soldi2

Cittadinanzattiva, insieme al Codacons ed al Movimento Difesa del Cittadino, ha presentato una denuncia contro il gruppo McDonald’s per presunta violazione delle norme fiscali e tributarie vigenti in Italia. La denuncia prende autonomamente le mosse dal rapporto "Unhappy Meal", pubblicato nel febbraio scorso da una coalizione di sindacati americani e europei, che rivela alcuni dettagli della strategia adottata dalla multinazionale del fast food per eludere le tasse.

Con la denuncia presentata si chiede a Guardia di Finanza, Agenzia delle Entrate e Procure di Roma e Milano di indagare su una possibile elusione fiscale di ben 235 milioni di euro a vantaggio di una società del gruppo con sedi in Lussemburgo e Svizzera realizzata fra il 2009 e il 2013. Se l’elusione fosse accertata, McDonald’s rischierebbe di dover pagare alle casse dello Stato quasi 75 milioni di Euro con, in aggiunta, una sanzione compresa tra il 100 e il 200% dell’imposta accertata. Leggi il nostro comunicato

Valentina Ceccarelli
Classe '78, romana e romanista doc. Laureata in Giurisprudenza, è a Cittadinanzattiva dal 2009. Impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini, è consulente del Pit Unico e si occupa delle tematiche di Giustizia per la newsletter. Appassionata di libri, cucina e danza orientale, è convinta che il mondo non si possa cambiare restando seduti.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.