L'obbligatorietà della procedura di conciliazione scatterà dal prossimo gennaio 2017 e varrà per tutte le controverse relative alle utenze di energia elettrica e gas.

In pratica se dopo il reclamo all'azienda energetica, il conflitto non sarà stato risolto, il consumatore dovrà necessariamente dirimere la controversia in via bonaria, attivando il tentativo di conciliazione presso il Servizio dell’Autorità per le controversie nei confronti delle imprese, che saranno obbligate a prendervi parte.

L'obbligo di conciliare varrà per tutti gli utenti energetici, domestici e non, inclusi i prosumer (cioè coloro che sono allo stesso tempo produttori e consumatori di energia elettrica). Approfondisci

Metà campana metà romana, poliedrica, e alla continua ricerca del bello nella fotografia e nell’arte attraverso i suoi quadri. Da 10 anni impegnata in Cittadinanzattiva, sempre in difesa e a tutela dei cittadini, in particolare per l’area consumatori e le politiche della conciliazione. Il suo motto è ”Il mondo non è di chi si alza presto la mattina, ma di chi si alza felice di iniziare una nuova giornata

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.