Altro passo in avanti verso la chiusura delle strutture ex-Opg presenti sul territorio nazionale: dopo Napoli-Secondigliano e Reggio Emilia, anche Aversa termina le attività.

Rimane il problema della collocazione e tutela dei soggetti seguiti da tali strutture, che non possono trovare spazio nelle attuali Rems (Residenze esecuzione misure di sicurezza) per i motivi indicati dalla stessa legge in materia; si legge, infatti, nel comunicato StopOPG sull’argomento: “Resta urgente un provvedimento del Governo per fermare gli ingressi nelle Rems di persone con misura di sicurezza provvisoria: un fenomeno preoccupante che ha rallentato la chiusura degli Opg e soprattutto alimentato l’idea che l’alternativa alla loro chiusura fossero solo le Residenze per misure detentive. Quando invece la legge sulla chiusura degli Opg ha stabilito che devono essere le misure alternative alla detenzione la norma e la detenzione in Rems l’extrema ratio”.

Leggi comunicato e la notizia sul sito web StopOPG

Salvatore Zuccarello
Siciliano, classe ’81, si laurea a Roma in Comunicazione. Dal 2008 in Cittadinanzattiva, si occupa settimanalmente della newsletter.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.