freddo classe

Troppo caldo o troppo freddo. Solo il 63% degli studenti interpellati da Skuola.net sono soddisfatti della temperatura in classe. Gli altri si lamentano: o troppo caldo o troppo freddo. Con i relativi disagi. In tutta Italia casi di cronaca parlano di scioperi e autogestioni per questo motivo. 

Ma come si organizzano i ragazzi per combattere il freddo? Negli ultimi tempi stanno circolando sui social network le foto di studenti nelle condizioni più disparate (e forse anche disperate). E le pagine dei giornali locali si stanno riempiendo di notizie bizzarre che testimoniano scene di quotidiana lotta al freddo.

 

A Torino, ad esempio, gli alunni di un liceo hanno messo in scena una singolare protesta: arrivati a scuola con plaid, coperte, sciarpe e cappelli si sono rifiutati di entrare in classe rimanendo nei corridoi. Una ‘rivolta silenziosa’ per far accendere i caloriferi più ore al giorno. A Termoli (Molise) e Brescia, invece, gli alunni di due istituti hanno deciso di scioperare contro le temperature polari delle aule, rimanendo fuori dagli edifici finché non verrà ripristinato il riscaldamento.

Continua a leggere su Skuola.net

 

Aurora Avenoso
Lucana, classe '73, master in comunicazione e relazioni pubbliche. Il meglio lo sto imparando con i miei figli, Greta e Giacomo. Per Cittadinanzattiva mi occupo di ufficio stampa e comunicazione. "Non dubitare mai che un gruppo di cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l'unica cosa che è sempre accaduta" (Margaret Mead)

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.