mamma migrante

Cittadinanzattiva, con il sostegno dei fondi Otto per Mille della Chiesa Evangelica Valdese, ha realizzato il progetto "Nascere in Italia: processi partecipati di inclusione sociale destinati alle donne immigrate", sul miglioramento dell’accesso al percorso nascita da parte delle donne immigrate. Il progetto si è ispirato alla necessità di assicurare a tutte le donne e ai loro figli la piena equità di accesso ai servizi durante la gravidanza e il parto, senza differenze di etnia e status sociale, con pari dignità e garanzia di sicurezza e intende contribuire concretamente a costruire percorsi di miglioramento a partire da un approccio civico e partecipato.

Il progetto sostenuto dalla Chiesa Valdese ha previsto la redazione di un Report contenente l’analisi dei dati del monitoraggio civico realizzato dalle sedi del Tribunale per i Diritti del Malato di sette regioni italiane e la redazione di un leaflet informativo sulla maternità consapevole: si tratta di una guida per le mamme migranti relativa al percorso nascita, di facile consultazione per le donne immigrate, in cui abbiamo illustrato i diritti relativi al percorso nascita e le principali informazioni sui servizi del territorio di riferimento. La guida è stata tradotta in quattro lingue straniere (inglese, francese, arabo e cinese) e diffusa in tutto il territorio nazionale, tramite i centri di tutela di Cittadinanzattiva. Visita la pagina del progetto sul nostro sito per saperne di più!

Valentina Ceccarelli
Classe '78, romana e romanista doc. Laureata in Giurisprudenza, è a Cittadinanzattiva dal 2009. Impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini, è consulente del Pit Unico e si occupa delle tematiche di Giustizia per la newsletter. Appassionata di libri, cucina e danza orientale, è convinta che il mondo non si possa cambiare restando seduti.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.