Rifiuti sempre più cari, tanto che nel nostro Paese, nel corso del 2015 una famiglia media italiana ha sostenuto una spesa annua di 298 euro (+2% rispetto al 2014). Tra le Regioni, la Campania è la più cara con una spesa media annua di 419 euro, mentre il Trentino Alto Adige quella più economica con una spesa media di 193 euro. Incremento record invece in Basilicata (+44,8%), dove a Matera la tariffa per lo smaltimento dei rifiuti schizza a 419 euro rispetto ai 196 del 2014 (+114%).

Il dato emerge dall'ultimo dossier rifiuti di Cittadinanzativa presentato nel dicembre 2015. Oltre alla tassa sui rifiuti, aumenta anche la qualità del servizio erogato dalle aziende preposte alla raccolta e lo smaltimento dei rifiuti? La domanda è legittima, se si pensa che nella Capitale, il consiglio d’amministrazione dell’Ama, l'azienda che si occupa della raccolta e smaltimento dei rifiuti a Roma, ha formalizzato l’assegnazione di un appalto di 22,5 milioni di euro all’anno e dal primo gennaio del 2016 parte dei rifiuti della capitale sarà spedita in Germania. Questa nuova procedura, comporterà un risparmio per l'azienda e di fatto anche per i cittadini? Potrà essere adottata anche da altri Comuni?

Guarda l'intervista ad Unomattinainfamiglia (RaiUno) di Antonio Gaudioso, Segretario generale di Cittadinanzattiva

Approfondisci

Scarica il dossier rifiuti di Cittadinanzattiva

Metà campana metà romana, poliedrica, e alla continua ricerca del bello nella fotografia e nell’arte attraverso i suoi quadri. Da 10 anni impegnata in Cittadinanzattiva, sempre in difesa e a tutela dei cittadini, in particolare per l’area consumatori e le politiche della conciliazione. Il suo motto è ”Il mondo non è di chi si alza presto la mattina, ma di chi si alza felice di iniziare una nuova giornata

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.