petition mille treni per i pendolari

Ache Cittadinanzattiva tra i sostenitore della campagna social di Progressi per raccogliere foto e video dei disservizi ferroviari
L'emergenza inquinamento degli ultimi mesi ha messo in luce le grandi lacune del trasporto pubblico locale, soprattutto per i tre milioni di persone che ogni giorno usano i treni regionali.
I pendolari sono costretti a usare sempre di più la propria auto perché i convogli sono spesso insufficienti, affollati, vecchi e sporchi, come denunciano da tempo le associazioni ambientaliste, quelle dei consumatori e i tanti comitati locali.

Per questo motivo, Progressi ha deciso di lanciare la petizione “Mille treni per i pendolari” http://www.progressi.org/pendolari condivisa da  Legambiente, Federconsumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Cittadinanzattiva Onlus, Rete della conoscenza, Comitato pendolari siciliani, Orte, Roma Lido e Roma Nord.

Firma anche tu la petizione.

Leggi il comunicato stampa e guarda il video.

Per approfondimenti:

1) XV Rapporto PiT Servizi – sulla strada del consumAttore: da spettatore a protagonista. Focus mobilità e trasporti;

2) Indagine su mobilità urbana e sharing mobility;

3) Consultazione civica sui servizi pubblici locali: criticità e proposte dei cittadini (Rapporto Vita da cittadino).

4) Consulta la posizione di Cittadinanzattiva in tema di della mobilità.

Classe '88, Roncionese fino al midollo, ho problemi con la L ma mi impegno costantemente per migliorare. Laurea in comunicazione d’impresa e master in marketing management. Adoro il mondo della pubblicità, in particolare la guerriglia e la new advertising. Ricatto le persone pur di fare una campagna on-line. “Chi smette di fare pubblicità per risparmiare soldi è come se fermasse l'orologio per risparmiare il tempo”. A Cittadinanzattiva lavoro nell'Ufficio Stampa e comunicazione.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.