naufragio lampedusa

Sono passati quattro anni da quella tragedia: 368 persone morte in un naufragio a qualche centinaia di metri da Lampedusa, il 3 ottobre 2013, in cui persero la vita uomini, donne e bambini che speravano in una vita migliore. Da allora è stata istituita una Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione, celebrata a Lampedusa, il luogo dove si è fatta la storia del fenomeno dell’ immigrazione.

E mentre si celebra quella giornata indimenticabile, in mare continuano a morire persone, costrette a fare la traversata della speranza in assenza di un sistema legale che garantisca la loro sicurezza, un dovere umanitario. E i sospetti sul lavoro delle organizzazioni in mare continuano ad essere sotto i riflettori. Approfondisci su www.redattoresociale.it

Valentina Ceccarelli
Classe '78, romana e romanista doc. Laureata in Giurisprudenza, è a Cittadinanzattiva dal 2009. Impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini, è consulente del Pit Unico e si occupa delle tematiche di Giustizia per la newsletter. Appassionata di libri, cucina e danza orientale, è convinta che il mondo non si possa cambiare restando seduti.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.