donne. Leggi di più su www.vita.it

Valentina Ceccarelli
Classe '78, romana e romanista doc. Laureata in Giurisprudenza, è a Cittadinanzattiva dal 2009. Impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini, è consulente del Pit Unico e si occupa delle tematiche di Giustizia per la newsletter. Appassionata di libri, cucina e danza orientale, è convinta che il mondo non si possa cambiare restando seduti.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.