Se viaggi in Europa
Per chi parte per un viaggio all'estero, ricordiamo che dal 1° luglio 2014 si sono abbassate le tariffe in roaming, e chiamare e navigare quando si è all'estero costa meno! Per effettuare una chiamata si passa così, da 24 a 19 centesimi al minuto, mentre per ricevere una chiamata si passa da 7 a 5 centesimi al minuto. Per inviare un sms invece, si passa da 8 a 6 centesimi, mentre per scaricare dati la tariffa passa da 45 a 20 centesimi per MB al minuto. Si tratta di costi massimi delle tariffe che possono essere applicate agli utenti. Anche navigare con lo smartphone sarà più facile e meno caro, ma attenzione a non superare la soglia massima di 60 euro che l'Europa impone agli operatori telefonici altrimenti si rischiano brutte sorprese in fattura!Un Regolamento CE, infatti, stabilisce di avvisare l'utente al superamento della soglia massima di 60 euro, oltre la quale solo l'utente potrà decidere se continuare a navigare o no.Ricordiamo però che si tratta di tetti massimi e che i diversi operatori telefonici potrebbero anche offrire ai propri clienti delle tariffe più basse o dei pacchetti più convenienti. Prima di partire per un viaggio all'estero anche se in un paese della Comunità Europea, consigliamo sempre di verificare quali sono i costi che applica il proprio gestore e se ci sono delle tariffe più basse rispetto all'Eurotariffa.

 

Se viaggi in paesi Extra UE
Se si viaggia in Europa in paesi che non appartengono all'Unione o in paesi Extra UE, lo scenario cambia completamente. Il Paese di destinazione cambia tutto nella scelta della tariffa migliore. Le offerte dei diversi operatori sono piuttosto disomogenee e variano da Paese a Paese. I diversi operatori propongono pacchetti specifici n base al paese destinazione. E' opportuno, prima di partire, verificare se il proprio operatore ha un'offerta specifica per il Paese di destinazione, in alcuni casi può essere utile attivare una nuova sim o un nuovo abbonamento con un operatore diverso dal nostro. Consigliamo di verificare sempre la durata dell'offerta, limitandola alla durata del viaggio, arrivati al paese di destinazione verificare che le tariffe concordate siano attive e che i costi, soprattutto quelli relativi al traffico dati, siano quelli concordati con il proprio operatore. Se si è sottoscritto una promozione solo per il traffico voce e sms oltrepassati i confini nazionali meglio disattivare il traffico dati e sfruttare il wi-fi, utilizzando applicazioni Voip e di messaggistica istantanea per comunicare con l'Italia. Un'altra pratica soluzione è procurarsi una sim di un operatore locale, che in quasi tutti i Paesi si può acquistare per pochi euro e utilizzare con il proprio cellulare.

Rif normativi: Regolamento (CE) n. 717/2007 del Parlamento e del Consiglio.

 

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.