etichette alimentari

A distanza di 9 mesi dall’entrata in vigore del regolamento europeo 1169/2011 che eliminava l’obbligatorietà dell’indicazione dello stabilimento di produzione o confezionamento nelle etichette alimentari, il Governo italiano ha approvato uno schema di disegno di legge chiedendone la reintroduzione. La norma arriverà nel giro di pochi giorni in Parlamento e parallelamente verrà inviata una notifica per la preventiva autorizzazione alle autorità europee.


La normativa italiana prevedeva l’indicazione obbligatoria con il d.lgs 109 del 1992, che con il nuovo regolamento è diventata invece facoltativa. L’Italia insisterà sulla legittimità dell’intervento in base a quanto previsto dall’art. 38 del regolamento europeo che contempla l’adozione di misure più restrittive da parte degli Stati membri se volte a tutelare la salute dei consumatori.
L’iter legislativo intrapreso, richiama la volontà degli italiani che richiedono indicazioni trasparenti e chiare sulle etichette alimentari, favorendo ai cittadini scelte di consumo più consapevoli.
Approfondisci

Metà campana metà romana, poliedrica, e alla continua ricerca del bello nella fotografia e nell’arte attraverso i suoi quadri. Da 10 anni impegnata in Cittadinanzattiva, sempre in difesa e a tutela dei cittadini, in particolare per l’area consumatori e le politiche della conciliazione. Il suo motto è ”Il mondo non è di chi si alza presto la mattina, ma di chi si alza felice di iniziare una nuova giornata

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.