parte civile nel processo Quarto Passo a Perugia

Prende il via il maxi processo partito dall’inchiesta denominata “Quarto passo” contro la ‘Ndrangheta, infiltrata nell’economia umbra a suon di estorsioni, usura e bancarotta fraudolenta. Nel processo sono coinvolte attualmente 57 persone, accusate a vario titolo di associazione a delinquere di stampo mafioso, ricettazione, estorsione, traffico di droga, truffa e usura. Il 27 febbraio il Tribunale Collegiale di Perugia ha riconosciuto a Cittadinanzattiva, rappresentata dall'avvocato Silvia Barontini, il diritto a costituirsi quale parte lesa nel procedimento giudiziario aperto contro questa presunta associazione mafiosa, operante da anni nel territorio regionale.

Si tratta dell’ennesimo importante riconoscimento per l’associazione, da anni impegnata nella promozione della cultura della legalità e nella lotta alle mafie. Leggi il nostro comunicato stampa.

Valentina Ceccarelli
Classe '78, romana e romanista doc. Laureata in Giurisprudenza, è a Cittadinanzattiva dal 2009. Impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini, è consulente del Pit Unico e si occupa delle tematiche di Giustizia per la newsletter. Appassionata di libri, cucina e danza orientale, è convinta che il mondo non si possa cambiare restando seduti.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.