Un bonus per un merito inesistente

Da tempo si discute sulla valutazione dei docenti e sul merito ma non si è arrivati ancora ad una svolta reale e concreta e soprattutto "credibile". Non esistono dei criteri univoci di valutazione per la classe docente e questo ha generato modalità diverse regione per regione per l'attribuzione del bonus di merito ai docenti.

Nel Lazio sono stati premiati il 47% dei docenti, cioè uno su due, una scuola su 5 ha deciso di dividere i fondi in parti uguali. A Palermo nella metà delle scuole il premio è stato assegnato sulla base dell'autocertificazione, un modulo compilato da ciascun insegnante e contenente una sessantina di quiz. Il bonus non è stato attribuito secondo modalità legate al merito.

Per saperne di più leggi l'articolo di Gian Antonio Stella sul Corriere della Sera.

Calabrese di nascita, romana d’adozione. Classe '80, una laurea in Scienze della Comunicazione e una specializzazione in giornalismo. A Cittadinanzattiva dal 2007, prima nel Dipartimento Networking, poi nella rete Scuola dove attualmente si occupa di Progetti e Campagne. Appassionata di fotografia, cinema e soprattutto del “mare del sud” dal quale non riesce a stare lontana.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.