SPRAR

E’ stato presentato lo scorso 13 luglio, a Roma, il Rapporto Annuale 2015 del Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati, il cosiddetto SPAR. Il Rapporto riporta i dati significativi sul Sistema di Protezione per l'anno 2015 e approfondisce alcuni aspetti qualitativi del sistema di protezione, tra cui i servizi e le modalità di accoglienza, l'organizzazione delle equipe dei singoli progetti, l'attività formativa per gli operatori.

Lo SRAR dovrebbe essere il fiore all’occhiello della gestione degli immigrati in Italia, ma ogni giorno ci scontriamo con una realtà ben diversa: negli ultimi anni si è infatti sovrapposto un sistema “informale” di centri temporanei, fatto di strutture eterogenee dislocate su tutto il territorio nazionale, i cosiddetti CAS, centri di accoglienza straordinaria affidati in gestione ai soggetti più diversi (Comuni, realtà del terzo settore, imprenditori privati).

Ed è proprio questo a poter essere considerato oggi il sistema ordinario di gestione dell’accoglienza, caratterizzato tuttavia da numerose opacità. Proprio per questo è nata la campagna “InCAStrati”, promossa da Cittadinanzattiva, LasciateCIEtrare e Libera per rendere accessibili informazioni fondamentali sul funzionamento e la gestione del sistema di accoglienza. Approfondisci la notizia e scarica il Report InCAStrati

Valentina Ceccarelli
Classe '78, romana e romanista doc. Laureata in Giurisprudenza, è a Cittadinanzattiva dal 2009. Impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini, è consulente del Pit Unico e si occupa delle tematiche di Giustizia per la newsletter. Appassionata di libri, cucina e danza orientale, è convinta che il mondo non si possa cambiare restando seduti.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.