Nove scuole su dieci non sarebbero sicure dal punto di vista sismico, perchè non progettate secondo i più recenti ed efficaci criteri antismici A dirlo un'inchiesta dell'Espresso che farebbe riferimento ai dati pubblicati dal MIUR nell'Anagrafe dell'edilizia scolastica.

Ma lo stesso Ministero precisa: "Il dato sulla progettazione inoltre non equivale a quello sulla sicurezza o sull’adeguamento sismico. Ma soprattutto non è presente in Anagrafe il dato sulla vulnerabilità sismica degli edifici che è quello che serve per stabilire o meno la sicurezza di un edificio in caso di sisma. L'Anagrafe è infatti in corso di revisione come annunciato anche in un nostro recente comunicato. Affermare perciò che 9 istituti su 10 non sono sicuri è una semplificazione che rischia di generare un allarme generale immotivato".

L'inchiesta del settimanale restituisce anche una mappa interattiva attraverso la quale i cittadini possono verificare se l'istituto scolastico frequentato sia stato o meno progettato secondo le normative antisismiche.

Nonostante si tratti effettivamente di dati parziali, nel senso che tengono conto soltanto dell'indicatore della progettazione, quello che emerge ancora una volta, come spesso Cittadinanzattiva ha denunciato, è che l'Anagrafe dell'edilizia è uno strumento ancora parziale e che la trasparenza sullo stato di sicurezza delle scuole può ancora attendere. Un invito come sempre che rivolgiamo agli Enti locali perchè rendano disponibili ed accessibili questi dati.

Approfondisci 

 

Aurora Avenoso
Lucana, classe '73, master in comunicazione e relazioni pubbliche. Il meglio lo sto imparando con i miei figli, Greta e Giacomo. Per Cittadinanzattiva mi occupo di ufficio stampa e comunicazione. "Non dubitare mai che un gruppo di cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l'unica cosa che è sempre accaduta" (Margaret Mead)

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.