Politiche dei consumatori

  • Solleciti telefonici e digitali insistenti e ripetuti, visite domiciliari anche ai vicini di casa o al datore di lavoro, minaccia di azioni legali: il consumatore di fronte a tutto questo era indotto a pagare i crediti che gli venivano richiesti anche se oggetto di contestazione o con problemi di prescrizione. “Indebito coindizionamento”, dice l’Antitrust, che ha multato la società di recupero crediti Recus Spa per 500 mila euro.

  • Per quanto tempo è opportuno conservare scontrini, multe e bollette pagate? La prescrizione varia da pagamento a pagamento. Approfondisci

  • Quali sono i lavori in casa che non necessitano di un permesso

    Per la prima volta è disponibile la lista delle prime 58 opere che saranno considerate in regime di edilizia libera in tutto il Paese. Nella Gazzetta ufficiale n. 81 del 7 aprile u.s. è stato pubblicato un glossario con le opere che non richiedono un titolo abilitativo: Cil, Cila, Scia o un permesso per costruire. Si attua così l’articolo 1, comma 2 del Dlgs 222 del 2016, che già conteneva una tabella dei vari interventi edilizi, con relativi regimi amministrativi, dall'edilizia libera sino ai permessi di costruire. Già nella tabella del 2016 risultano libere le manutenzioni ordinarie e le pompe di calore, oltre ai manufatti leggeri in strutture ricettive, l’eliminazione di barriere architettoniche, i pannelli fotovoltaici, gli elementi d’arredo.

  • L'accordo, siglato dal Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti e dall'Ente Nazionale Italiano di Unificazione, si pone l'obiettivo di migliorare la qualità e la sicurezza di prodotti e servizi a tutela dei consumatori, ed ancora, di promuovere e consolidare un dialogo sistematico volto alla realizzazione di progetti comuni e che dia voce alle esigenze dei consumatori nel processo di elaborazione delle norme volontarie in settori di particolare interesse consumeristico. Approfondisci

  • europa evento 5marzo

    L'European Consumers Union (ECU), di cui Cittadinanzattiva fa parte, realizzerà il prossimo 5 Marzo al Parlamento Europeo l'evento: ““Verso le elezioni europee: rafforzare l’Unione Europea per una maggiore tutela dei consumatori””. La conferenza si terrà nella sala A3H-1 dalle 10:30 alle 12:30, è possibile registrarsi cliccando QUI
    Da ormai dieci anni, importanti organizzazioni dei consumatori di ogni parte d’Europa sentono il bisogno di un nuovo coordinamento sovranazionale per meglio tutelare i diritti dei cittadini. Tali organizzazioni, altamente specializzate  nell’ambito della tutela dei consumatori e capillarmente diffuse sull’intero territorio europeo, diventano sempre più fondamentali per fornire un sostegno locale e per produrre pressioni verso i produttori e le istituzioni politiche a livello nazionale e comunitario.

  • PROPOSTA DI LEGGE SU SHARING ECONOMY. MOVIMENTO CONSUMATORI E CITTADINANZATTIVA: MOLTO LONTANI DAL RISULTATO, NON BASTA LA CONCORRENZA, SERVONO SCELTE CHIARE SULLE TUTELE

    A seguito delle dichiarazioni del presidente Antitrust, Pitruzzella sulla nuova disciplina sulla sharing economy (su cui in questi giorni sono in corso le consultazioni) Movimento Consumatori e Cittadinanzattiva - che hanno presentato le loro osservazioni alla proposta di legge - ritengono che se è vero come sostiene Pitruzzella che lo scopo principale delle nuove regole è quello di “prevenire o evitare conflitti tra piattaforme come Uber e Airbnb, da una parte, e i tassisti e gli albergatori dall’altra” è altrettanto indispensabile disciplinare settorialmente le tutele per i consumatori e fare molta più luce tra le nuove qualificazioni giuridiche dei singoli protagonisti delle nuove filiere.

  • consumo elettronici programmati per non durare

    Si chiama obsolescenza programmata il fenomeno che negli ultimi anni sta riguardando beni di consumo elettronici che invece di durare correttamente il più a lungo possibile, cessano di funzionare a distanza di poco tempo dall’acquisto, non a causa dell’usura del bene, bensì per una programmazione della durata del prodotto in sé. In pratica, invece di puntare alla qualità e all’efficienza del prodotto tecnologico, le aziende lo programmano per farlo funzionare fino a... un tempo stabilito.

  • O.R.A. SITO WEB

    Al via a settembre il progetto O.R.A. – Open Road Alliance - di Unipolis e Cittadinanzattiva: gli studenti delle città metropolitane realizzeranno il Manifesto della Mobilità Sostenibile – La Mobilità del Futuro
    È O.R.A. di muoversi! Di rompere gli schemi, allargare gli orizzonti, immaginare e percorrere nuove strade. Il 19 settembre, nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità 2019 è stato presentato il progetto O.R.A., un percorso formativo e un contest di idee per giovani pronti a costruire l’Open Road Alliance - l’alleanza dei ragazzi delle città metropolitane italiane, uniti per progettare le comunità del futuro e realizzare il nuovo Manifesto della Mobilità Sostenibile - La Mobilità del Futuro.

    L'evento di lancio di O.R.A., il progetto triennale ideato su iniziativa di Fondazione Unipolis e Cittadinanzattiva si è tenuto a Roma nella Sala Capitolare presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva in Piazza della Minerva, 38 (dalle 9.30 alle 13). 

  • Mancata consegna del prodotto, mancato riconoscimento del diritto di recesso e della garanzia, mancata corrispondenza tra quanto indicato sul sito e il prodotto che si riceve, questi i principali problemi che emergono negli acquisti che gli italiani fanno sul web e che l’Antitrust si trova ad affrontare nei casi di abusi e pratiche commerciali scorrette che vengono denunciati dai sempre più numerosi e-buyers.

  • Prodotti pericolosi i giocattoli al primo posto

    È stata presentata il 12 marzo la relazione del Sistema europeo di rapida allerta per i prodotti pericolosi. Il sistema è di supporto alle autorità nazionali per l’applicazione della normativa UE a tutela dei consumatori ed un utile strumento per individuare e ritirare i prodotti pericolosi dal commercio.
    La relazione presentata a Bruxelles evidenzia un incremento dell’utilizzo del sistema nel corso del 2017, da parte delle autorità nazionali con oltre 2000 segnalazioni. Nella lista dei prodotti pericolosi troviamo al primo posto i giocattoli (29%) seguiti da automobili e motocicli (20%), e abbigliamento, prodotti tessili e articoli di moda (12%). I rischi maggiormente segnalati sono stati lesioni e pericoli chimici. La provenienza dei prodotti è prevalentemente extra europea con la Cina che raggiunge il 53% delle segnalazioni pervenute, mentre provengono dall’Europa il 26% dei prodotti rischiosi.

  • L' Antitrust - Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato- è intervenuta nuovamente a tutela dei consumatori che effettuano inconsapevolemtante acquisti online di prodotti contraffatti di marchi famosi spacciati dalle aziende spacciano come originali. Sono 6 i provvedimenti con cui l'Antitrust aveva intimato ad altrettanti operatori commerciali, tutti di nazionalità extra-europea, di sospendere entro due giorni ogni attività diretta a vendere su Internet articoli di questo genere.
    Dal momento che gli operatori coinvolti non si sono adeguati alle prescrizioni indicate dall'Autorità, l’Agcom ha poi disposto l’oscuramento di 174 siti sul territorio italiano, con la collaborazione del Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza.

  • antitrust su vodafone

    Dopo i procedimenti avviati dall'Autorità garante della concorrenza e del mercato verso le società di telecomunicazioni Wind, Fastwebe Tim anche Vodafone finisce nel mirino dell'Autorità per pratica scorretta sulle offerte relative alla FIBRA. Antitrust infatti contesta a Vodafone di aver posto in essere una pratica scorretta per cui era stato aperto un procedimento il 18 aprile dello scorso anno in violazione degli artt. 20, comma 2, 21 e 22 del Codice del Consumo, per aver omesso o non adeguatamente evidenziato informazioni su: caratteristiche dell’offerta di connettività a internet in fibra ottica; esistenza di limitazioni - tecnologiche, geografiche di copertura della rete, di capacità trasmissiva - dei servizi in fibra ottica; differenze di servizi disponibili e di performance in funzione dell’infrastruttura utilizzata per offrire il collegamento in fibra.

  • risparmio e vulnerabilità 800450

    È partita la campagna informativa del progetto su Risparmio e vulnerabilità realizzato nell’ambito del programma “Più informati, più protetti” promosso dal Forum ANIA-Consumatori, che ha l’obiettivo di informare e sensibilizzare i consumatori su temi di grande interesse.

    Sulla base dei risultati emersi dalla consultazione civica, attraverso la quale abbiamo rilevato la percezione degli intervistati, in particolare sull’uso consapevole del denaro, sulle difficoltà connesse al risparmio e sulla cura e tutela del risparmio, abbiamo prodotto degli approfondimenti con lo scopo di colmare alcune lacune conoscitive ma anche di fornire delle informazioni utili nella gestione quotidiana dei risparmi e in casi di eventi straordinari.

  • PITServiziCONSUMATORI

    Criticità nelle fatturazioni telefoniche, per l’energia elettrica e l’acqua. Un cittadino attento ma sempre poco tutelato.

    Il cittadino è attento, vigile e sempre più consapevole e pertanto pretende che i propri diritti vengano rispettati, le associazioni e la gran parte delle aziende collaborano per migliorare il sistema, la pubblica amministrazione si sta “aprendo”, ma evidentemente tutto ciò non basta perché i diritti vengono regolarmente violati e permangono le disuguaglianze fra cittadini. Un esempio? L’accesso ai servizi non è uguale per tutti, se si vive in una “zona interna” si avrà più difficoltà ad accedere alla banda larga rispetto a chi vive in una grande città. La totale assenza dell’alta velocità o semplicemente di mezzi di collegamento idonei rende impossibile l’accesso ai mezzi di trasporto per milioni di persone.

  • PITServiziCONSUMATORI

    Criticità nelle fatturazioni telefoniche, per l’energia elettrica e l’acqua. Un cittadino attento ma sempre poco tutelato

    Il cittadino è attento, vigile e sempre più consapevole e pertanto pretende che i propri diritti vengano rispettati, le associazioni e la gran parte delle aziende collaborano per migliorare il sistema, la pubblica amministrazione si sta “aprendo”, ma evidentemente tutto ciò non basta perché i diritti vengono regolarmente violati e permangono le disuguaglianze fra cittadini. Un esempio? L’accesso ai servizi non è uguale per tutti, se si vive in una “zona interna” si avrà più difficoltà ad accedere alla banda larga rispetto a chi vive in una grande città. La totale assenza dell’alta velocità o semplicemente di mezzi di collegamento idonei rende impossibile l’accesso ai mezzi di trasporto per milioni di persone. Nel settore bancario e finanziario, le disuguaglianze permangono molto evidenti in materia di conoscenza e di informazione, di accesso ai mutui, di possibilità di allocazione dei risparmi da parte di piccoli risparmiatori sforniti delle conoscenze riservate ai soggetti forti del mercato.

  • Sempre meno soddisfatti del servizio telecomunicazioni: disdetta dei contratti e qualità del servizio problemi principali.

    Disdetta, cambio operatore, contestazione fatture, sospensione del servizio, copertura adsl, scarsa qualità del servizio, Pay tv: sono queste le principali lamentale segnalate dai cittadini nel  settore telecomunicazioni e servizi postali.
    È quanto emerge dal XV Rapporto PIT Servizi “Sulla strada del consumatore: da spettatore a protagonista” presentato oggi a Roma da Cittadinanzattiva, sulla base di 9.300 segnalazioni riferite ai seguenti ambiti: energia e ambiente, telecomunicazioni e servizi postali, servizi bancari e servizi assicurativi, mobilità e trasporti, pubblica amministrazione e beni e contratti.

  • EUROPEAN COMMISSION Europe on the move

    La Commissione europea ha presentato il terzo ed ultimo pacchetto “L’Europa in movimento” (i primi due risalgono rispettivamente a maggio e novembre 2017), che ha l’obiettivo di ridurre i pericoli legati al traffico e all’inquinamento dei veicoli orientandosi verso soluzioni tecnologiche avanzate continuando a sostenere la competitività dell’industria UE.
    La terza serie di misure va a concludere l’agenda europea per la modernizzazione della mobilità e comprende:
    - misure di sicurezza per veicoli e infrastrutture
    - norme in materia di emissioni di CO2 per veicoli pesanti;
    - piano di azione strategico per lo sviluppo e la produzione di batterie in Europa;
    - strategia sulla mobilità connessa e automatizzata.

  • Su una platea di circa 4 milioni di famiglie potenzialmente beneficiarie dei bonus per l’energia elettrica e il gas, ad oggi ne hanno usufruito, almeno una volta, circa 2 milioni. Nel dettaglio ne hanno usufruito, su base annua, il 34% degli aventi diritto al bonus elettrico e il 27% degli aventi diritto al bonus gas. Pari ad un terzo della platea che ne avrebbe diritto.

  • Consapevoli di cosa sia l’efficienza energetica, ma non di tutti gli strumenti e le scelte individuali che favorirebbero un uso sostenibile dell’energia, visto, ad esempio, che un cittadino su due ignora le detrazioni previste. E, di fronte alle sempre pressanti esigenze di risparmio, tre su quattro chiedono bollette comprensibili e soprattutto basate sui consumi effettivi. Cresce però la coscienza ecologista, considerato che quasi un cittadino su due sarebbe disposto a spendere di più per un’offerta energetica del tutto o in gran parte rinnovabile.
    Sono questi alcuni dei risultati che emergono dalla consultazione civica promossa da Cittadinanzattiva nell’ambito del progetto “SI(e)NERGIA: cittadini e imprese per la sostenibilità energetica”* e presentati oggi a Roma.

  • moccia notai evento

    Mercoledì 17 maggio, alle ore 11.00, presso l’Hotel Nazionale - Piazza di Montecitorio, 131 – Sala Cristallo, è stata presentata l'ultima guida realizzata dal Consiglio nazionale del notariato insieme alle Associazioni dei consumatori tra cui anche Cittadinanzattiva.

    La Guida per il Cittadino si intitola “Dopo di noi", amministratore di sostegno, gli strumenti per sostenere le fragilità sociali", e tratta un tema molto attuale, quello della fragilità sociale.

  • antitrust

    È stata presentata al Parlamento la relazione dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato da parte del presidente Giovanni Pitruzzella nella fase finale del suo settennato. 

    Contrasto alle diseguaglianze e ruolo nell’innovazione e nell’economia digitale sono i temi centrali e le principali sfide per l’Autorità. L’azione dell’Antitrust su questi temi rappresenta un contrasto alle disuguaglianze e allo stesso tempo una risposta alla sfida posta dall’economia digitale in termini di stimolo e non ostacolo all’innovazione.
    Negli anni definiti da Pitruzzella della “Grande Trasformazione” si è assistito ad un cambiamento anche negli impegni dell’Antitrust che, oltre alla tradizionale attenzione al benessere del consumatore, si è impegnata nel raggiungimento di nuovi obiettivi.

  • Controfinanziaria 2020 web 1

    La Campagna Sbilanciamoci!, a cui aderisce anche Cittadinanzattiva, ha presentato il 26 novembre alla Camera dei Deputati la sua “Controfinanziaria”, giunta alla ventunesima edizione, 102 proposte per "cambiare l'Italia". Il Rapporto di Sbilanciamoci!, intitolato “Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace, l’ambiente”, come ogni anno esamina in dettaglio il Disegno di Legge di Bilancio 2020 e delinea una manovra economica alternativa articolata in sette aree chiave di analisi e intervento.

  • Prescrizione a due anni per le maxi bollette della luce

    Scatta oggi la riduzione, da 5 a 2 anni, della prescrizione per le fatture ritardate e di conguaglio.
    Questo è quanto comunicato dall’Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) che attua quanto previsto nella Legge di stabilità 2018.
    Ma cosa cambia?
    Da oggi i venditori di energia elettrica non potranno più esigere il pagamento di bollette di conguaglio che superino i 2 anni precedenti. Un modo questo per limitare le maxi bollette che spesso dipendono da mancanze da parte degli operatori come ad esempio rilevanti ritardi dei venditori o mancate letture da parte del distributore non riconducibili al cliente finale. In questi casi, quindi, il consumatore deve essere informato almeno 10 giorni prima della scadenza del pagamento avvalendosi in questo modo del diritto di pagare solo gli ultimi 24 mesi fatturati.

  • copyright

    L’International Property Rights Index 2019 (IPRI 2019) ha presentato i risultati sullo stato della tutela della proprietà intellettuale nel mondo. Ebbene l'Italia è solo al 46esimo posto: principalmente perché l'insufficiente stabilità politica italiana, accompagnata ad una scarsa efficacia della giustizia civile, non riescono ad assicurare una corposa protezione in materia.

  • Pratiche commerciali scorrette: avviato procedimento dell’Antitrust nei confronti di Acea Ato2, anche su segnalazione di Cittadinanzattiva

    L’Antitrust, in seguito anche all’attivazione di Cittadinanzattiva, ha avviato un procedimento nei confronti di Acea Ato2 per presunte condotte ingannevoli, omissive e aggressive nei  confronti dei consumatori e piccole imprese correlate all’attivazione del contratto per la fornitura del servizio idrico.

    In particolare, numerosi utenti del servizio idrico integrato erogato da Acea Ato 2, si sono rivolti al servizio di consulenza e assistenza (PiT servizi) di Cittadinanzattiva, perché hanno ricevuto una “informativa sulla fatturazione dei conguagli tariffari” relativi al periodo 2006-2011. Come specificato nella stessa informativa, questi conguagli si riferiscono a periodi precedenti al trasferimento all’AEEGSI delle funzioni di regolazione e controllo del settore idrico (01.01.2012) e non sono considerati ai fini del calcolo delle determinazioni tariffarie.

  • newsletter dialogando con i consumatori

    Poste Italiane e le Associazioni dei consumatori condividono, da oltre quindici anni, un percorso di dialogo e collaborazione. Da questo confronto sono nate molte iniziative orientate ai consumatori. Grazie anche alla firma di un Accordo Quadro, è stato istituito il ‘Cantiere Consumatori’, tavolo di lavoro permanente che esamina ed approfondisce, insieme alle Associazioni, tutte le principali iniziative dell’azienda che hanno un impatto diretto sul consumatore.

  • consumatori benecomune 2015 02 11

    flag eng

    La presentazione del rapporto PiT Servizi, quest’anno articolata in quattro rapporti ed altrettanti workshop tematici, è giunta alla sua quattordicesima edizione. In queste ultime settimane in cui il nostro Paese ospita il Semestre Europeo, ricordiamo che il servizio di assistenza e consulenza ai cittadini-consumatori Progetto Integrato di Tutela, è stato reso possibile anche grazie all’Europa, così come molte delle politiche dei consumatori nel nostro paese.
    Più Europa, più tutela del consumatore. Basta ricordare che l’articolo 38 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea, approvata a Nizza nel 2000 recitava: ”nelle politiche dell’Unione è garantito un livello elevato di protezione dei consumatori”,confermando e rafforzando la volontà di mettere al centro di tutte le politiche europee il consumatore.

  • Più controlli per il biologico

    L’Italia leader in Europa nel comparto bio con oltre 70mila operatori e un incremento del 20%, in un anno, delle superfici coltivate, ha approvato il decreto amministrativo sui controlli in materia di produzione agricola e agroalimentare biologica. Questo provvedimento aggiorna le disposizioni ferme al 1995 e si adegua alla normativa europea del settore.
    La norma garantisce maggiore sicurezza per i consumatori tutelando i produttori onesti che rispettano le direttive. Con il decreto vengono infatti introdotti meccanismi che rafforzano la concorrenza leale eliminando i possibili conflitti di interesse degli organismi di controllo. Gli operatori del biologico non potranno detenere partecipazioni societarie degli organismi di controllo superiori della metà del capitale sociale dell’organismo di controllo ad esclusione delle associazioni di carattere consortile senza fine di lucro. Viene stabilito inoltre che gli organismi di controllo non possano svolgere attività diversa da quella di controllo.

  • flag eng

    Bollette poco chiare e conguagli da capogiro: presentato oggi a Roma il Rapporto di Cittadinanzattiva “Pit Servizi 2013: Energia a intermittenza”

    Bollette poco chiare e conguagli da capogiro: sono queste le “voci fisse” che accomunano le fatturazioni di energia elettrica, gas, acqua e rifiuti e mettono in serie difficoltà le famiglie italiane già alle prese con la crisi e con il crollo dei redditi..

    A denunciarlo il Rapporto “Energia ad intermittenza” – XIII Rapporto PIT Servizi presentato oggi da Cittadinanzattiva. Su 9.633 segnalazioni di cittadini, raccolte dai PIT Servizi nazionale e locali nel corso del 2012 il 30% riguarda il settore energia e ambiente (acqua e rifiuti) al quale è dedicato il focus presentato oggi.

  • Unclear bills and mind-boggling adjustments: today in Rome presented the report of Active Citizenship "Pit Services, 2013: Energy intermittently"

    Unclear bills and mind-boggling adjustments: these are the "voices fixed" that unite the billing of electricity, gas, water and waste, and bring into serious difficulties for Italian families already struggling with the crisis and the collapse of income.

  • pirateria online

    In Europa, in Australia, in Corea del Sud, in Canada, ovunque nel mondo il tema della pirateria online, audiovisiva e multimediale, è divenuto cruciale in considerazione degli ingenti danni che questo fenomeno causa all’industria dei contenuti.Nel nostro Paese, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni - AGCOM- si occupa di tutelare il diritto d’autore tramite l’ordine di blocco di siti e piattaforme pirata a seguito delle istanze da parte dei titolari dei diritti. Secondo Fapav - Federazioneper la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali - “I blocchi ordinati dall’AGCOM consentono ai titolari dei diritti di bloccare un sito in tre giorni grazie alle nuove modifiche, recentemente introdotte nel Regolamento, e che prevedono la possibilità di avvalersi di una procedura di urgenza per casi specifici di particolare gravità e le recidive”.

  • Ambiente un cappotto verde per case più fresche in estate e bollette meno care

    I risultati del progetto pilota che l’ENEA sta portando avanti nel Centro Ricerche Casaccia  evidenziano come grazie a piante ed essenze vegetali coltivate su tetti, terrazzi e pareti esterne dei palazzi si arrivi ad un risparmio fino al 15% sulle bollette e un abbattimento del 40% del flusso termico nelle abitazioni nonché una riduzione della temperatura interna fino a 3 gradi.
    La vegetazione crea un vero e proprio cuscinetto isolante che riesce a mitigare i picchi di temperatura durante l’estate facendo in modo che gran parte dell’energia solare non colpisca direttamente la superficie dell’edificio. Inoltre grazie all’evapotraspirazione delle piante si riesce a disperdere una grande quantità di energia termica che verrebbe assorbita dall’edificio e rilasciata sotto forma di calore all’interno delle abitazioni. D’inverno si stimerebbe un risparmio del 10% grazie alla ventilazione naturale che riduce l’umidità dalle pareti esterne diminuendo la dispersione termica dell’edificio.

  • Coldiretti Impresa Pesca si è occupata di un problema serio che spesso si presenta sulle tavole dei ristoranti italiani, quello della contraffazione del pesce. L’allarme della Coldiretti è per alcuni pesci “tarocchi” che puntualmente finiscono nei menù dei nostri ristoranti, mentre il consumatore, ignaro, crede di aver messo sotto i denti un pesce controllato. Un'etichetta d'origine per il settore ittico, in grado di tracciare interamente il pesce fino alla destinazione finale, sia esso il banco del mercato, o la tavola del ristorante, secondo Coldiretti porrebbe fine a questo problema. Approfondisci

  • antitrust su automobili

    I fuochi d’artificio di inizio anno dell’AGCM – l’Autorità Garante della Concorrenza del Mercato – non lasciano indifferenti il pubblico dei consumatori.
    Il primo, pochi giorni fa. Il Garante ha sanzionato sonoramente per ben 678 milioni di euro otto case automobilistiche e le loro banche operanti in Italia, in testa Fca, Bmw, Volkswagen, Ford e General Motors. Il motivo? Aver fatto cartello per 14 anni, tra il 2003 e il 2017, sui finanziamenti per l’acquisto delle vetture, cioè sui prestiti per chi acquista l’auto a rate. 
    In estrema sintesi, si rappresenta che le parti abbiano condiviso un set informativo completo, concernente prezzi e politiche commerciali, al fine di adeguare l’offerta rivolta al pubblico eludendo così il sistema concorrenziale.

  • poker

    Nell'ambito del progetto Educazione alla Salute il movimento di partecipazione civica CittadinanzattivaIglesias – Carbonia, organizza, con il patrocinio del Comune di Iglesias,  una serie di incontri per discutere su temi di forte impatto sociale con l'obiettivo di informare, offrire sostegno e guidare il cittadino nella ricerca di possibili soluzioni. 

  • spesa elettrica

    In un recente comunicato stampa, l’ARERA - Autorità di regolazione per energia reti e ambiente - rende noto che per il 2019 la spesa per l'energia elettrica in una famiglia media (consumi medi di energia elettrica di 2.700 kWh all'anno e una potenza impegnata di 3 kW) conterrà una riduzione del - 0,08%. 

    Ciò è determinato da un deciso calo della componente a copertura dei costi per l’approvvigionamento della materia prima (-5,32% sulla spesa della famiglia tipo), controbilanciato dalla riattivazione degli oneri generali (+5% sulla stessa spesa). La spesa per il gas invece, avrà una crescita del + 2,3%.

  • piu sai piu sei new

    Nel quadro del progetto “Consapevolmente consumatore, ugualmente cittadino” (finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi del DM 7 febbraio 2018) martedì 22 ottobre scorso è stata lanciata la campagna di comunicazione “Più sai, più sei” che ci accompagnerà per un anno raccontando e promuovendo le iniziative, le attività e gli strumenti che saranno realizzati nell'ambito del progetto.

    I promotori, Cittadinanzattiva, Confconsumatori e Movimento Consumatori, hanno posto come finalità principale la lotta alle disuguaglianze (in linea con il goal 10 di Agenda Onu 2030 per lo sviluppo sostenibile) – puntando sulla maggiore consapevolezza del cittadino come chiave per superare disagi e vulnerabilità: saranno suggeriti infatti percorsi di consapevolezza e informazione per muoversi con maggiore facilità tra i propri diritti.

  • 730 2015 03 04

    Le nuove regole dei pacchetti turistici, votate il 27 Ottobre, stabiliscono che chi comprerà un pacchetto turistico online con la formula “tutto compreso” o tramite pagine web collegate, che includono almeno un volo e un hotel o un auto-noleggio, godrà della stessa protezione d chi acquista un pacchetto turistico presso le agenzie di viaggio.

  • pacchetti turistici

    Dal 1° luglio 2018 è entrata in vigore la Direttiva UE 2015/2302 sui pacchetti turistici e servizi turistici collegati, recepita nel nostro Paese con il D.Lgs. n. 62/2018 pubblicato in Gazzetta Ufficiale, lo scorso 6 giugno. La nuova disciplina introduce maggiori tutele per la tipologia di viaggi “tutto compreso”, dettate da una esigenza europea e dalle nuove abitudini dei viaggiatori che si sono fatte strada negli anni. Le nuove tecnologie, l’era del digitale, l’e-commerce hanno di fatto modificato le abitudini dei consumatori. Che sono diventati sempre più esigenti sia nella scelta delle mete vacanziere, che del prezzo. Anche le agenzie di viaggi sono considerate “obsolete”.

  • tutela copy

    Il mese dell’educazione finanziaria, che si svolge dal 1 al 31 ottobre, è iniziato. Sono tante le iniziative sparse in tutta Italia e consultabili nel link sotto riportato.

    L'obiettivo, è accrescere le conoscenze finanziaria pianificando più accuratamente il proprio futuro, risparmiare ed investire meglio i propri risparmi gestendo meglio il proprio debito.

  • osservatorio poverta eu

    L’Osservatorio Ue sulla povertà energetica, istituito dalla Commissione e presentato lunedì 29 gennaio, raccoglie i dati di tutti i Paesi europei relativi a diversi aspetti afferenti al tema della povertà energetica, problema che riguarda tutti gli Stati membri. L’obiettivo dell’EU Energy Poverty Observatory è quello di raccogliere dati, compararli e renderli disponibili creando una vera e propria piattaforma per governi e amministrazioni locali come “luogo” di confronto e condivisione con lo scopo di individuare e lavorare a soluzioni comuni.
    L’Italia, secondo i dati dell’Osservatorio, registra risultati non soddisfacenti in molti degli indicatori, collocandosi in una fascia medio-bassa della classifica. Ventesimo posto su ventotto per quanto riguarda la capacità delle famiglie di poter riscaldare in modo adeguato la propria abitazione (il 14,6% delle famiglie italiane).

  • Si tratta di un osservatorio nazionale per il monitoraggio degli appalti e la diffusione delle buone pratiche.

    La costituzione di un osservatorio nazionale sugli appalti nasce dall'accordo sottoscritto a Roma nel marzo 2002 da Cittadinanzattiva-onlus e le principali Associazioni di rappresentanza del movimento cooperativo italiano - Ancst/Legacoop, Ancosel/Agci, Agci/Solidarietà, Federlavoro e Servizi/Confcooperative Federsolidarietà/Confcooperative.

  • “Consumatori più consapevoli, mercati più efficienti. Le migliori pratiche di associazioni, aziende e istituzioni per promuovere un circolo virtuoso”, questo il titolo del convegno che si terrà a Roma il 28 settembre prossimo, dalle ore 9.30 alle ore 13.30 presso la Sala delle Conferenze, Piazza di Monte Citorio 123/A. All’evento organizzato dall’ I-Com, l’Istituto per la competitività, parteciperà Antonio Gaudioso, Segretario generale di Cittadinanzattiva. L'evento inoltre, inaugura le attività del neo-costituito Osservatorio I-Com sui Consumatori. Scarica il programma del convegno. Approfondisci

  • origine obbligatoria in etichetta per latte e formaggi in Italia

    Arriva l’obbligo di inserire nelle etichette dei prodotti lattiero-caseari l’indicazione di origine. A partire dal 19 aprile 2017 dovrà essere indicata con chiarezza, visibilità e leggibilità la provenienza delle materie prime dei prodotti in questione.

    Viene assolta in questo modo la necessità di avere delle informazioni quanto più chiare possibile da parte del consumatore che ha così in mano uno strumento utile per conoscere la reale provenienza delle materie prime e per arginare l’inganno del falso Made in Italy.

  • pomodori

    Con il ritorno dalle vacanze estive entra in vigore l’obbligo di indicare in etichetta l’origine per pelati, polpe, concentrato e altri derivati del pomodoro. In questo modo sarà chiara la provenienza della materia prima e verranno smascherati i prodotti coltivati all’estero e spacciati come italiani. 

    Questo tipo di etichettatura, in via sperimentale per due anni, prevede che venga indicato il nome del Paese nel quale il pomodoro viene coltivato e il nome del Paese in cui il pomodoro è stato trasformato. Se tutte le operazione avvengono nello stesso Paese, per esempio in Italia si può utilizzare la dicitura “Origine del pomodoro: Italia”. Nel caso in cui le fasi avvengano invece in più Paesi si possono utilizzare le diciture: Paesi UE, Paese Non UE e Paese UE e non UE.

  • notifiche

    Quanto tempo passiamo al cellulare? Quante volte lo controlliamo per verificare se sono arrivate nuove notifiche? In metro e sul bus, a piedi e in macchina, nel tragitto casa lavoro- scuola, nel tempo libero e perfino durante le vacanze, non importa dove l’importante è essere sempre connessi con il mondo esterno. Ma siamo davvero connessi o è solo la proiezione di un qualcosa che di reale non è? Secondo un sondaggio online condotto dall’ Associazione Di.Te. (Associazione Nazionale Dipendenze Tecnologiche, Gap e Cyberbullism) citato a dicembre 2017 su Repubblica, su un campione di 500 persone di età compresa tra i 15 e i 50 anni, il 51% dei ragazzi tra i 15 e i 20 anni ha difficoltà a prendersi una pausa dalle nuove tecnologie tanto da arrivare a controllare in media lo smartphone 75 volte al giorno. Addirittura il 7% lo fa fino a 110 volte al giorno.

  • Nuovo protocollo di autoregolazione volontaria siglato da Edison e dalle AACC

    Martedì 8 maggio è stato rinnovato il protocollo di autoregolazione volontaria tra Edison e le Associazioni dei Consumatori del CNCU. Con il rinnovo Edison si impegna a perseguire il miglioramento continuo  della qualità dei propri processi contrastando le attivazioni dei contratti di forniture elettrica e gas non richieste. Oltre alle disposizioni previste dal Codice del Consumo e delle delibere dell’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente sono previste delle procedure di controllo ulteriori e più stringenti.
    Per questo sono previste delle penalità, fino al recesso, per le agenzie di vendita che hanno il mandato di promuovere contratto per nome di Edison e che utilizzano pratiche scorrette.

  • agcomtelecomunicazioni copy

    Hai cambiato operatore telefonico e ti sono stati addebitati costi di recesso elevati? A confermarlo arriva anche l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni che si sarebbe accorta del problema, nelle sue attività di vigilanza, muovendosi cosi nei giorni scorsi per risolverlo. Ha pubblicato le prime linee guida sui costi di recesso e cambio gestore, dove dice appunto come gli operatori dovrebbero ridurli. Cittadinanzattiva denuncia da tempo nelle relazioni PiT Servizi, non solo le difficoltà per gli utenti di recedere o migrare ad altro gestore, ma anche i costi collegati a queste procedure.

  • Nuove regole per chi recede e cambia operatore

    L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha approvato delle nuove linee guida sul recesso e sulle modalità di passaggio ad altro operatore telefonico, internet e di pay tv stabilendo che i costi a carico dei consumatori non devono superare il canone mensile. Non si dovranno restituire gli sconti e se un utente ha in corso un pagamento a rate per un servizio o un prodotto - ad esempio uno smartphone - potrà decidere se proseguire a saldare il conto ogni mese o versare la cifra rimanente in un colpo solo.

  • Nuove etichette per i derivati del pomodoro

    Dopo pasta e riso è la volta del pomodoro. Il prodotto tipico del Made in Italy sarà più tutelato dall’Italian Sounding. Il decreto interministeriale firmato da Calenda e Martina introduce in etichetta l’indicazione dell’origine dei derivati del pomodoro. Il provvedimento viene applicato ai derivati del pomodoro come conserve e concentrato oltre che a sughi e salse composte da almeno il 50% di derivato del pomodoro.
    Quindi un altro passo in avanti per etichette più trasparenti a tutela dei consumatori in linea con le esigenze dei cittadini per cui è importante conoscere l’origine delle materie prime.

  • I consumatori potranno contattare il contact center di Equitalia al numero 800 178 078, chiedendo informazioni sull'attività di riscossione. Per saperne di più. Consulta l'elenco degli sportelli Equitalia

  • Continua "No slot", la petizione contro il gioco d'azzardo promossa dal quotidiano Vita.it che fa emergere quanto il gioco e le dipendenze a esso colegate siano divenute emergenza sociale. Approfondisci

  • Ritardi Treno

    "La nevicata del 26 febbraio manda in tilt il trasporto ferroviario: da Italo a Trenitalia treni bloccati per ore con forti disagi per i passeggeri. Le avverse condizioni metereologiche che si sono abbattute nel nostro Paese nelle ultime ore non possono ritenersi degli eventi straordinari dovuti a causa di forza maggiore, ma al contrario delle situazioni indennizzabili a causa dei disagi provocati. Se il tuo treno è stato soppresso o ha subito un ritardo puoi chiedere un rimborso alla azienda di trasporto ferroviario.

  • Per le Etichette obbligo di indicare lo stabilimento di produzione

    Scatta l’obbligo di indicare in etichetta lo stabilimento di produzione o confezionamento degli alimenti. È quanto rende noto Coldiretti nell’annunciare l’entrata in vigore  del Decreto Legislativo 15 settembre 2017 n. 145, dopo 180 giorni dalla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale. Il Decreto reca la Disciplina dell’indicazione obbligatoria in etichetta della sede e dell’indirizzo dello stabilimento di produzione o, se diverso, di confezionamento. Federconsumatori: “Urgente garantire l’applicazione della normativa Ue a tutela del consumatore”. Si tratta di “una norma – commenta Coldiretti – per consentire di verificare se un alimento è stato prodotto o confezionato in Italia” che è “sostenuta dai consumatori che per l’84% ritengono fondamentale conoscere, oltre all’origine degli ingredienti, anche il luogo in cui è avvenuto il processo di trasformazione, secondo la consultazione on line del Ministero delle Politiche Agricole”.

  • natale tempi di viaggio

    Da giorni si respira aria di Natale, le vetrine sono addobbate a festa, le strade illuminate, i supermercati pieni di panettoni e torroni, i negozi riservano sconti speciali per le strenne natalizie, le agenzie di viaggi offrono le mete più varie per chi vorrà approfittare di queste vacanze per partire. Perchè non farsi contagiare dalla voglia di evadere e staccare dalla routine del quotidiano? Tra Natale, Capodanno e l’Epifania c’è solo l’imbarazzo della scelta, resta solo decidere dove andare.

  • consumatori benecomune 2015 02 11

    Article 38 of the Charter of Fundamental Rights of the European Union, approved in Nice in 2000 states that, "Union policies shall ensure a high level of consumer protection", confirming and strengthening to put consumers at the heart of the European policies. But it is only recently, with the implementation of the European Directive 83/2011/EU, that consumers have greater protection with regards to unfair trade practices throughout the internet.

    In Italy, in the nearly ten thousand complaints collected by Cittadinanzattiva over the last year from citizens on: telecommunications, transport, energy, banking, insurance and postal  services, it emerged  that there is a  greater need for the protection of the consumer.

    There are two important aspects on the complaints: the first on the quality of services and the second on the nature of consumer groups.

  • Minaccia iscrizione a banca dati morosi non attiva Antitrust apre istruttorie

    "Minacciavano i propri clienti con solleciti di pagamento per fatture non saldate e presunti addebiti insoluti, anche oggetto di contestazione, paventando l’iscrizione alla banca dati dei morosi SIMoITel, che non è ancora operativa. Questo il comportamento contestato dall’Antitrust alle principali società di telefonia. L’Autorità ha aperto tre istruttorie nei confronti di Wind Tre, Telecom Italia e Vodafone Italia, che ora hanno tempo fino al 12 febbraio per rispondere alla richiesta di informazioni dell’Antitrust.

  • Migliorare la cooperazione tra le autorità nazionali dei consumatori

    Il 14 novembre 2017 il Parlamento europeo ha approvato il nuovo quadro relativo alla cooperazione per la tutela dei consumatori. Proposto dalla Commissione nel maggio 2016, il regolamento aggiorna le norme sui diritti dei consumatori e punta a migliorare il meccanismo di cooperazione a livello dell'UE per la tutela dei consumatori. In primavera la Commissione presenterà il nuovo accordo per i consumatori.

  • mercato libero energia

    Da una recente indagine condotta dall'Arera - l'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente - gli italiani non sanno ancora bene cosa sia il mercato libero dell'energia. E non solo. Molti utenti leggono ancora in modo incompleto la bolletta non avendo perciò una completa percezione di quanto consumano. Agendo in questo modo, risulta più complesso cambiare operatore o anche solo cercare un'offerta migliore.
    I gestori attualmente in campo sono più di 400, ognuno con offerte differenti a seconda delle esigenze. Eppure, a causa della scarsa informazione circa i piani tariffari, gli utenti non sono realmente a conoscenza del panorama complessivo di cui possono fruire. I portali di comparazione sono utilizzati ben poco rispetto ai vantaggi che offrono. Peraltro, anche l'Autorità stessa ne possiede uno.

  • Maxi conguaglio di energia risolto in conciliazione grazie a Cittadinanzattiva

    Un maxi conguaglio da 86 mila euro si risolve in conciliazione grazie all’intervento di Cittadinanzattiva. Proprio cosi, nel settembre 2017 un condominio romano riceve una fattura contenente un conguaglio di euro 86 mila relativo a consumi compresi nel periodo tra il 1 gennaio 2008 e il 2014, anno quest’ultimo in cui il condominio cessa il rapporto con il proprio fornitore del servizio di gas naturale. Più nel dettaglio, nel 2014 l’azienda energetica all’atto della cessazione del contratto, emetteva un primo conguaglio pari a euro 141 mila a chiusura della condizione contrattuale con l’utente che si vedeva riconoscere anche una nota di credito a titolo di rimborso. 

  • Per Johnny marzo sarà un mese ricco di eventi. L’iniziativa, realizzata da Cittadinanzattiva, Federazione Confconsumatori - ACP e Movimento Consumatori, grazie al finanziamento del Ministero dello Sviluppo economico, prevede, tra le sue attività, incontri di formazione e informazione nelle piazze italiane rivolti ai cittadini su servizi pubblici locali, diritti dei passeggeri, ecommerce e piattaforme di economia collaborativa (sharing economy).

    Grazie ad un maxi gioco dell’oca grandi e piccini potranno mettere alla prova, divertendosi, le loro conoscenze sui temi del progetto. Momenti di formazione e intrattenimento completeranno le attività degli operatori delle associazioni che saranno, per l’intera durata dell’evento, a disposizione per fornire informazioni utili, gadget e distribuire materiale informativo.

    Seguendo la logica del “giocando si impara” attraverso le domande del gioco dell'oca i consumatori prenderanno confidenza con i propri diritti e doveri di cittadini.

    L'attività di informazione e di sensibilizzazione è volta non solo alla diffusione di un consumo responsabile, ma anche a rendere consapevoli i cittadini del loro ruolo attivo nella valutazione e nel controllo dei servizi che utilizzano quotidianamente.

    Il calendario degli eventi è disponibile sulla landing page del progetto, presente sul sito http://www.cittadinanzattiva.it/progettojohnny/. L’iniziativa prevede anche sportelli itineranti che girano l’Italia e offrono “on the road” ai consumatori consulenza e materiali informativi. A marzo lo sportello fa tappa a Roma, tutte le date sono presenti sempre nella landing page.

  • Multa Antitrust 9

    Appuntamento venerdì 15 giugno per il quarto incontro roadmap territoriale organizzato da Cittadinanzattiva e Adiconsum a Perugia.
    Nel corso dell’incontro verrà presentato il Manifesto per l’energia del futuro nonché la transizione dal Mercato di Maggior Tutela al Mercato Libero individuando le opportunità presenti sul Mercato Libero.
    Un approfondimento sarà dedicato agli adempimenti in atto nel mercato al dettaglio dell’energia.

  • inserzioni FB risparmio vulnerabilità 05

    Nuovi consigli utili per i consumatori nell’ambito della campagna informativa del progetto su Risparmio e vulnerabilità realizzato nell’ambito del programma “Più informati, più protetti” promosso dal Forum ANIA-Consumatori, che ha l’obiettivo di informare e sensibilizzate i consumatori su temi di grande interesse. Questa volta parliamo di infortuni e malattia che possono verificarsi nel corso della vita lavorativa e che possono influire negativamente sulle condizioni economiche della famiglia.
    Le principali forme di prevenzione e tutela sono descritte nell’approfondimento “In caso di malattia e infortunio…cosa succede?”.

  • Sono diverse le novità introdotte dalla direttiva sulla tutela dei consumatori e le principali misure riguardano i contratto di servizi, stipulati telefonicamente e che riguardano le utenze domestiche, e gli acquisti on line. Qualche esempio?Per l'esercizio del diritto di recesso si passa da 10 a 14 giorni,e per i contratti telefonici è richiesto il consenso scritto. Approfondisci

  • portale

    Dal 21 settembre è attivo il nuovo Portale Offerte dell'Autorità per l'Energia elettrica e il gas grazie al quale sarà più semplice confrontare le numerose offerte di luce e gas disponibili sul mercato e riuscire a scegliere la tariffa più conveniente nella giungla dei gestori energetici.
    Sul portale, che sostituisce il precedente sito comparatore - Trova offerte - è possibile trovare le offerte del mercato tutelato e quelle del mercato libero, ma solo dei gestori che hanno scelto di pubblicarle. Entro la fine dell’anno tutti gli operatori del mercato libero che non hanno ancora aderito dovranno entrare nel Portale Offerte.

  • Per porre riparo alle liti tra condomini e amministratore di condominio ora è possibile attivare la procedura di conciliazione e risolvere in via bonaria un eventuale contenzioso insorto. E' stato, infatti, siglato il Regolamento per la conciliazione paritetica fra ANACI (Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari) e otto associazioni nazionali dei consumatori (Adiconsum, Adoc, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Federconsumatori, Movimento Consumatori, Unione Nazionale Consumatori, Movimento difesa del cittadino, Centro Tutela Consumatori e Utenti). Scarica il modulo di negoziazione

  • L'esecutivo vara una nuova lenzuolata di liberalizzazioni per favorire, sostiene il Governo, la concorrenza, migliorare la qualità dei servizi ai cittadini-consumatori e ridurre le tariffe. Cosa cambia e come? Approfondisci

  • Liberalizzazioni. Consumatori: "Chiediamo una Class Action a portata dei cittadini"

    "Siamo contrari all'eventuale decisione di lasciare al Tribunale delle imprese la competenza a trattare le richieste di class action. Una eventualità che diventerebbe un ostacolo per l'accesso alla giustizia da parte dei consumatori". Le associazioni Adoc, Adiconsum, Cittadinanzattiva, Federconsumatori e Movimento Consumatori chiedono che venga abbandonata questa linea che si sta adottando in Commissione Senato, dove si sta correndo il rischio di dare il via a un percorso che renderebbe ancora più difficoltoso l'accesso alla giustizia da parte dei cittadini.

  • Consumatori: "Bene approvazione delle proposte su conto correnti, mutui e class action"

    Adoc, Adiconsum, Cittadinanzattiva Federconsumatori e Movimento Consumatori esprimono soddisfazione per l'approvazione delle proposte su mutui, conti correnti e class action.
    Per quanto riguarda le assicurazioni legate all'erogazione di mutui immobiliari nelle proposte si legge che "le banche, gli istituti di credito e gli intermediari finanziari se condizionano l'erogazione del mutuo alla stipula di un contratto di assicurazione sulla vita sono tenuti a sottoporre al cliente almeno due preventivi di due differenti gruppi assicurativi non riconducibili alle banche, agli istituti di credito e agli intermediari finanziari stessi.

  • A distanza di cinque anni dalla Legge Bersani, quali i vantaggi per i consumatori? Secondo uno studio della Cgia, la Confederazione artigiani di Mestre, il bilancio delle privatizzazioni e delle liberalizzazioni nel nostro Paese è nettamente negativo. Nonostante la maggiore apertura dei mercati alla concorrenza, i prezzi dei servizi invece di scendere sono aumentati, con poche eccezioni. Approfondisci

  • Cittadinanzattiva è da tempo fortemente convinta che alcuni processi di liberalizzazione siano ormai urgenti. Riteniamo che l'aumento della concorrenza in alcuni settori possa produrre efficienza e innovazione. In particolare, dalle liberalizzazioni i cittadini consumatori si attendono un miglioramento della qualità dei beni e dei servizi erogati e/o una diminuzione dei prezzi e delle tariffe.

  • Grandi eventi in programma per “Io Sono Originale”, il progetto del Ministero dello Sviluppo economico, Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione - UIBM realizzato in collaborazione con le associazioni dei consumatori, che mette in campo attività di informazione e di sensibilizzazione per i cittadini sulla contraffazione e sulla tutela della proprietà industriale.

    L’8 aprile prossimo in occasione della maratona di Roma riprende il road show (che ha già visto a novembre scorso, in occasione della “Settimana anticontraffazione” organizzata dal Mise, la realizzazione di due tappe a Genova e a Firenze). Dopo Roma, saranno ancora 13 gli appuntamenti in giro per l’Italia: il 15 aprile a Pescara, il 20 a Napoli, il 21 a Pizzo Calabro, il 22 a Matera. Si riprende poi a maggio con un evento organizzato nell’ambito di Cibus, salone internazionale dell’alimentazione che si terrà a Parma dal 7 al 10 maggio, e con due tappe a giugno: il 2 a Barletta e il 9 ad Avellino. Altre tre tappe sono concentrate a fine agosto: il 29 a Sestri Levante, il 30 a Milano e il 31 a Trento e si finisce con gli ultimi appuntamenti il 1° settembre a Jesolo, il 2 a Monselice/Conselve e il 4 ad Ancona.

  • spese scuola detraibili

    Dal nido alla palestra, dalla mensa allo scuolabus, ma anche gite scolastiche e corsi di lingua e teatro. Sono tante le spese per i figli per le quali sono previste detrazioni d'imposta, alcune nuove di zecca. Possibile organizzarsi per sfruttare al massimo l'agevolazione, in modo da non perdere i rimborsi in caso di incapienza. 

    Esordio quest'anno per la detrazione del 19% per l'acquisto di sussidi destinati a favorire la comunicazione verbale e l'apprendimento delle lingue da parte degli studenti affetti da disturbi dell'apprendimento (DSA). Non è previsto un tetto di spesa.

  • pensioni militari

    Cittadinanzattiva Lazio promuove azioni di tutela dei diritti dei cittadini e sostiene azioni volte alla promozione della partecipazione civica nelle politiche pubbliche. Questi due assi sono imprescindibili nell’agire quotidiano della nostra organizzazione. Tale approccio ci ha portato negli anni a occuparci dei settori più disparati della vita pubblica: la salute, la scuola, la giustizia, i servizi di pubblica utilità, il sociale.

  • Le nuove regole per promuovere il gioco dazzardo

    All’interno del Decreto Dignità, il primo decreto firmato dal Ministro del Lavoro e Sviluppo Economico apparso in Gazzetta Ufficiale la scorsa estate, viene contrastata la ludopatia. Il provvedimento contiene una serie di misure atte a limitare la pubblicizzazione di qualsiasi forma di gioco d’azzardo.
    Il 18 aprile 2019, l’AGCM - l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, ha diffuso le linee guida riguardanti il divieto di pubblicità, sponsorizzazioni e tutte le altre forme di comunicazioni a contenuto promozionale relative a giochi o scommesse con vincita in denaro. Ciò, al fine di tutelare il consumatore, con particolare riferimento alle categorie ritenute vulnerabili quali i giocatori patologici, i minori e gli anziani.

  • Se ne è parlato a UnoMattina in Famiglia. Tra gli ospiti Antonio Gaudioso, segretario generale di  Cittadinanzattiva. Dal minuto 13 potremo cercare di capire se con questa manovra "Le tasse diminuiscono"? Guarda l'intervista

  • Ecco le novità salienti della Manovra. Per l'Rc Auto, ad esempio, è chiaro l'intento del Governo di limitare le truffe prevedendo sconti per gli assicurati che acconsentono a una perizia del proprio veicolo prima della stipula dell'assicurazione o all'installazione di una scatola nera a bordo. Approfondisci

  • acqua abiente citta

    Il progetto ha l’obiettivo di contribuire a una maggiore conoscenza e consapevolezza dei cittadini riguardo all’Agenda 2030 favorendo cambiamenti di comportamento e atteggiamenti attivi per la diminuzione dell’impatto antropico sull’ambiente.

    Affrontare il tema dell’acqua in un’ottica diversa che parte dal concetto di accesso alla risorsa idrica come diritto umano fondamentale e bene comune per una gestione più sostenibile delle risorse naturali, è alla base della proposta progettuale.

  • energia aprile calano bollette

    L'Arera - l'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente - comunica che da lunedì primo aprile si registrerà un significativo calo del costo dell’energia elettrica e del gas naturale per la famiglia tipo (la famiglia tipo ha consumi medi di energia elettrica di 2.700 kWh all’anno e una potenza impegnata di 3 kW; per il gas i consumi sono di 1.400 metri cubi annui). Il calo delle bollette si tradurrà in un risparmio di 168 euro annui: 50 per la luce, 118 per il gas.

  • consultazione civica sulla gestione dellacqua

    Nel quadro del progetto “Le città e la gestione sostenibile dell’acqua e delle risorse naturali”, cofinanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AID 011788), Cittadinanzattiva, a partire da lunedì quattro novembre, ha lanciato la consultazione civica che si propone di coinvolgere i cittadini per promuovere buone prassi nei comportamenti per la gestione sostenibile delle risorse naturali, in particolare rispetto ad usi e consumi dell’acqua potabile.

  • European Consumer Day 2018

    Per la ventesima edizione della Giornata Europea del Consumatore, il Comitato economico e sociale europeo insieme al Consiglio economico e sociale della Bulgaria organizzerà a Sofia il 20 marzo un evento dal titolo “The digital economy: what deal for consumers?” che questa volta approfondirà l’impatto dell’economia digitale sui consumatori.
    In un contesto in cui la digitalizzazione coinvolge i consumatori e in cui l’economia e la società si dirigono verso l’età del post consumo di massa si apre un confronto necessario che parte da alcune domande legate alle aspettative dei consumatori. Come i big data influenzano le scelte? Qual è il valore dei dati personali e chi li sta usando?

  • Una delle principali novità introdotte dalla Legge n. 244 del dicembre 2007 (la Legge Finanziaria 2008), è la nuova disciplina del controllo dei servizi pubblici locali (art.2 comma 461). Per Cittadinanzattiva si tratta della realizzazione di un principio che è alla base dell'esistenza stessa del nostro Movimento e punto di arrivo di un impegno concreto che si è espresso in una molteplicità di iniziative fin da quando nel 1994 fu emanata la Direttiva Ciampi-Cassese sulle Carte dei servizi.

  • terzaetà

    Venerdì 12 ottobre u.s. si è tenuta a Montecitorio la presentazione della 15^ guida per il cittadino "La terza età strumenti patrimoniali, opportunità e tutele" realizzata grazie alla collaborazione tra il Consiglio nazionale del notariato e le principali Associazioni dei consumatori tra cui anche Cittadinanzattiva. La guida contiene i principali strumenti patrimoniali disponibili per la terza età, rappresentando sia opportunità che tutele.

  • tassazione articolo

    L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato - Agcm, ha presentato pochi giorni fa la relazione annuale su quanto realizzato nell'anno precedente.
    Alcuni dati: sono state comminate sanzioni alle aziende per un ammontare superiore a 1 miliardo e 277 milioni di euro, di cui oltre 1 miliardo e 192 milioni di euro in sede di enforcement antitrust ed oltre 85 milioni di euro in materia di tutela del consumatore. Per quanto concerne la tutela della concorrenza, sono stati chiusi 13 procedimenti per intese, 11 procedimenti per abuso di posizione dominante e 5 procedimenti per concentrazioni.

  • Roma Lido

    "Il record negativo ancora non è stato perso: anche nel 2017 la linea ferroviaria peggiore d'Italia, secondo Legambiente, è la ferrovia suburbana Roma-Lido gestita dall'Atac. Qui i treni hanno in media 20 anni, i passeggeri sono calati del 45% in pochi anni e le biglietterie ci sono solo in un quarto delle stazioni. Viaggiare in treno su questa tratta, insomma, continua a essere una vera e propria odissea.

  • arera

    L'Arera - Autorità di regolazione per energia reti e ambiente – ha pubblicato la Relazione annuale per l’anno 2019. Il documento presenta alcuni dati interessanti.
    Per quanto riguarda il settore idrico, la variazione media delle tariffe, rispetto all’anno precedente, è stata pari allo 0,4% nel 2018 e allo 0,8% nel 2019, confermando una sostanziale stabilità delle tariffe all’utenza. Scomputando le diverse voci che compongono il corrispettivo pagato dagli utenti domestici, il 39% della spesa è imputabile al servizio di acquedotto, per il quale si spendono a livello nazionale 121,1 euro/anno, mentre per i servizi di fognatura e depurazione si pagano rispettivamente 39 euro/anno (il 13% del totale) e 89 euro/anno (con una incidenza del 29%).

  • Giuliana, conciliatrice Poste di Cittadinanzattiva

    Giuliana Borello

    PIEMONTESE

    In Cittadinanzattiva dal 1997

    Conciliatrice poste

    Quale è un bilancio della tua esperienza di conciliatrice ?
    Bilancio molto positivo per la possibilità offerta ai cittadini che hanno subito un danno di essere sostenuti da una organizzazione civica per far valere i propri diritti.

    Nel rispetto della regola della riservatezza prevista per lo svolgimento delle conciliazione, ci puoi raccontare qualche caso che ti sta particolarmente a cuore o qualche episodio emblematico trattato in conciliazione?

  • legge di bilancio.ok

    La legge n° 145/2018 più comunemente conosciuta come la Legge di Bilancio, concede alle persone fisiche che abbiano un Isee fino a 20mila euro, il “saldo e stralcio” dei propri debiti fiscali e previdenziali contratti tra il primo gennaio 2000 e il 31 dicembre 2017.

    La soglia è tale da permettere a coloro che versano in una grave e comprovata situazione di difficoltà economica, una riduzione delle somme dovute nelle ipotesi di carichi tributari pendenti derivanti dall’omesso versamento:

  • calzature

    Il Mise – Ministero per lo Sviluppo Economico – rende noto che è entrato in vigore il decreto legislativo n. 190 del 15 novembre 2017 che fissa le sanzioni per le violazioni del Regolamento UE n. 1007/2011 (tessili) e della Direttiva 94/11/CE (calzature).
    Entrambe le disposizioni europee impediscono al fabbricante o all’importatore di mettere nel mercato un prodotto tessile o di calzatura privo di etichetta o con etichetta diversa dalla reale composizione del prodotto.
    Tra gli aspetti interessanti della normativa vi è il fatto che l'etichettatura o il contrassegno siano redatti nella lingua ufficiale dello Stato sul cui territorio i prodotti tessili sono messi a disposizione del consumatore, oltre al nome e all’indirizzo per esteso dell’azienda produttrice. Per quanto riguarda le scarpe, poi, si dovrà anche poter identificare la composizione della tomaia, del rivestimento e delle suole (sia interna sia esterna).

  • altra economia

    Ha preso il via il progetto “La nostra economia: consumatori fra cittadinanza ed educazione economica”, finanziato dalla Regione Lazio, curato e realizzato dalle Associazioni di consumatori Cittadinanzattiva Lazio Onlus, Altroconsumo, Confconsumatori Lazio e Movimento Consumatori Sez. di Roma Capitale.
    Il progetto si rivolge ai consumatori che vivono l’economia reale in qualità di cittadini alle prese con la spesa quotidiana per i consumi e con la gestione del budget familiare, ma anche come risparmiatori e piccoli investitori attivi nel sistema dei servizi bancari, finanziari e assicurativi, con l’obiettivo di contribuire ad accrescere l’informazione sui prodotti e sugli strumenti, a sensibilizzare ed educare ad un uso più consapevole del denaro in termini di spesa, investimenti e risparmio, e a fornire assistenza per la tutela dei diritti.

  • lotta alla contraffazione copy

    Si è riunito recentemente il Consiglio Nazionale Anticontraffazione per l’approvazione del Piano Strategico Nazionale 2019-2020 al fine di discutere gli obiettivi futuri della lotta alla contraffazione.
    Dai dati che emergono risulta che i maggiori produttori mondiali di prodotti contraffatti destinati all’Italia sono Cina e Hong Kong mentre il paese più vicino all’area euro che più riproduce illegalmente marchi italiani è la Turchia. In Italia, le aree da dove sono stati registrati maggiori illeciti di prodotti contraffatti sono la zona di Prato, Firenze e Napoli.
    Il genere di abbigliamento appare come il bene più contraffatto, seguito da quello elettronico e quello alimentare.

  • roaming copia

    La Commissione Europea ha recentemente ribadito che la fine delle tariffe applicate al roaming internazionale ha portato grandi benefici ai consumatori dell'Unione Europea. E' infatti dal giugno 2017 che l'uso dei dati mobili all'interno dell'UE permette all'utente di fruire di un trattamento pari a quello del paese di provenienza.
    Tale cambiamento ha fatto registrare un uso dei dati mobili all'interno dei paesi UE superiore di ben 10 volte rispetto all'anno precedente.

  • disinformazione

    Il web come mezzo di informazione è sotto minaccia.
    Al pari della televisione e della radio, informarsi tramite il web non pone l'utente al riparo da rischi.
    L'Agcom - Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - in un comunicato di pochi giorni fa, segnala che durante il 2018 il volume di disinformazione online ha raggiunto il livello massimo in corrispondenza delle elezioni politiche del 4 marzo e della successiva formazione del nuovo governo. La disinformazione ha interessato l’8% dei contenuti informativi online prodotti mensilmente lo scorso anno e ha riguardato soprattutto argomenti di cronaca e politica (nel 53% dei casi) e notizie di carattere scientifico (18% dei contenuti).

  • "Rilevare la customer satisfaction consente alle amministrazioni di uscire dalla propria autoreferenzialità, aiutandole a relazionarsi con i cittadini, a conoscere e comprendere sempre meglio i bisogni dei destinatari ultimi delle proprie attività e a riprogettare, di conseguenza, sia le politiche pubbliche che il sistema di erogazione dei servizi.

  • acqua 2015 03 11

    La gestione sostenibile dell'acqua è un tema di particolare valore: è infatti l’Agenda 2030 contenente i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile proposta dalle Nazioni Unite che riconosce l’importanza delle Città e delle comunità locali per raggiungere gli SDGs e l’acqua, risorsa naturale indispensabile alla vita, è un elemento cruciale di uno sviluppo sostenibile e inclusivo.

  • Il consumatore italiano ha dalla sua parte uno strumento potente per far valere i suoi diritti in caso di controversia con un'azienda: è la conciliazione paritetica, invidia d'Europa. Pian piano se ne sta rendendo conto: nel 2013 sono state 18.395 le domande di conciliazione presentate, l'11% in più del 2012. Conciliate l'80%. Sono alcuni dati del V Rapporto sulle Conciliazioni presentato il 5 giugno da Consumers' Forum. Per maggiori info e scarica il Rapporto sulle conciliazioni

  • google multa

    Google, il motore di ricerca che tutti noi utilizziamo, è stato multato dalla Commissione Europea per abuso di posizione dominante.  La posizione dominante di per se non è un illecito. Se non curante delle regole UE in materia di concorrenza, lo diventa.
    I fatti di cui Google si è resa colpevole coprono un arco temporale di ben dieci anni. A giudizio della Commissione Europea, ai milioni di siti web cui Google offre un sistema di ricerca interno per consentire ai lettori di trovare i contenuti pubblicitari o le cose in archivio, è stato impedito di inserire annunci pubblicitari gestiti da altre aziende. Così facendo, Google permetteva solamente di riservare gli spazi più in vista alle pubblicità gestite dalla stessa società americana.
    La multa di oggi è solo l’ultima di una serie di provvedimenti assunti dalla Commissione europea contro Google.

  • class action

    Se i consumatori subiscono un danno di portata economicamente modesta, difficilmente decidono di sostenere individualmente le spese necessarie per sostenere e vincere la partita legale.
    La Class Action consente di abbattere i costi: sia quelli sostenuti dai consumatori, sia quelli sostenuti dall'amministrazione della giustizia. Essa consiste in un'azione collettiva, promossa da uno o più consumatori/utenti, i quali - titolari di diritti individuali omogenei - agiscono in proprio oppure dando mandato ad un'associazione di tutela dei diritti dei consumatori o ad un comitato al quale partecipano.

  • flag eng

    A distanza di anni dalla proclamazione della "Carta dei diritti dei cittadini consumatori" che prevede tra i diritti fondamentali il "diritto al risarcimento del danno e alla soluzione alternativa delle controversie", Cittadinanzattiva, forte dell'esperienza maturata sul versante della prevenzione e gestione dei conflitti, si impegna a rispettare il presente decalogo in ottemperanza a quanto stabilito dalla Raccomandazione della Commissione Europea 2001/310/CE (Principi applicabili agli organi extragiudiziali che partecipano alla risoluzione consensuale delle controversie in materia di consumo).

  • robin tax copy

    Un milione di firme. La petizione internazionale www.robinhoodpetition.org lanciata a febbraio dello scorso anno dalla Campagna ZeroZeroCinque e dalle altre Robin Hood Tax Campaigns ha raggiunto il suo obiettivo di raccogliere un milione di firme a sostegno dell’introduzione di una Tassa sulle Transazioni Finanziarie (TTF) in Europa.
    L’appello rivolto ai capi di Stato e di Governo degli 11 paesi, tra cui l’Italia, coinvolti nel negoziato per l’introduzione della TTF europea è quello di favorire un modello ambizioso dell’imposta continentale e di assicurare così un significativo gettito da destinare alla riduzione delle diseguaglianze sociali e al sostegno dei ceti più deboli in Italia, e, su scala internazionale, a programmi di lotta alla povertà e di contrasto ai cambiamenti climatici.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.