Medico di famiglia - pediatra

  • Coronavirus: Cittadinanzattiva “iniziativa dei medici di famiglia va nella giusta direzione”

    Outbreak coronavirus world large

    La guida diffusa oggi da Fimmg e Simg è una iniziativa che va nella giusta direzione, anche per orientare i cittadini e aiutarli a gestire ore di evidente preoccupazione”. Questo il commento di Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva, sul vademecum diffuso oggi sul coronavirus. “Il medico di famiglia è un presidio fondamentale del Servizio Sanitario Nazionale, a maggior ragione in questa fase, e consigliamo a tutti i cittadini di rivolgersi al proprio di fiducia prima di tutto telefonicamente, in modo che non si intasino gli studi e contemporaneamente si possano fare delle prime valutazioni di eventuali malesseri”. “Quando ci si trova di fronte ad emergenze e timori di queste dimensioni”, ha concluso Gaudioso, “è necessario che ognuno di noi faccia la propria parte.

  • Paziente deve sapere se medico è in regola con aggiornamento o no

    medico 8

    "Come organizzazione di tutela dei diritti del malato - afferma Annalisa Mandorino, vicesegretario di Cittadinanzattiva - vogliamo che il medico segua un iter di formazione continua per tutta la sua carriera come d’altra parte previsto dalla legge.

    Sempre sul tema della formazione ECM, Mandorino aggiunge: "Per il cittadino questo è un interesse prioritario e anche sapere se il proprio medico segue il percorso previsto dalla legge in termini di formazione o no è una prerogativa che assolutamente vogliamo che si verifichi".

  • A Campobasso ultima tappa della campagna "Cura di coppia"

    cura di coppia

    Il 21 febbraio p.v. si terrà, dalle 16:00 alle 20:00, a Campobasso presso la sede OMCeO in via Mazzini 129/A, il quarto appuntamento della campagna "Cura di Coppia".
    Come i precedenti incontri, i temi al centro delle riflessioni saranno di interesse primario per il rapporto medico/paziente, in una prospettiva incentrata sulla trasparenza, consapevolezza dei ruoli e nel rispetto delle esigenze e competenze.
    Oltre a Cittadinanzattiva, con il contributo non condizionato di Abbvie e con il patrocinio di FNOMCeO, gli altri soggetti coinvolti nella campagna sono AFADOC - AIL - AIOP- ASBI - AIPAS - ANMAR - ANTEA - ASS. MALATI RENI - BPCO - FAIS - FAND - FCP - FIMMG - FIMP - FORUM TRAPIANTATI - MINISTERO DELLA SALUTE - NADIR - ORDINE PSICOLOGI LAZIO - SIDERMAST - SIFO - SIMBA - SIN - SUMAI.

  • Cura di Coppia a Siena: ultima tappa della campagna sul rapporto medico-paziente

    curadicoppia

    Il 18 dicembre a Siena, presso la sede dell’Ordine Provinciale di Siena dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, in Piazza Fabio Bargagli Petrucci 18, si terrà l’ultimo dei quattro appuntamenti previsti per questa seconda edizione della campagna Cura di Coppia (realizzata da Cittadinanzattiva con il contributo non condizionato di Abbvie).

    La campagna, promossa in collaborazione con associazioni di pazienti, esperti e oltre 20 tra organizzazioni di professionisti e strutture sanitarie (AFADOC - AIL - AIOP - ASBI - AIPAS - ANMAR - ANTEA - ASS. MALATI RENI - BPCO - FAIS - FAND - FCP - FIMMG - FIMP - FORUM TRAPIANTATI - MINISTERO DELLA SALUTE - NADIR - ORDINE PSICOLOGI LAZIO - SIDERMAST - SIFO - SIMBA - SIN - SUMAI e con il patrocinio di FNOMCEO), ha visto nella prima annualità, la realizzazione di un decalogo, un vademecum e la diffusione attraverso i canali digital.

  • Il 30 ottobre il terzo appuntamento di Cura di Coppia

     

    cura di coppia

    La campagna “Cura di Coppia” – realizzata da Cittadinanzattiva con il contributo non condizionato di Abbvie - giunge al terzo appuntamento dei quattro programmati per questa seconda annualità del progetto: questa volta a Palermo, quindi, il 30 ottobre presso la sede dell’Ordine Provinciale di Palermo dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri.

    Come negli incontri di Roma e Bari che si sono tenuti nelle scorse settimane, l’obiettivo della campagna è contribuire a migliorare la relazione tra il medico e il paziente.

  • Cura di Coppia 2

    www.curadicoppia.it

    La nuova edizione  prevede 4 incontri regionali, momenti di confronto e dialogo, con i rappresentanti delle amministrazioni regionali oltre che con i rappresentanti di tutti i soggetti coinvolti nelle fasi della prima annualità.

    Roma, 18 settembre 2018 presso sede provinciale dell’Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, via Giovanni Battista De Rossi, 9 - Roma

    Bari, 22 ottobre 2018 presso sede Ordine Provinciale di Bari dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri; 

  • Al via le celebrazioni della XII Giornata europea dei diritti del malato

    Partono dall’Italia le celebrazioni della XII Giornata Europea dei diritti del malato, promossa da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato in Italia e in Europa da Active Citizenship network, progetto europeo di Cittadinanzattiva, quest’anno grazie anche alla importante partnership con la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri.

    Le iniziative si svolgeranno in Italia dal 18 aprile al 23 maggio, giorno in cui la Giornata sarà ufficialmente celebrata anche a Bruxelles al Parlamento Europeo insieme alla decine di associazioni di tutta Europa che collaborano con Active Citizenship Network. Le iniziative italiane hanno l’obiettivo di favorire una migliore e costruttiva relazione tra medici e cittadini.

    In particolare, sarà centrale il rafforzamento della consapevolezza dei cittadini e dei medici dei diritti e dei doveri che discendono dalla Carta Europea dei Diritti del Malato e dal Codice di Deontologia Medica, temi al centro della nostra recente campagna “Cura di coppia” nata dalla constatazione che la relazione tra medico e paziente è in difficoltà e che ognuno è chiamato a fare la propria parte.

  • XII Giornata europea dei diritti del malato: dal 18 aprile in 40 città

    Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato e FnOMCEO insieme per le celebrazioni della XII Giornata Europea dei diritti del malato, dal 18 aprile in oltre 40 città.

    Partono dall’Italia le celebrazioni della XII Giornata Europea dei diritti del malato, promossa da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato in Italia e in Europa da Active Citizenship network, progetto europeo di Cittadinanzattiva, quest’anno grazie anche alla importante partnership con la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri.

    Le iniziative si svolgeranno in Italia dal 18 aprile al 23 maggio, giorno in cui la Giornata sarà ufficialmente celebrata anche a Bruxelles al Parlamento Europeo insieme alla decine di associazioni di tutta Europa che collaborano con Active Citizenship Network.

    Le iniziative italiane hanno l’obiettivo di favorire una migliore e costruttiva relazione tra medici e cittadini.

    In particolare, sarà centrale il rafforzamento della consapevolezza dei cittadini e dei medici dei diritti e dei doveri che discendono dalla Carta Europea dei Diritti del Malato e dal Codice di Deontologia Medica, temi al centro della nostra recente campagna “Cura di coppia” nata dalla constatazione che la relazione tra medico e paziente è in difficoltà e che ognuno è chiamato a fare la propria parte.

  • Fra Medico e Paziente una "Cura di Coppia" di diritti e doveri

    UNACURATRAMEDICOEPAZIENTE

    Un Decalogo e un Vademecum, questi gli strumenti informativi e di partecipazione sui diritti e sui doveri del Medico e del Paziente, al centro del progetto “Cura di Coppia” che si pone l'obiettivo di migliorare il loro rapporto. Basandosi sui principi contenuti nel Codice di deontologia medica e nella Carta Europea dei diritti del malato, Cittadinanzattiva ha realizzato assieme a numerose associazioni un lavoro congiunto di informazione diretto sia ai Pazienti che ai loro Medici.
    Ogni settimana, all'interno di questa newsletter, un diritto/dovere del medico e un diritto/dovere del paziente estratti dal progetto “Cura di Coppia”:

  • La Cura di coppia che migliora il rapporto medico/paziente

    NEWSLETTERCuradicoppia copy

    “Cura di Coppia” è la nostra campagna, realizzata assieme alle associazioni (AFADOC - AIL - AIOP - ASBI - AIPAS - ANMAR - ANTEA - ASS. MALATI RENI - BPCO - FAIS - FAND - FCP - FIMMG - FIMP - FORUM TRAPIANTATI - MINISTERO DELLA SALUTE - NADIR - ORDINE PSICOLOGI LAZIO - SIDERMAST - SIFO - SIMBA - SIN - SUMAI), con il contributo non condizionato di Abbvie e il patrocinio di FNOMCEO, che ha la finalità di realizzare un Decalogo e un Vademecum sui diritti e sui doveri del medico e del paziente, basandosi sui principi contenuti nel Codice di deontologia medica e nella Carta Europea dei diritti del malato.

  • 5 consigli utili contro lo spreco dell'acqua

    800 450comerisparmiare ACQUA 2017 05

    L'acqua è un bene comune essenziale che dovrebbe essere utilizzato in modo responsabile da ciascuno e non sprecato nel quotidiano come accade nella maggior parte dei casi. E' una risorsa preziosa ed esauribile da salvaguardare. Cittadinanzattiva da anni elabora una indagine annuale sui prezzi e sulle tariffe applicate al Servizio Idrico Integrato per uso domestico residenziale su tutto il territorio nazionale e dà consigli utili per non sprecare l'acqua.

  • “Cura di coppia”: scopri diritti e doveri del medico e del paziente

    sitocuradicoppia

    Ogni settimana, all'interno della nostra newsletter, un diritto/dovere del medico e un diritto/dovere del paziente.

    E' un diritto del medico: NON ASSECONDARE OGNI RICHIESTA. "Mi aspetto di mettere in campo competenza e professionalità, valutando ogni richiesta del cittadino e prescrivendo solo ciò che ritengo opportuno e appropriato per il paziente, spiegando l’eventuale rifiuto e avendo cura che il cittadino abbia compreso le motivazioni".

    E' un diritto del cittadino: CONDIVIDERE PERCORSI DI CURA. "Mi aspetto di essere orientato tra i servizi, di scegliere insieme al medico il miglior percorso di cura, basato sulle evidenze cliniche e rispettoso delle mie condizioni economiche, psicologiche, familiari, lavorative, del mio progetto di vita e del mio livello culturale".

  • Pediatra e medico di base: quanto conta il rapporto di fiducia con l'assistito

    UNOMATTINA PEDIATRA

    Dal minuto 29:15, all’interno dello spazio mattutino di Rai Uno, Uno Mattina In Famiglia, Annalisa Mandorino, vice segretario di Cittadinanzattiva, chiarisce i punti fondamentali del rapporto medico-paziente, in riferimento ai recenti fatti di cronaca che hanno visto una Pediatra di Treviso ricusare il proprio assistito a seguito di un messaggio su Facebook.

  • Cura di coppia: per migliorare il rapporto medico-paziente

    CURADICOPPIA PAGINAPROGETTO

    Scarica il vademecum

    Ricostruire un rapporto in crisi, restituendo centralità alla  relazione e alla fiducia reciproca, a partire dai diritti e doveri di ciascuno. Non è la storia di una coppia qualunque al centro della nostra nuova campagna “cura di coppia” ma quella rappresentata da medico e cittadino. La campagna è promossa in collaborazione con: associazioni di pazienti, esperti e oltre 20 tra organizzazioni di professionisti e strutture sanitarie, e prevede la realizzazione di un decalogo, un vademecum e la diffusione attraverso i canali digital.

    Questo impegno nasce dalle esigenze espresse sia dai cittadini che dai medici. Infatti, dai dati di Cittadinanzattiva  emerge che la relazione tra medico e paziente è in difficoltà.  Da una parte, in circa 8 casi su 10, i cittadini segnalano poca sensibilità nell’ascolto o poca empatia. Una persona su 3 trova nel medico scarsa disponibilità a orientarla tra i servizi; una su 4 si confronta con un linguaggio troppo tecnico e poco comprensibile; una su 5 ha vissuto scarsa attenzione al dolore  D’altro canto, circa 1 medico su 3 ritiene insufficiente o inadeguato il tempo a disposizione per la cura; in ugual proporzione riscontra difficoltà per mancanza di personale e in 1 caso su 5 per cattiva organizzazione dei servizi. In aggiunta, non esiste ancora nel percorso di laurea del medico una formazione specifica sui temi della comunicazione e relazione.

  • #Curadicoppia: l'informazione tra Medico e Paziente

    campagna cura di coppia

    "Mi aspetto di ricevere informazioni chiare, personalizzate e veritiere sul mio stato di salute, su vantaggi, rischi e possibili complicanze di terapie o modifiche di esse, su interventi o procedure diagnostiche, per poter esprimere con i giusti tempi e consapevolezza il mio consenso o dissenso (consenso informato)".

  • Carenza di medici: basta tempari, minutaggi e blocco turn over

    “Sulla necessità di riprendere ad investire seriamente sul personale del Servizio Sanitario Nazionale servono meno dichiarazioni e più fatti. Si chiuda la stagione depressiva delle politiche del personale sanitario mettendo sul piatto risorse economiche reali per un vero rilancio, ponendo fine al blocco del turnover, nonché rinnovando le convenzioni  con i Medici di famiglia e Pediatri di libera scelta”.Queste le dichiarazioni di Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, in merito alla denuncia delle organizzazioni dei medici sulla prevedibile futura mancanza di medici e specialisti.

    “Basta con i tempari che stanno trasformando il SSN in una catena di montaggio, il paziente in un bullone e il medico in un mero esecutore operativo di indicazioni provenienti dagli apparati che standardizzano l’assistenza senza personalizzare gli interventi. A rischio c’è proprio la personalizzazione delle cure e la salvaguardia del principio del tempo dell’ascolto come vero e proprio tempo di cura. Per non parlare del minutaggio del personale infermieristico che ha un impatto negativo sulla qualità dell’assistenza, sul normale ritmo della vita della persona ricoverata e della sua famiglia oltre che sui loro redditi”.

  • Presentata la campagna #curadicoppia sul rapporto medico-paziente

    Ricostruire un rapporto in crisi, restituendo centralità alla  relazione e alla fiducia reciproca, a partire dai diritti e doveri di ciascuno. Non è la storia di una coppia qualunque al centro della nuova campagna “cura di coppia” lanciata da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato presso la Fnomceo, ma quella rappresentata da medico e cittadino. La campagna è promossa in collaborazione con: associazioni di pazienti, esperti e oltre 20 tra organizzazioni di professionisti e strutture sanitarie, e prevede la realizzazione di un decalogo, un vademecum e la diffusione attraverso i canali digital.

    Questo impegno nasce dalle esigenze espresse sia dai cittadini che dai medici. Infatti, dai dati di Cittadinanzattiva  emerge che la relazione tra medico e paziente è in difficoltà. 

  • Lanciata la campagna "cura di coppia" da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato

    campagna cura di coppia

    Ricostruire un rapporto in crisi, restituendo centralità alla  relazione e alla fiducia reciproca, a partire dai diritti e doveri di ciascuno. Non è la storia di una coppia qualunque al centro della nuova campagna “cura di coppia” lanciata oggi da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato presso la Fnomceo, ma quella rappresentata da medico e cittadino. La campagna è promossa in collaborazione con: associazioni di pazienti, esperti e oltre 20 tra organizzazioni di professionisti e strutture sanitarie, e prevede la realizzazione di un decalogo, un vademecum e la diffusione attraverso i canali digital.

    Questo impegno nasce dalle esigenze espresse sia dai cittadini che dai medici. Infatti, dai dati di Cittadinanzattiva  emerge che la relazione tra medico e paziente è in difficoltà.  Da una parte, in circa 8 casi su 10, i cittadini segnalano poca sensibilità nell’ascolto o poca empatia. Una persona su 3 trova nel medico scarsa disponibilità a orientarla tra i servizi; una su 4 si confronta con un linguaggio troppo tecnico e poco comprensibile; una su 5 ha vissuto scarsa attenzione al dolore  D’altro canto, circa 1 medico su 3 ritiene insufficiente o inadeguato il tempo a disposizione per la cura; in ugual proporzione riscontra difficoltà per mancanza di personale e in 1 caso su 5 per cattiva organizzazione dei servizi. In aggiunta, non esiste ancora nel percorso di laurea del medico una formazione specifica sui temi della comunicazione e relazione.

  • Accordo Medici di famiglia: positivo, ma occorre accelerare

    medico 8

    Il Tdm/Cittadinanzattiva, ai margini del congresso nazionale FIMMG, commenta positivamente l’aggiornamento dell’atto di indirizzo per il nuovo Accordo Collettivo nazionale per la disciplina dei rapporti con i Pediatri di libera scelta ed i Medici di medicina generale; le parole di Tonino Aceti, coordinatore nazionale Tdm: “I Medici di famiglia si stanno mettendo in gioco e non possiamo che esprimere il nostro plauso.

  • Assistenza sanitaria in vacanza: cosa serve?

    Come organizzarsi per avere le cure sanitarie di cui si ha bisogno quando si parte per un luogo di villeggiatura? Dalla Guardia medica turistica, al Pronto soccorso, i centri turistici mettono a disposizione anche dei non residenti servizi di assistenza sanitaria, per casi urgenti o non. Diverso il caso se si soggiorna all'estero, in uno Stato Europeo; in questo caso occorre esibire la TEAM, ovvero la Tessera Europea di Assicurazione Malattia che dà diritto a ricevere le cure alle stesse condizioni degli assistiti del Paese ospitante.

  • Diritti dei cittadini affetti da diabete: al via il progetto di monitoraggio di Cittadinanzattiva

    pressione farmaci portapillole copia

    La lotta al diabete è una delle tre emergenze sanitarie mondiali: in Europa circa 60 milioni di persone soffrono di diabete, il tasso è in continuo aumento, raggiungendo già il 10-12% in alcuni Stati membri; nel giro di 35 anni l'incidenza del diabete è quasi quadruplicata.

    Per ogni persona con diabete lo Stato spende mediamente 4000 euro all'anno, per un totale di circa 16 miliardi di euro, ovvero il 15 per cento del fondo sanitario nazionale[1].

    Nonostante ciò, la patologia diabetica è una di quelle per cui il legislatore è intervenuto maggiormente nel corso degli anni, a partire dalla Legge 115 del 15 marzo 1987. Pur essendo passati trent’anni continuano a giungere segnalazioni da parte delle persone affette da diabete circa la carenza di assistenza, la chiusura dei centri di cura, una situazione a macchia di leopardo sul territorio e la difficoltà nel gestire la propria patologia e insorgenza di complicanze. Tutte criticità ben evidenziate negli anni da FAND, Federazione Associazione Nazionale Diabetici, a partire dal Rapporto “Linea D - Un percorso integrato un percorso integrato per il paziente con diabete”.

  • Cittadinanzattiva a Uno Mattina: diritti e doveri del Medico di base

    febbre dottore

    Sabrina Nardi, vice responsabile nazionale del Tribunale per i diritti del malato/Cittadinanzattiva, ospite all'interno della puntata di Uno Mattina del 16 novembre, ha fornito informazioni sui diritti e sui doveri del Medico di base.

  • 10@lode in salute: online la web serie

    10lodeinsalute

    Nell’ambito della cerimonia di consegna del Premio Scafidi, è stato presentato  il progetto 10@LODE IN SALUTE”, realizzato da Cittadinanzattiva con il sostegno non condizionato di Federchimica-ASSOSALUTE e con il patrocinio di AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco). Il progetto, avviato nel 2015 in 5 scuole italiane (Roma, Pisa, Cagliari, Aosta e Noto) coinvolgerà quest’anno ulteriori 10 scuole in Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Lazio, Umbria, Marche, Campania, Abruzzo, Calabria, Sicilia: attraverso laboratori creativi con gli studenti, incontri di discussione con genitori e pediatri, spettacoli dal vivo, si informeranno e coinvolgeranno i bambini e le loro famiglie sui temi del benessere e l’adozione di corretti stili di vita per la tutela della propria salute.

  • Sciopero dei medici di base: chiediamo un atto di responsabilità

    "Uno sciopero che penalizza ancora una volta i cittadini e che ostacola la necessaria riforma dell'assistenza sanitaria territoriale", è quanto afferma Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, in merito allo sciopero indetto per il 19 maggio dai medici di medicina generale e dai pediatri.

  • Medico di base e prescrizioni

    Caso:
    Salve, vorrei gentilmente avere un’informazione, se possibile. Avendo bisogno di un certificato medico per un rimborso assicurativo, mi sono recato dal Medico di Base che mi assiste da diversi anni, ma a cui non avevo mai effettuato una richiesta simile;  mi ha chiesto 120,00 euro con fattura, per un solo certificato! Io controllando i prezzi, anche chiedendo agli altri colleghi del mio Medico, ho visto che tutti, più o meno, si orientano nel chiedere 60,00/70,00 euro per la certificazione in oggetto. Volevo sapere se è normale che il mio medico di base mi chieda il doppio rispetto alla maggior parte dei suoi colleghi: non ci sono dei prezzi uguali per tutti?Qual è la funzione di tutela e garanzia che viene offerta da questi professionisti, allora? Grazie mille per l’attenzione e buona giornata.

  • Pediatri per minori stranieri

    Cittadinanzattiva su pediatri per minori stranieri irregolari: scelta miope, non solo in Lombardia. Ministero e Regioni garantiscano l'iscrizione al SSN a tutti gli stranieri

    "Quanto successo in Lombardia è solo la punta di un iceberg, sotto cui si nasconde una realtà molto pesante per il diritto alla salute dei piccoli migranti, lasciati spesso senza assistenza e, soprattutto, privati del diritto fondamentale ad essere informati su quali servizi hanno a disposizione per curarsi", questo il commento di Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, in merito a quanto accaduto nel consiglio regionale lombardo, la cui maggioranza ha bocciato una mozione per la assegnazione del pediatra ai figli minori di migranti irregolari. "Una scelta, tra l'altro, puramente ideologica e non dettata da motivi di convenienza, anzi: una certa e estesa assistenza di base, infatti, ridurrebbe i costi derivanti da ritardi nelle cure e da uso inappropriato del pronto soccorso e dei ricoveri".

  • Revocato lo sciopero di medici di famiglia e guardia medica

    Revocati i quattro giorni di sciopero indetti da FIMMG per replicare al carico contributivo previsto per la categoria nell’ultima Manovra finanziaria. Leggi il comunicato di Cittadinanzattiva e la notizia su www.quotidianosanita.it e www.qn.quotidiano.net

  • SCIOPERO MEDICI FAMIGLIA

    Cittadinanzattiva su sciopero medici: atto irresponsabile in un momento di emergenza meteo e vietato anche dal loro contratto. Chiediamo un passo indietro, pronti a denunciare per interruzione servizio pubblico

    "Lo sciopero dichiarato dal segretario nazionale dei medici di famiglia della FIMMG è un vero atto irresponsabile nei confronti dei pazienti che già si trovano alle prese con i gravi disagi questi giorni nella gran parte delle regioni italiane. Subire uno sciopero di 4 giorni per ragioni corporative è intollerabile, soprattutto, in una condizione qual'è quella di questi giorni, significa non avere a cuore i pazienti e le sorti di questo Paese.

  • Pediatri

    Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su pediatri fino a 6 anni: un taglio all'assistenza primaria che non ci piace

    "Salvaguardare l'assistenza pediatrica e rafforzarla a beneficio dei piccoli pazienti e della sostenibilità del servizio sanitario nazionale". E' questa la posizione di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato in merito all'ipotesi di abbassare fino massimo ai 6 anni, invece dei 14 attuali, l'età per l'assistenza pediatrica.

  • Scelta del medico di famiglia

    Ho appena scelto il medico di famiglia, quali sono i miei diritti e i suoi doveri?

    Il medico di famiglia è tenuto ad erogare prestazioni di natura sanitaria, alcune in forma gratuita e altre a pagamento. Opera presso il suo studio e al domicilio del paziente, è il responsabile per ciò che riguarda la continuità assistenziale (dalle 08.00 alle 20.00 nei giorni feriali) e l'assistenza domiciliare. Per saperne di più vai alla pagina dedicata.

    (ultimo aggiornamento: gennaio 2011)

  • Il pronto soccorso

    (Visita l’area di interesse Medico di famiglia - pediatra)

    La modalità di accesso al Pronto soccorso avviene tramite codici di accesso (detti “Triage”), che stabiliscono l’urgenza o la differibilità di una prestazione. I codici sono divisi in:

    • Rosso: paziente molto critico con accesso immediato alle cure

    • Giallo: paziente mediamente critico, con accesso rapido alle cure

    • Verde: paziente poco critico, con accesso di bassa priorità

    • Bianco: paziente non critico, non urgente, con condizioni cliniche per le quali sono previsti percorsi extraospedalieri.

  • La guardia medica turistica

    (Visita l’area di interesse Medico di famiglia - pediatra)

    Se sei in vacanza e, quindi, lontano dal tuo medico di famiglia, sappi che nei luoghi di villeggiatura che presentano un notevole afflusso turistico è possibile che la ASL organizzi un servizio di assistenza sanitaria rivolta ai non residenti, comunemente detta guardia medica turistica.

  • La guardia medica

    (Visita l’area di interesse Medico di famiglia - pediatra)

    Nei giorni di ferie potrebbe capitarti di aver bisogno del tuo medico di base e trovare lo studio chiuso….Sappi che in questi casi è a tua disposizione la guardia medica, il servizio che le aziende sanitarie forniscono ai cittadini per garantire un’assistenza sanitaria continuativa rispetto agli orari “scoperti” dal medico di famiglia, anche nelle ore notturne.
    È un servizio totalmente gratuito che puoi contattare telefonicamente o recandoti presso la sede stessa.

  • Compiti del medico di famiglia

    (Visita l’area di interesse Medico di famiglia - pediatra)

    Qualisono esattamente i compiti del medico di famiglia? Quali gli orari di apertura degli studi e delle visite a domicilio? Per prima cosa occorre fare una distinzione tra le prestazioni erogate gratuitamente e quelle soggette a pagamento.

  • Certificati medici, da mercoledì trasmissione all'Inps solo via Web

    Lavoratori liberi almeno da un po' di carta: da mercoledì 14 settembre tutti i certificati medici saranno solo online. Dopo questa data i datori di lavoro potranno controllare le attestazioni di malattia solo con l'utilizzo di sistemi informatici. Approfondisci

  • Calendario vaccinale: per i pediatri dell'Acp è compito delle Istituzioni

    L'Associazione culturale pediatri è d'accordo sulla formulazione di un calendario vaccinale uguale per tutte le regioni, ritiene però che il Piano Nazionale Vaccini e di conseguenza il calendario vaccinale debba essere adottato da organismi tecnici istituzionali. Il progetto di Cittadinanzattiva. Approfondisci su www.quotidianosanita.it

Condividi