rocca calascio copy

A Salsomaggiore Terme la prima Conferenza Strategica Nazionale dell'Associazione Borghi Autentici d’Italia. Uno strumento per accrescere la partecipazione, il dialogo e la discussione all’interno della variegata rete di territori e comunità rappresentati dall'Associazione (attualmente 300 Comuni in ambito nazionale).

Rappresentanti degli Enti pubblici associati e attori sociali ed economici locali come Pro Loco, Cooperative di Comunità, Cooperative sociali e giovanili, Associazioni culturali, si sono confrontati venerdì 31 gennaio e sabato 1° febbraio nelle sale del Grand Hotel Regina di Salsomaggiore Terme (PR), per individuare strategie comuni per lo sviluppo sostenibile dei Borghi italiani e delle loro comunità e per esaminare approfonditamente le linee guida principali volte ad aggiornare il Manifesto dei Borghi Autentici d’Italia2020.

Tra i relatori presenti il poeta e paesologo Franco Arminio, secondo il quale “Dobbiamo arieggiare i borghi creando un nuovo umanesimo tra agricoltori, abitanti, intellettuali e giovani. È tempo soprattutto di miscelare lo scrupolo nordico con l'utopia mediterranea, lasciando spazio alle nuove generazioni e sovrapponendo, in fase di governo, l’intimità alla distanza”.

Cittadinanzattiva ha aderito con entusiasmo al percorso avviato dall’Associazione Borghi Autentici d’Italia e portato a patrimonio comune le esperienze maturate sul territorio in materia di riuso di beni abbandonati, pubblici o privati e di coinvolgimento e attivazione delle Comunità locali.

Approfondisci su Borghi autentici d'Italia

 

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.