areeinterne copy

Si è svolto il 25 ottobre a Roccaporena presso la “Stazione di Roccaporena”, nell’ambito delle attività del progetto Rockability dedicato alle aree interne, il secondo seminario di formazione rivolto a giovani facilitatori del progetto “L'accesso ai servizi bancari nelle aree interne” che Cittadinanzattiva e UniCredit stanno realizzando in partnership nell’ambito di “Noi&UniCredit”, l’accordo di collaborazione fra la banca e 14 Associazioni dei Consumatori di rilevanza nazionale a cui Cittadinanzattiva partecipa fin dal 2005. Obiettivi comuni del progetto, che coinvolge in via sperimentale tre aree interne: Matese, Valnerina e Alta Carnia sono rafforzare la digitalizzazione, la consapevolezza finanziaria e l’imprenditorialità delle aree del paese significativamente distanti dai centri di offerta di servizi essenziali (istruzione, salute e mobilità). I facilitatori, un volta formati sui temi bancari e finanziari, diventeranno il punto di riferimento per i residenti. Durante il seminario si è affrontato il tema della moneta digitale e degli strumenti innovativi di pagamento, oltre a quello dei finanziamenti per l’impresa.

Si è discusso anche di empowerment dei cittadini e delle comunità locali e di tutela a supporto delle aree interne. Si è trattato di una formazione a due voci svolta da Cittadinanzattiva e UniCredit grazie al contributo della “Social Impact Banking” che ha messo a disposizione i contenuti formativi e le competenze di dipendenti della Banca e di volontari UniGens, un’associazione di volontariato di competenza formata da dipendenti ed ex dipendenti di UniCredit.

Hanno partecipato al seminario anche i presidenti e i rappresentanti delle associazioni locali come Federfarma, Sunifar, Proloco di S.Anatolia di Narco, Museo della canapa di S.Anatolia di Narco, Rockability, Azienda Agricola Narcana, B&B locale, per costruire una rete di stakeholder sul territorio.

Guarda le foto e scopri il progetto.

 

 

Classe '86, nato a Roma, studi universitari a Parigi che culminano con la laurea in legge. Si definisce "feliciclista" urbano, ha incontrato Cittadinanzattiva lungo la sua strada percorrendola...per aspera ad astra!

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.