riace torna ad accogliere copy

Finisce l’epoca di Mimmo Lucano? Non crediamo basti rimuovere il cartello che all'ingresso del borgo dava a tutti il benvenuto a "Riace, paese dell'accoglienza", per dimenticare il modello di accoglienza, solidarietà e integrazione che nel corso degli anni ha cambiato il tessuto della cittadina calabrese.

Al posto dello storico cartello, che il neo sindaco ha deciso di rimuovere, è spuntato un enorme pannello marrone che ribattezza il borgo "paese dei santi medici e martiri Cosimo e Damiano" con tanto di primo piano del santuario e delle statue sacre. E non sarà l'unico. "A breve - ha annunciato il sindaco nel corso dell'inaugurazione - ce ne saranno altri al confine con i Comuni di Camini e Stignano e verranno apposti altri cartelli turistici". Dove non si sa, ma in molti scommettono che andranno a sostituire tutti quelli che battezzano Riace come paese dell'accoglienza. Leggi di più

 

Valentina Ceccarelli
Classe '78, romana e romanista doc. Laureata in Giurisprudenza, è a Cittadinanzattiva dal 2009. Impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini, è consulente del Pit Unico e si occupa delle tematiche di Giustizia per la newsletter. Appassionata di libri, cucina e danza orientale, è convinta che il mondo non si possa cambiare restando seduti.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.