Cittadinanzattiva su rientro volo EasyJet: Enac convochi al più presto tavolo di lavoro sulle compagnie low cost

Cittadinanzattiva invita l'Enac, Ente Nazionale dell'Aviazione Civile, a non indugiare oltre per convocare un tavolo di lavoro con tutte le parti in causa, a iniziare da AssoLowcost: "il rischio è che i voli low cost diventino sinonimi di voli a bassa tutela dei passeggeri, e che la crepa si apra nella fiducia di chi vola" dichiara Tina Napoli, responsabile politiche dei consumatori di Cittadinanzattiva.

 


Nessun allarmismo per il rientro allo scalo di Malpensa di un volo EasyJet in viaggio oggi da Milano a Palermo causa crepa sul cruscotto dell'aereo, ma dopo un'estate passata a registrare i disservizi di Windjet e Ryanair, quest'ultimo caso non fa che avvalorare la richiesta avanzata da tempo da Cittadinanzattiva a Enac e AssoLowcost.
"La concorrenza nel settore aereo introdotta grazie alla liberalizzazione europea" continua Tina Napoli "è stata una grande opportunità per imprese e consumatori, lo sviluppo delle compagnie low cost ha permesso di avere un numero maggiore di collegamenti diretti tra le città italiane e quelle europee, con un impatto rilevante per le aziende e per il comparto turistico. L'opportunità di scegliere soluzioni a basso costo non deve però comportare un abbassamento della guardia sui diritti del passeggero e sulla trasparenza nelle comunicazioni".

 

Mariano Votta
Mariano Votta, nettunese classe '72, con fiere origini lucane. Laurea in scienze politiche, 2 master, iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti.Responsabile delle politiche europee di Cittadinanzattiva e coordinatore di Active Citizenship Network. Componente della Direzione Nazionale.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.