Sicurezza a scuola

  • III Premio nazionale delle Buone pratiche nella scuola promosso da Cittadinanzattiva intitolato a Vito Scafidi: il bando completo sul sito web www.cittadinanzattiva.it
    Scadenza: 10 febbraio 2009

    Cittadinanzattiva promuove, per il terzo anno consecutivo, il Premio delle Buone pratiche di educazione alla sicurezza e alla salute"Vito Scafidi" nelle scuole di ogni ordine e grado. Il Premio è intitolato a Vito, il ragazzo morto sotto il crollo della scuola di Rivoli (TO) lo scorso novembre.

  • VI Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole promossa da Cittadinanzattiva in 10.000 istituti. Un appello al Governo per un Piano quinquennale per la messa in sicurezza delle scuole

    Un appello al Governo perché ripristini i fondi per la sicurezza delle scuole e realizzi un piano quinquennale per la messa in sicurezza degli edifici scolastici. È quanto ha chiesto oggi Cittadinanzattiva in occasione della VI Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole promossa dall’associazione, nell’ambito della campagna Impararesicuri.

  • 25 novembre, Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole promossa da Cittadinanzattiva. Eventi ed attività in 10.000 scuole. A Roma appuntamento all’Istituto Galilei per "dipingere" la sicurezza

    Il 25 novembre diecimila scuole partecipano alla VI Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole, promossa da Cittadinanzattiva: attività, eventi, manifestazioni in tutta Italia per promuovere la cultura della sicurezza e della salute tra i più giovani e richiamare l'attenzione delle istituzioni.

  • 25 novembre, Giornata nazionale della sicurezza scolastica promossa da Cittadinanzattiva. Eventi ed attività in 10.000 scuole. A Roma appuntamento all’Istituto Galilei per "dipingere" la sicurezza

    Il 25 novembre diecimila scuole partecipano alla VI Giornata nazionale della sicurezza scolastica, promossa da Cittadinanzattiva: attività, eventi, manifestazioni in tutta Italia per promuovere la cultura della sicurezza e della salute tra i più giovani e richiamare l'attenzione delle istituzioni.

  • Cittadinanzattiva su decreto Gelmini: tagliati i fondi per la sicurezza degli edifici, un pessimo modo di onorare le vittime di San Giuliano. Il 25 novembre in diecimila scuole la VI Giornata nazionale della sicurezza scolastica

    "Al peggio non c’è mai fine: la riforma Gelmini taglia anche i fondi per la sicurezza delle scuole". La denuncia viene da Cittadinanzattiva che oggi aderisce alla protesta contro la riforma Gelmini "perché contraddittoria ed autoritaria" spiega Teresa Petrangolini, segretario generale di Cittadinanzattiva.

  • Cittadinanzattiva presenta il VI Rapporto su sicurezza, qualità e comfort degli edifici scolastici. Zero in condotta sulla sicurezza delle scuole. Impegniamoci come per una missione di pace

    Una cantina umida per fare ginnastica, spazi verdi incolti e privi di recinzione, aule riscaldate con stufe elettriche alla faccia del risparmio energetico, termosifoni che cadono, aule poste sotto il livello stradale, porte scrostate, infiltrazioni di acqua, tubi e fili a vista, pavimenti e sanitari vecchi e rotti, impianti elettrici risalenti agli anni Quaranta, ascensori non collaudati.

  • "Sicurezza, qualità e comfort a scuola": il 26 settembre la presentazione a Roma del VI Rapporto nazionale di Cittadinanzattiva

    Strutture fatiscenti, assenza di certificazioni, crolli di intonaco, aule invivibili e sempre più incidenti all’interno delle scuole: sono questi alcuni degli elementi del quadro sconfortante che emerge dal VI Rapporto nazionale su "Sicurezza, qualità e comfort a scuola" realizzato da Cittadinanzattiva e che sarà presentato a Roma, il prossimo 26 settembre.

  • Cittadinanzattiva su nuova scuola a San Giuliano di Puglia. Grave il ritardo nella ricostruzione in Molise e troppe le scuole ancora fuori legge: a quando nuovi fondi per la messa in sicurezza delle scuole?

    "Impegnarsi sul serio per la messa in sicurezza di circa 42.000 edifici scolastici: è questo il miglior modo per onorare i 27 bambini e la loro insegnante e dare senso all’impegno del Comitato delle famiglie di S. Giuliano" è quanto afferma Adriana Bizzarri, coordinatrice nazionale della Scuola di Cittadinanzattiva in riferimento alla inaugurazione della nuova scuola di San Giuliano di Puglia, alla quale partecipano oggi il Presidente Berlusconi e il Ministro Gelmini.

  • Dalle scuole italiane buone pratiche e non solo bullismo. Cittadinanzattiva premia i progetti innovativi in tema di sicurezza e salute

    Duecentottanta progetti per la sicurezza, l’educazione al benessere e la prevenzione dei comportamenti violenti nelle scuole italiane. Tanti hanno partecipato alla seconda edizione del Premio delle Buone pratiche nella scuola promosso da Cittadinanzattiva nell’ambito della campagna Impararesicuri.

  • Sicurezza e salute a scuola. Domani alla Camera dei Deputati la consegna ufficiale del II Premio delle buone pratiche di educazione alla sicurezza e alla salute promosso da Cittadinanzattiva

    280 progetti provenienti da 19 regioni partecipano alla II edizione del Premio delle buone pratiche di educazione alla sicurezza e alla salute nella scuola, promosso dal settore scuola di Cittadinanzattiva nell’ambito della campagna Impararesicuri, che si celebrerà domani 27 marzo a Roma, presso la Sala del Cenacolo della Camera dei Deputati (Vicolo Valdina 3/a), dalle ore 9.30 alle 13.30.

  • Cittadinanzattiva su rischio sovraffollamento aule: i numeri del Ministro non ci confortano. Consegneremo alla Gelminile segnalazioni da noi ricevute

    "Non ci conforta la percentuale dello 0,6%, data dal Ministro Gelmini, riferita alle classi cheoggi superano il numero dei 30 alunni: come la mettiamo con le norme di prevenzione incendi che parlano di un massimo di 25 alunni?

  • "Misuriamoci con classe": parte oggi suwww.cittadinanzattiva.it la campagna contro aule superaffollate, invivibili e insicure

    Distacchi di intonaco, barriere architettoniche, scarsa pulizia: alle condizioni già precarie di sicurezza in cui versano le aule scolastiche, come denuncia il VII Rapporto Impararesicuri di Cittadinanzattiva, potrebbe aggiungersi il problema del sovraffollamento.

  • Scuola: alle aule la palma della insicurezza. E da oggi il rischio è il sovraffollamento. Presentato il VII Rapporto di Cittadinanzattiva su sicurezza, qualità e comfort degli edifici scolastici

    Aule invivibili, bagni sporchi, palestre inagibili, cortili immondezzai. E poi crolli di intonaco, sedie e banchi rotti, barriere architettoniche, cavi volanti, pavimenti sconnessi. Un campionario di insicurezza diffuso nelle nostre scuole da Nord a Sud, con alcune situazioni paradossali: ad esempio l’aula con luci talmente soffuse da sembrare un night club, la scuola con 12 alunni disabili ma senza bagni adeguati, e quella senza riscaldamento anche se inaugurata solo tre anni fa.

  • Sicurezza, qualità e comfort a scuola: giovedì 17 settembre la presentazione del VII Rapporto Impararesicuri di Cittadinanzattiva

    Aule invivibili e a rischio sovraffollamento, strutture fatiscenti, assenza di certificazioni, crolli di intonaco, ed ancora scarsa igiene e barriere architettoniche: sono questi alcuni dei problemi delle scuole italiane di cui darà conto il VII Rapporto nazionale su "Sicurezza, qualità e comfort a scuola"realizzato da Cittadinanzattiva e che sarà presentato a Roma, il prossimo 17 settembre, dalle ore 10 alle ore 13, presso Allianz (Via del Corso 184, Salone Marco Aurelio, I piano).

  • Cittadinanzattiva Molise: lunedì prossimo ad Isernia scuole deserte. "Non mandiamo i nostri figli in scuole insicure"

    A due giorni dall'apertura delle scuole, Cittadinanzattiva Molise annuncia che lunedì gran parte degli studenti di Isernia non entreranno a scuola perchè i loro edifici non sono sicuri.
    "Da sette anni aspettiamo risposte ed interventi per sistemare le nostre scuole ma nulla è cambiato" afferma Maria Grazia Tagliaferri, responsabile scuola di Cittadinanzattiva Molise che coordina numerosi comitati locali di genitori, insegnati e studenti nati dopo la tragedia di San Giuliano di Puglia e fortemente preoccupati per la sicurezza delle scuole.

  • Cittadinanzattiva su tagli precari: a rischio la sicurezza degli studenti. Dal 17 settembre l'associazione lancia una campagna di mobilitazione dei cittadini sul sovraffollamento delle aule

    Distacchi di intonaco, segni di fatiscenza, barriere architettoniche, oltre agli arredi in numero inadeguato rispetto a quello degli studenti e spesso rotti. La sicurezza delle aule scolastiche lascia molto a desiderare. A denunciarlo è Cittadinanzattiva che il prossimo 17 settembre presenterà a Roma (presso Allianz, via del Corso 184, Salone Marco Aurelio) l’annuale Rapporto Impararesicuri su sicurezza, qualità e comfort degli edifici scolastici.

  • III Premio delle Buone pratiche nella scuola "Vito Scafidi" promosso da Cittadinanzattiva: 262 progetti in concorso, 3 scuole premiate e tanti progetti di qualità. Una scuola più sicura, bella e civile grazie a studenti cittadini attivi

    Si impegnano per rendere più sicure le loro scuole, per il rispetto dell'ambiente e del territorio, per diffondere una alimentazione sana, per promuovere un uso consapevole delle nuove tecnologie e lottare contro i comportamenti violenti e il bullismo fra pari.

  • III Premio nazionale delle Buone pratiche nella scuola promosso da Cittadinanzattiva intitolato a Vito Scafidi: il 24 aprile a Roma la consegna ufficiale dei Premi

    Oltre 250 scuole di tutta Italia, per un totale di 262 progetti, hanno partecipato al Premio delle Buone pratiche di educazione alla sicurezza e alla salute "Vito Scafidi"promosso daCittadinanzattiva e giunto quest'anno alla terza edizione. La cerimonia ufficiale di premiazione avrà luogo il prossimo 24 aprile, a Roma, dalle ore 9.30 alle 13.30, nella Sala Marco Aurelio, presso Allianz I pianovia del Corso 184.

  • III Premio nazionale delle Buone pratiche nella scuola promosso da Cittadinanzattiva intitolato a Vito Scafidi: il 24 aprile a Roma la consegna ufficiale dei Premi

    Oltre 250 scuole di tutta Italia, per un totale di 262 progetti, hanno partecipato al Premiodelle Buone pratiche di educazione alla sicurezza e alla salute "Vito Scafidi"promosso daCittadinanzattiva e giunto quest'anno alla terza edizione.

  • Cittadinanzattiva su fondi sicurezza scolastica: sottrarli dal Patto di Stabilità per garantirne l'effettiva disponibilità.  Parte civile in un eventuale processo sul crollo di Rivoli

    "Siamo soddisfatti che si sia proceduto allo sblocco dei fondi del Cipe per la messa in sicurezza degli edifici scolastici nelle zone a rischio sismico. Per un effettivo e celere utilizzo di questi fondi chiediamo che i Comuni interessati possano derogare ai vincoli imposti dal Patto di stabilità per non creare la situazione assurda che, una volta arrivati i soldi per le scuole, come è già accaduto, non si possano spendere", é quanto afferma Adriana Bizzarri, coordinatrice della Scuola di Cittadinanzattiva, in merito alle risorse stanziate dal Cipe per la sicurezza delle scuole.

  • Cittadinanzattiva su sentenza San Giuliano: oltre alla giustizia per le vittime, per la prima volta riconosciuto il diritto al risarcimento dei cittadini che si battono per ridurre i rischi e promuovere la sicurezza nelle scuole e sul territorio.

    Oggi a Rivoli la consegna del murales dedicato a Vito Scafidi

    Estrema soddisfazione per i risultati della sentenza del processo per il crollo della Scuola di San Giuliano. Questo il commento di Cittadinanzattiva, che  ha diritto al risarcimento del danno come parte lesa.

  • Cittadinanzattiva su elenco 12 mila scuole a rischio: il Ministro Gelmini faccia chiarezza

    Chiediamo chiarezza ed informazioni precise da parte del Ministero dell’Istruzione sulla sicurezza delle 12 mila scuole a rischio come  pubblicato oggi dal Sole 24 ore.

    “Sappiamo dalle nostre indagini annuali che un quarto degli edifici scolastici presenta problemi di diversa entità ma, nonostante le numerose richieste al Ministro di render pubblici i dati ufficiali, ci siamo sempre trovati di fronte ad un muro di gomma”, dichiara Adriana Bizzarri, coordinatrice nazionale della Scuola di Cittadinanzattiva.

  • Cittadinanzattiva e Legambiente su sicurezza scuole: importante la delibera
    del CIPE  sul primo stralcio dei fondi.
    “Quanto dobbiamo attendere per conoscere i dati dell’Anagrafe e della Mappatura?”

    “Consideriamo importante la delibera del CIPE per l’utilizzo di 358 milioni di euro da destinare ad interventi urgenti in 1700 scuole. Un risultato che attendevamo da tempo”. Ad affermarlo, in una nota congiunta, Cittadinanzattiva e Legambiente.“Continuiamo però a chiedere:

  • Cittadinanzattiva su sicurezza scuole: importante lo sblocco dei fondi CIPE. Ma ancora in attesa di risposte certe ed esaurienti sull’Anagrafe dell’edilizia

    “Consideriamo importante l’accordo fra Governo e Regioni per lo sblocco di 350 milioni di euro dei Fondi Cipe da destinare alla messa in sicurezza delle scuoleed attendiamo l’annuncio ufficiale che speriamo sia formalizzato nella odierna Conferenza Stato Regioni”, afferma Adriana Bizzarri, coordinatrice Scuola di Cittadinanzattiva che oggi ha presentato il IV Premio Scafidi per la sicurezza nelle scuole.
  • Assegnato il IV Premio Buone Pratiche nella scuola "Vito Scafidi" di Cittadinanzattiva: 216 scuole concorrenti. Premi in Puglia e Piemonte. "Ancora in attesa di risposta sull’Anagrafe dell’edilizia scolastica"

    216 scuole per la sicurezza, l’educazione al benessere e la prevenzione dei comportamenti violenti nelle scuole italiane. Tante hanno partecipato alla quarta edizione del Premio delle Buone pratiche nella scuola “Vito Scafidi” promosso da Cittadinanzattiva nell’ambito della campagna Impararesicuri.

  • Sicurezza a scuola: a Roma, il 29 aprile, la consegna del IV Premio “Vito Scafidi” promosso da Cittadinanzattiva.

    216 progetti concorrenti, 3 premiati con assegni da 1500 euro ciascuno

    Si terrà il prossimo 29 aprile a Roma la consegna del Premio “Vito Scafidi” per le Buone pratiche di educazione alla sicurezza e alla salute nelle scuole, promosso dalla Scuola di Cittadinanzattiva.

  • Cittadinanzattiva su edilizia scolastica: sbloccare i fondi Cipe e svincolarli dal Patto di stabilità

    "Sbloccare i 770 milioni di euro del Fondo Cipe per la messa in sicurezza delle scuole”. Cittadinanzattiva si associa alla richiesta avanzata oggi dall’Unione Province italiane. “Un terzo delle nostre scuole presenta condizioni di insicurezza e senza questi fondi rischiamo di arrivare alla prossima scadenza di giugno per l’adeguamento delle scuole senza un ulteriore nulla di fatto”, commenta Adriana Bizzarri, responsabile scuola di Cittadinanzattiva.

  • Cittadinanzattiva su tagli addetti alla pulizia: scuole meno pulite, ma anche meno sicure. Alle famiglie chiesti contributi obbligatori. Il Ministro revochi la Circolare

    "Il Ministero dell'istruzione revochi la Circolare sui tagli alle pulizie nelle scuole". È quanto chiede Cittadinanzattiva associandosi alla richiesta dei sindacati ed aziende di comparto che oggi hanno denunciato il rischio licenziamento per 2500 addetti alle pulizie nelle scuole.

  • IV edizione del Premio nazionale delle Buone pratiche nella scuola "Vito Scafidi" promosso da Cittadinanzattiva: al centro del concorso progetti su sicurezza a scuola e dintorni ed educazione al benessere. Bando aperto fino al 15 marzo 2010

    Al via la quarta edizione del Premio delle Buone pratiche di educazione alla sicurezza e alla salute "Vito Scafidi", rivolto allescuoledi ogni ordine e grado.
  • VII Giornata della sicurezza scolastica: puntare sui Piani di emergenza comunale.
    Distribuito l'opuscolo "Quando la terra trema"

    Chiedere a tutti i Comuni di dotarsi dei Piani di emergenza e diffonderli presso la popolazione affinché i cittadini sappiano come comportarsi in situazione di rischio o calamità naturali.

  • Sicurezza a scuola: il 20 settembre a Roma la presentazione del IX Rapporto di Cittadinanzattiva su “Sicurezza, qualità e comfort” delle scuole italiane

    Le scuole stanno per aprire i battenti, reggeranno? A chiederlo Cittadinanzattiva che, come ogni anno, si appresta a fare il punto sulla sicurezza degli edifici scolastici dal suo osservatorio attraverso il "IX Rapporto nazionale su Sicurezza, qualità e comfort delle scuole italiane".

  • Cittadinanzattiva su Scuola D’Ajetti di Pantelleria:
    provvedimento di urgenza per il trasferimento immediato di alunni e insegnanti

    Una lettera indirizzata a ben quattro Ministeri per richiamare l’attenzione sulla situazione degli alunni delle classi della Scuola D’Ajetti di Pantelleria, costretti da tempo a frequentare le lezioni presso locali situati all’interno della Base dell’Aeronautica Militare dell’isola.
  • 25 novembre, VIII Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole: eventi in numerose città. Rischio sismico e Piani comunali di emergenza al centro dell’iniziativa.
    A Capannori (LU) presentazione della II Indagine su conoscenza e percezione del rischio sismico

    Il prossimo 25 novembre in tutta Italia si terrà la VIII Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole promossa da Cittadinanzattiva nell’ambito della Campagna Impararesicuri, in collaborazione con il Dipartimento della Protezione civile. Al centro dell’iniziativa la conoscenza dei Piani comunali di emergenza da adottare in caso di eventi sismici o altre calamità naturali.

  • Presentato l’VIII Rapporto di Cittadinanzattiva “Sicurezza, qualità e comfort a scuola”. Sicurezza, ancora una bocciatura per le scuole.
    Urgente l’Anagrafe dell’edilizia scolastica e fondi ordinari per uscire dall’emergenza

    Scuole precarie in sicurezza, con frequenti distacchi di intonaco, finestre rotte, muri imbrattati, palestre malandate, aule sporche e a volte sovraffollate. Edifici che avrebbero bisogno di una manutenzione reputata urgente dagli stessi dirigenti scolastici e responsabili della sicurezza, ma che tarda ad arrivare.

  • Sicurezza a scuola: a Roma il prossimo 16 settembre la presentazione dell’VIII Rapporto di Cittadinanzattiva su sicurezza, qualità e comfort delle scuole italiane

    La sicurezza delle scuole resta ancora una emergenza per il nostro Paese. Gli edifici scolastici che ogni giorno ospitano circa 10 milioni di persone tra studenti, personale docente e non, infatti, presentano in circa la metà dei casi gravi problemi di ordine strutturale e di mancanza di spazi e attrezzature.

  • Cittadinanzattiva su nuovo anno scolastico:la sicurezza delle scuole è una priorità di fatto dimenticata

    “Ci spiace constatare che il Ministro Gelmini non si sia soffermata sul problema della sicurezza delle nostre scuole nella conferenza stampa con cui oggi ha illustrato le novità del nuovo anno scolastico. Di fatto l’edilizia scolastica resta una emergenza dimenticata”, afferma Adriana Bizzarri, coordinatrice nazionale della Scuola di Cittadinanzattiva.

  • VIII Rapporto Impararesicuri: a Roma il 16 settembre la presentazione dell’annuale monitoraggio di Cittadinanzattiva su sicurezza, qualità e comfort delle scuole italiane.

    La sicurezza delle scuole resta ancora una emergenza per il nostro Paese. Gli edifici scolastici che ogni giorno ospitano circa 10 milioni di persone tra studenti, personale docente e non, infatti, presentano in circa la metà dei casi gravi problemi di ordine strutturale e di mancanza di spazi e attrezzature.

  • Cittadinanzattiva su sciopero scuola: non dimenticare la sicurezza. Sbloccare i 426 milioni di euro del Cipe, sì all'8 per mille per l'edilizia scolastica pubblica

    "Rivendichiamo il diritto dei giovani a studiare in luoghi sicuri, attrezzati e dignitosi. Per questo appoggiamo lo sciopero organizzato oggi dalle associazioni studentesche". A dirlo Adriana Bizzarri, coordinatrice nazionale Scuola di Cittadinanzattiva.

  • riforma scuola 2015 02 15

    Il 39% delle scuole italiane ha uno stato di manutenzione inadeguato e ogni anno le famiglie italiane versano circa 390 milioni di euro per “sostenere” la scuola, attraverso i contributi volontari e la donazione di materiali di vario tipo, dalla carta igienica alle matite e pennarelli.
    Di fronte ai dati di Cittadinanzattiva, confermati anche dal Rapporto di Legambiente diffuso oggi, e a tragedie che continuano a ripetersi, ultima purtroppo quella di oggi nel Liceo scientifico De Giorgi di Lecce dove un ragazzo di 17 anni ha perso la vita cadendo in un pozzo luce, chiediamo che si renda concreta l’opportunità per i cittadini di destinare parte dell’8 per mille di competenza statale per interventi di edilizia scolastica, come approvato nell’ultima legge di stabilità.

  • Roma le scuole cadono a pezzi

    E' quanto affermano i presidi dell'ANP, le scuole romane hanno seri problemi legati alla sicurezza e molti disagi. Il liceo scientifico Caravillani di Piazza Risorgimento ormai da mesi è chiuso e 600 studenti non potranno rientrarci per almeno due anni considerando il fatto che i lavori non sono ancora partiti. Al liceo scientifico Avogadro di via Brenta, l'aula magna e la palestra andranno completamente rifatte. Al Newton il laboratorio costato migliaia di euro è stato chiuso perchè il soffitto rischia di venire giù. Sono solo alcuni esempi delle condizioni degli edifici scolastici romani.

  •  

    Multa Antitrust 2

    Nei giorni scorsi nella scuola primaria Francesco Crispi del quartiere Monteverde a Roma è crollato un cornicione. I genitori allarmati chiedoni interventi repentini. La scuola è una delle più conosciute della zona, è un edificio degli anni 30 e non ha goduto di interventi di manutenzione negli ultimi decenni e mostra evidenti segni di cedimento. Dopo il crollo del cornicione sono intervenuti i vigili del fuoco per rimuoverli dalla struttura e metterla in sicurezza. La scuola già nel 2017 era rimasta chiusa per alcuni giorni a causa della presenza di vasconi in cemento e amianto lasciati in cortile sia pure incapsulati ma in attesa della rimozione.

  • Cittadinanzattiva e Legambiente su avvio Anagrafe ed Osservatorio sull'edilizia scolastica: speriamo sia la volta buona. Coinvolgere nell'Osservatorio anche le associazioni dei cittadini impegnate sul tema

    "Abbiamo appreso positivamente dell'accordo in Conferenza Unificata per far ripartire l'Anagrafe dell'Edilizia Scolastica ed il relativo Osservatorio. A 18 anni dalla istituzione dell'Anagrafe, speriamo davvero che sia la volta buona e che si definisca rapidamente come si intenda procedere: se si ripartirà, cioè, dalla banca dati del Ministero dell'istruzione, che, a detta di molti, presenta un impianto farraginoso e complesso, oppure da quella delle 11 regioni che dal 2009 si sono dotate di anagrafi regionali utilizzando un proprio modello di raccolta e gestione dei dati. O si pensa di ricominciare da capo? Attendiamo fiduciosi che informazioni più specifiche vengano fornite in occasione del prossimo incontro della Conferenza Stato – Regioni su questo tema.

  • Cittadinanzattiva su DDL per riforma della scuola: "Non chiamatelo "nuovo modello di scuola". Ancora molte le perplessità su temi legati all'edilizia scolastica e su sistema di valutazione

    Dopo l'ampia consultazione su La buona scuola, alla quale anche Cittadinanzattiva ha partecipato (qui le nostre proposte http://www.cittadinanzattiva.it/comunicati/scuola/altro/6879-le-nostre-proposte-sulla-buona-scuola.html), erano cresciute le aspettative e le speranze da parte di tanti cittadini sul fatto che davvero si volesse "riformare" la scuola italiana. "Il disegno di legge presentato ieri, pur contenendo alcune proposte interessanti, altre meno condivisibili, non presenta un respiro di radicale trasformazione della scuola italiana ma un agglomerato di proposte", dichiara Adriana Bizzarri, coordinatrice nazionale Scuola di Cittadinanzattiva.

  • Ricostruzione partecipata

    Un progetto di Cittadinanzattiva per sensibilizzare e promuovere una cultura della partecipazione, partendo dai progetti di ristrutturazione urbanistica legati alla ricostruzione degli edifici scolastici. Presentato da Mauro Chilante di Cittadinanzattiva, nella sede dell’Ordine degli Architetti, un progetto che coinvolgerà  gli Enti come Provincia e Comune, tutti gli ordini professionali, le scuole ma soprattutto la società civile. 

    Obiettivo è coinvolgere famiglie e cittadini dei quartieri di riferimento delle scuole, per puntare non solo alla ristrutturazione in senso stretto degli immobili scolastici, ma alla rivitazione e rigenerazione urbanistica del contesto in cui gli stessi sono inseriti.

  • vito scafidi murales

    IX Premio Scafidi per le Buone pratiche nella scuola: 101 scuole partecipanti. Due istituti piemontesi premiati. Cinque i menzionati.
    E con “La Mia scuola è”, in Piazza Castello fino al 26, per mostrare i due volti della scuola italiana

    Un telegiornale della sicurezza scolastica e un docu-film prodotto dagli studenti di un viaggio nella mafia. Sono questi i due progetti vincitori del IX Premio “Vito Scafidi” per le Buone pratiche nella scuola promosso da Cittadinanzattiva e consegnato oggi a Torino da Fabio Grosso, allenatore della Primavera della Juventus, presso l’ISS Avogadro.

  • Anagrafe delledilizia scolastica

    Il Governo Gentiloni riconferma la struttura di missione per la riqualificazione dell'edilizia scolastica. Il lavoro di italia Sicura/Scuole "non si è mai interrotto e da oggi prosegue con decisione" afferma Laura Galimberti coordinatrice della Struttura di Missione della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Ad oggi oltre quattro miliardi di euro hanno consentito agli Enti Locali di aprire 6.500 cantieri e di concluderne più di 4500.

  • scaf 800x450 2 1

    Il progetto RSS, Responsabili Studenti Sicurezza portato avanti dalla rete Scuola di Cittadinanzattiva da oramai diversi anni in collaborazione con il Dipartimento della Protezione Civile Nazionale rivolto agli studenti delle scuole medie dedicato ai temi della sicurezza a scuola è sempre più un progetto di successo, a breve partirà la nuova edizione nella regione Abruzzo mentre lo scorso anno la Sicilia è stata la protagonista dell'iniziativa.

  • responsabili sicurezza

    Il prossimo 18 febbraio a Messina, presso l’ IC “Mazzini - Gallo” si terrà l’evento premiazione delle scuole della Sicilia, partecipanti al progetto “Responsabili per la Sicurezza degli Studenti” . Oltre alla partecipazione dei rappresentanti locali di Cittadinanzattiva, Giuseppe Pracanica, coordinatore Assemblea di Messina, e il Segretario regionale Giuseppe Greco, saranno presenti Antonio Gaudioso Segretario generale e Adriana Bizzarri, Coordinatrice nazionale, Scuola di Cittadinanzattiva. Saranno presenti i rappresentanti degli studenti, dei docenti e dirigenti scolastici delle scuole vincitrici che illustreranno le attività realizzate dai ragazzi.

  • All’indomani della sentenza sul crollo del Liceo Darwin, con la condanna dei docenti della scuola responsabili della sicurezza, numerosi presidi, a cominciare dagli istituti piemontesi, segnalano che i professori responsabili della sicurezza stanno pensando di dimettersi: "Il rapporto tra rischi e gratificazione economica è assolutamente svantaggioso. Di fronte ai rischi che si possono correre, chi si era assunto responsabilità con spirito di servizio, rinuncerà". Leggi tutto

  • wired mappe scuole antisismiche

    A 5 anni dalla sua prima inchiesta #ScuoleSicure, Wired ritorna sul tema della sicurezza delle scuole del nostro Paese. Secondo gli open data del Miur solo l'11,8% degli edifici scolastici presenti nel territorio sono stati costruiti o ristrutturati secondo la normativa antisismica. In pratica solo un edificio su 8 è stato progettato seguendo la normativa. I dati presentati però non sono completi, mancherebbero all'appello diversi comuni, le informazioni esistenti si riferiscono infatti a 6338 Comuni su un totale che sfiora gli 8 mila.

  • Scalini all’ingresso nel 14% delle scuole monitorate da Cittadinanzattiva, l’ascensore è assente nel 54% degli edifici e non funziona nel 14%; le barriere architettoniche interessano il 14% degli ingressi principali, il 18% delle mense, il 13% dei laboratori, il 12% dei cortili, l’11% delle aule e dei laboratori multimediali, l’8% delle palestre. Nel 34% delle scuole non esistono bagni per persone con disabilità. Segnalaci scuole con barriere architettonichecompilando la scheda.

    I dati del X Rapporto Sicurezza a scuola di Cittadinanzattiva (2012) e dell’ultima rilevazione ISTAT(gennaio 2013)

    SCUOLA E DISABILITÀ. Diritti in pillole. Quali sono le leggi di riferimento, quali i diritti degli studenti disabili, a chi compete adeguare le scuole e rimuovere le barriere architettoniche? Qualche riferimento in pillole

  • Quattro istituti superiori della Provincia di Caserta sono stati chiusi con decreto del presidente Silvio Lavornia e altri 89 sono a rischio chiusura. Mancano i fondi per la manutenzione ordinaria e per gli interventi urgenti di messa in sicurezza, ma anche le risorse per garantire i servizi minimi: dal riscaldamento alla luce, dalla pulizia all’acqua, fino alle autorizzazioni antincendio.

    "Atto dovuto ma tardivo", commenta Cittadinanzattiva. “Ci chiediamo come mai si sia arrivati alla chiusura improvvisa di 4 edifici scolastici a meno di un mese dalla conclusione dell’anno scolastico, dato che lo stato di queste scuole era noto da tempo e sotto gli occhi di tutti. Vittime incolpevoli di tale decisione, legittima e dovuta ma tardiva, sono ancora una volta gli studenti, oltre 1.500”, afferma Adriana Bizzarri, coordinatrice nazionale Scuola di Cittadinanzattiva.

  • Promuovere la cultura della legalità, della sicurezza e della cittadinanza nelle scuole. È questo l'obiettivo del Protocollo di intesa firmato nelle scorse settimane da Cittadinanzattiva e Ministero dell'Istruzione. Scarica il Protocollo

  • Il termine per le iscrizioni delle scuole all'XI Giornata nazionale della sicurezza è stato prorogato al 3 di novembre. Siete ancora in tempo per iscrivere le scuole dei vostri figli, parlatene prima con il Dirigente scolastico, compilate il modulo che trovate sul nostro sito al seguente link e la scuola riceverà gratuitamente il kit didattico realizzato ad hoc. Per saperne di più

  • sicur.scuole

    Il prossimo 22 novembre si celebrerà la XVI Giornata nazionale per la Sicurezza nelle scuole promossa da Cittadinanzattiva. In vista della giornata, come di consueto, abbiamo in programma la realizzazione di materiali didattici per le scuole di ogni ordine e grado, realizzati in collaborazione con il Dipartimento della Protezione Civile.

  • Programmazione su edilizia scolastica 2018 2020

    Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Ministero dell'economia e delle finanze che prevede interventi di edilizia scolastica per il triennio 2018-2020. L'obiettivo è favorire interventi straordinari di ristrutturazioni, miglioramenti e messa in sicurezza, adeguamenti sismici, efficientamenti energetici degli immobili.

  • Una condanna e sei assoluzioni: questo il verdetto emesso dal Tribunale di Torino nel processo per il crollo nel liceo Darwin di Rivoli che nel novembre 2008 causò la morte del giovane Vito Scafidi. Risarcimento per la famiglia e, tra le parti civili costituite, solo per Cittadinanzattiva e Legambiente. Il comunicato stampa. Per saperne di più

  • Safer schools? It does not seems to, but we ask it to the Ministry. Without Registry is likely inappropriate actions and funds wasted. And 390 million euro in the last school year for families.Presented XI Report on safety, quality and accessibility to school

    In a school out of seven structural lesions, detachment of plaster in one out of five and, during the last school year, at least 29 cases of tragedies touched due to collapse of varying significance in schools. Improve data on the possession of the certificates, instead worsens the state of maintenance of schools in 39% of cases it is inappropriate, as well as the quality of life within school settings, more interested in the past, perhaps because last year particularly rainy, mold, leaks and signs of moisture affecting classroom on five.  And a third of schools have suffered acts of vandalism.

  • save the date sca 28settembre copia copia

    ll prossimo 28 settembre a Roma la rete Scuola di Cittadinanzattiva presenterà il XV Rapporto sulla sicurezza delle scuole in un evento dal titolo: "I cittadini e l'accesso alle informazioni". L'appuntamento è in via Marsala 29/H presso la Sala storica Luiss EnLabs dalle ore 09:15 alle 13:30. Il Rapporto fa il punto sulla sicurezza strutturale degli edifici scolastici nel nostro Paese.

  • invito sca

    Il prossimo 21 settembre si svolgerà a Roma la presentazione del XIV Rapporto Sicurezza, Qualità, Accessibilità a scuola. L'evento si terrà presso la Sala Igea del Palazzo della Enciclopedia Italiana Treccani dalle ore 09:30 alle ore 13:30. Dai dati elaborati da Cittadinanzattiva, emerge che lo stato di sicurezza nelle nostre scuole versa ancora in condizioni critiche.

  • Il prossimo 18 Settembre si terrà a Roma presso la Sala delle Colonne di Palazzo Marini, Camera dei Deputati, la presentazione del XII Rapporto sulla sicurezza, qualità e accessibilità a scuola. L'indagine coinvolge 213 scuole in 14 regioni e 22 province. Per saperne di più scarica l'invito e il programma

  • scuolesicure 2015 02 18

    XII Rapporto su sicurezza, qualità e accessibilità a scuola di Cittadinanzattiva:
    troppi ritardi sulla sicurezza. Non basta un Piano per uscire dalla emergenza

    Lo stato di sicurezza di tante scuole nel nostro Paese è grave: quattro edifici su dieci hanno una manutenzione carente, oltre il 70% presenta lesioni strutturali, in un caso su tre gli interventi strutturali non vengono effettuati, più della metà delle scuole si trova in zona a rischio sismico e una su quattro in zona a rischio idrogeologico.

  • flag eng

    Scuole più sicure? Non ci sembra, ma lo chiediamo al Ministero. Senza Anagrafe si rischiano interventi inappropriati e fondi sprecati. E dalle famiglie 390 milioni di euro nell’ultimo anno scolastico.Presentato l’XI Rapporto su sicurezza, qualità e accessibilità a scuola

    Lesioni strutturali in una scuola su sette, distacchi di intonacoin una su cinque e, nel corso dell’ultimo anno scolastico, ben 29 casi di tragedie sfiorate a causa di crolli di diversa entità nelle scuole. Migliorano i dati sul possesso delle certificazioni, peggiora invece lo stato di manutenzione delle scuole che nel 39% dei casi è del tutto inadeguato, così come la qualità di vita all’interno degli ambienti scolastici, interessati più che in passato, forse anche per via dell’ultima annata particolarmente piovosa, da muffe, infiltrazioni e segni di umidità che colpiscono un’aula su cinque.  E un terzo delle scuole ha subito atti di vandalismo.
    Gran parte delle scuole sembrerebbe priva di barriere architettoniche, ma in realtà l’accessibilità si ferma spesso al solo ingresso, oltre troviamo aule in un caso su quattro inaccessibili a studenti in carrozzina e prive di arredi e attrezzature didattiche destinati a loro.
    Sempre nell’ultimo anno, dalle famiglie sono arrivati circa 390 milioni di euro, sotto forma di contributo volontario o donazione di materiali e beni, senza i quali la nostra scuola non potrebbe tirare avanti.

  • Un crollo ogni quattro giorni di scuola, tre scuole su quattro senza agibilità statica, solo una su venti in grado di resistere ad un terremoto. Crescono gli investimenti per la manutenzione ad opera degli enti proprietari, Comuni e Province: si parla in media di 50mila euro ad edificio per interventi di manutenzione ordinaria e di 228mila euro per quelli straordinari, ma il divario fra le varie realtà regionali è notevole.

    In generale, emerge una Italia a tre velocità, sia sulla manutenzione che sull’adempimento delle norme e delle certificazioni richieste dalla legge: ad investire di più sulla manutenzione ordinaria è la Lombardia (in media quasi 119mila euro), meno la Puglia (non si arriva ai 3mila euro); la verifica di vulnerabilità sismica è stata effettuata solo nel 2% delle scuole calabresi e nel 59% di quelle umbre, il certificato di prevenzione incendi è presente nel 69% degli istituti del Trentino Alto Adige e solo nel 6% di quelli laziali.

    Questi alcuni dei dati che emergono dal XVI Rapporto sulla sicurezza delle scuole, presentato a Roma da Cittadinanzattiva.

  • XVI Rapporto di Cittadinanzattiva sulla sicurezza delle scuole: Italia a tre velocità, il Sud investe poco e resta indietro su certificazioni.
    Un crollo ogni 4 giorni di scuola, record degli ultimi 5 anni.
    Online sul nostro sitoi dati analitici su 6.556 edifici.

    Un crollo ogni quattro giorni di scuola, tre scuole su quattro senza agibilità statica, solo una su venti in grado di resistere ad un terremoto. Crescono gli investimenti per la manutenzione ad opera degli enti proprietari, Comuni e Province: si parla in media di 50mila euro ad edificio per interventi di manutenzione ordinaria e di 228mila euro per quelli straordinari, ma il divario fra le varie realtà regionali è notevole.
    In generale, emerge una Italia a tre velocità, sia sulla manutenzione che sull’adempimento delle norme e delle certificazioni richieste dalla legge: ad investire di più sulla manutenzione ordinaria è la Lombardia (in media quasi 119mila euro), meno la Puglia (non si arriva ai 3mila euro); la verifica di vulnerabilità sismica è stata effettuata solo nel 2% delle scuole calabresi e nel 59% di quelle umbre, il certificato di prevenzione incendi è presente nel 69% degli istituti del Trentino Alto Adige e solo nel 6% di quelli laziali.

  • Più di una scuola su dieci ha lesioni strutturali; in un caso su tre gli Enti locali non effettuano gli interventi strutturali richiesti. Un istituto scolastico su tre si trova in zone ad elevata sismicità e soltanto l’8% è stato progettato secondo la normativa antisismica. Due terzi delle scuole non possiedono la certificazione di agibilità statica.

  • XIII Rapporto di Cittadinanzattiva su sicurezza, qualità e accessibilità a scuola: quattro scuole su dieci senza manutenzione.
    L’Anagrafe, una fotografia sfocata dell’edilizia scolastica. Chiudere i finanziamenti per #scuolebelle
    La sicurezza delle scuole nel nostro Paese lascia ancora a desiderare: quattro edifici su dieci hanno una manutenzione carente, oltre uno su cinque presenta lesioni strutturali, in quasi la metà dei casi gli interventi strutturali non sono stati effettuati. Più della metà delle scuole, inoltre, si trova in zona a rischio sismico e più di una su dieci a rischio idrogeologico. L’Anagrafe dell’edilizia scolastica, varata ad agosto, resta ancora un’opera non aggiornata ed incompleta, non certo la fotografia nitida da cui partire per programmare la messa in sicurezza delle scuole: un esempio, all’IC  S Eufemia di Gizzeria Lido (CZ) sono in corso lavori per sistemare molte delle criticità segnalate da Cittadinanzattiva, peccato che le condizioni in cui si trova la scuola non siano rilevate dalla Anagrafe. O ancora, la scuola elementare di Laigueglia (SV) risulta dal database come scuola sicura e senza necessità di particolari interventi, difatti lo stesso Comune l’aveva inserita tra i punti di ritrovo in caso di emergenza: peccato che a giugno un’intera parete della palestra sia crollata sull’adiacente ferrovia.

  • La sicurezza delle scuole nel nostro Paese lascia ancora a desiderare: quattro edifici su dieci hanno una manutenzione carente, oltre uno su cinque presenta lesioni strutturali, in quasi la metà dei casi gli interventi strutturali non sono stati effettuati. L’Anagrafe dell’edilizia scolastica, varata ad agosto, resta ancora un’opera non aggiornata ed incompleta, non certo la fotografia nitida da cui partire per programmare la messa in sicurezza delle scuole.
    E’ questo il quadro presentato stamattina da Cittadinanzattiva con il XIII Rapporto su sicurezza, qualità ed accessibilità a scuola. All'interno anche un focus du #scuolebelle.

    Leggi il comunicato stampa
    Consulta le infografiche qui e qui
    Scarica l'Abstract del Rapporto
    Scarica il report "Occhio all'Anagrafe'

  • Sicurezza delle scuole ancora fuori controllo: peggiorano i dati sulle certificazioni, manutenzione sempre più scarsa, aule fatiscenti e, in attesa della scuola 2.0, mancano le aule computer.
    Presentato il X Rapporto su sicurezza qualità e comfort degli edifici scolastici di Cittadinanzattiva

    Solo un quarto delle scuole è in regola con tutte le certificazioni di sicurezza e la manutenzione è ridotta a lumicino, tanto che ad esempio nel 45% delle scuole monitorate da Cittadinanzattiva sono stati richiesti interventi strutturali, ma in oltre la metà dei casi l’ente proprietario non è mai intervenuto. Lesioni strutturaliin una scuola su dieci, distacchi di intonaco in una su cinque, muffe ed infiltrazioni in una su quattro.

    E mentre si annuncia la scuola 2.0, un terzo degli edifici è privo anche della più semplice aula computere quasi la metà di laboratori didattici.  Il 46% non ha una palestra al proprio interno, in un terzo dei casi i cortili sono usati come parcheggio.

    È questa la condizione in cui versano le scuole italiane, fotografate dal X Rapporto su sicurezza, qualità e comfort degli edifici scolastici, presentato oggi a Roma da Cittadinanzattiva nell’ambito della campagna nazionale Impararesicuri giunta alla sua decima annualità.

  • Documento senza titolo

    la mia scuola e padova

    Una installazione sulle due facce della scuola italiana promossa da Cittadinanzattiva e FederlegnoArredo Eventi.

    È stata presentata oggi a Padova "La mia scuola è", un'installazione architettonica che, da aprile a settembre,  porterà nelle piazze italiane uno spaccato della scuola italiana, per metterne a confronto gli aspetti più negativi e inadeguati, come lesioni strutturali e muffe alle pareti, arredi non a norma, barriere architettoniche e cortili degradati, e quelli positivi, improntati alla sicurezza, alla cura degli ambienti, all'innovazione.

    L'installazione, promossa da Cittadinanzattiva, FederlegnoArredo Eventi e MADE Expo,  sarà visitabile In Piazza Portello fino all’8 maggio.

    “La mia scuola è” farà tappa in 8 città: dopo Torino (24-26 aprile) e Padova (4-8 maggio), sarà la volta di Modena (29 maggio - 4 giugno), Spoleto (5-7 giugno), Udine (3-5 luglio), Napoli (11-16 settembre), Roma (17-20 settembre), Milano (data da definirsi). Maggiori informazioni sono disponibili sul sito web www.lamiascuola.org.

  • Il 9 Aprile a Roma, presso la Sala delle Colonne di Palazzo Marini si terrà la cerimonia di premiazione del Premio Buone Pratiche "Vito Scafidi". Le scuole premiate parteciperanno con una loro delegazione e avranno l'opportunità di raccontare la propria esperienza formativa. Scarica l'invito e leggi programma

  • Si chiude il 10 marzo l'adesione al VI Premio delle Buone pratiche nella scuola "Vito Scafidi". Al premio possono partecipare le scuole di ogni ordine e grado che hanno realizzato progetti sul tema della sicurezza, educazione al benessere e prevenzione del bullismo e vandalismo. Scarica il Bando

  • Il crescente interesse al tema della sicurezza ed il consenso appassionato dimostrato dalle scuole alla Campagna Impararesicuri ci ha convinto del fatto che le scuole abbiano interesse a far conoscere quanto stanno facendo nell'ambito della prevenzione alla sicurezza, confrontandosi con le esperienze realizzate da altre scuole.

  • E' in corso la VII edizione del Premio delle Buone pratiche sulla sicurezza e la salute a scuola "Vito Scafidi". Il concorso è rivolto a tutte le scuole di ogni ordine e grado che abbiano realizzato progetti nelle seguenti aree tematiche: sicurezza a scuole e sul territorio; educazione al benessere;, educazione alla cittadinanza attiva. I progetti saranno selezionati da una giuria di esperti. La cerimonia di premiazione si svolgerà a Roma il 23 Aprile. Scarica il bando

  • Venerdì 24 Aprile a Torino la Scuola sarà protagonista in due eventi. La mattina si svolgerà la cerimonia di premiazione del Premio Buone Pratiche "Vito Scafidi", presso l'Aula Disegno 1 dell'IIS "A.Avogadro".  Da venerdì sarà possibile ,dal sito di Cittadinanzattiva, vedere le clips video dei progetti vincitori e menzionati e l'elenco dei 101 istituti che hanno partecipato a questa edizione.

  • premiazione scafidi

    Lo scorso 14 Aprile si è tenuta a Roma la cerimonia di premiazione della X edizione del Premio Buone Pratiche Sicurezza e Salute a scuola "Vito Scafidi". Tre le scuole premiate: il Circolo Didattico di Caluso per l'area educazione al benessere; l'Istituto Comprensivo Chieri 3 per l'area sicurezza a scuola e sul territorio ed infine l'Istituto Comprensivo Dieta - Sofo di Monopoli per l'area educazione alla cittadinanza attiva. Altre 5 scuole hanno invece ricevuto una menzione speciale.

  • SAN GINESIO MC postsisma

    Ospiti da 20 mesi in una tenda Yurta, educatori e famiglie dell’agrinido di San Ginesio, in provincia di Macerata, chiedono alle istituzioni di accelerare i tempi per la realizzazione della nuova scuola. Federica Di Luca, educatrice del centro: “I nostri bambini 1-6 anni non possono stare per oltre 3 anni all’interno di una tenda senza una risposta adeguata delle Istituzioni pubbliche al loro diritto a una scuola vera”.

    E domenica, 24 giugno, hanno organizzato una carovana dei Piccoli Pacifici per chiedere la ricostruzione della scuola.

  • L'Istituto Mazzini-Gallo di Messina, monitorato da Cittadinanzattiva per il Rapporto 2014 su sicurezza, qualità ed accessibilità a scuola, ha ricevuto finanziamenti per la messa in sicurezza ma ad oggi i soldi arrivati sono ancora ben pochi e utili solo a piccoli lavori. Ecco il racconto nel video. Al link un articolo di Wired sullo stato di avanzamento dei lavori nelle scuole.

  • Abruzzo

    Basilicata

    Calabria

    Campania

    Emilia-Romagna

    Friuli Venezia-Giulia

    Lazio

    Liguria

    Lombardia

    Marche

    Molise

    Piemonte

    Puglia

    Sardegna

    Sicilia

    Toscana

    Umbria

    Veneto

     

  • Una sanzione di 1300 euro, pagata dal dirigente scolastico del Montale di Genova, per non aver saputo gestire l'emergenza in seguito all'alluvione del novembre 2011. A determinare la "chiamata in causa" del preside, la morte di una donna che si era recata a scuola per riprendere uno studente. Secondo l'inchiesta, i piani di emergenza non tenevano in adeguata considerazione i rischi di una eventuale inondazione e la sicurezza di circa 500 studenti e 40 dipendenti. Approfondisci. Leggi le FAQ di Cittadinanzattiva sul piano di emergenza a scuola

  •  

    Si procede con la raccolta di firme per la petizione lanciata dalla rete Scuola di Cittadinanzattiva per la pubblicazione dei dati relativi all'Anagrafe dell'edilizia scolastica, che il governo tarda a rendere noti.
    Al momento sono state raccolte più di mille firme, partecipa e diffondi anche tu la petizione!
    Leggi il volantino
    Firma su change.org

  • fotoscuola XIVRapporto

    Più di una scuola su dieci ha lesioni strutturali; in un caso su tre gli Enti locali non effettuano gli interventi  richiesti. Un istituto scolastico su tre si trova in zone ad elevata sismicità e soltanto l’8% è stato progettato secondo la normativa antisismica. Due terzi delle scuole non possiedono la certificazione di agibilità statica.

    Prendendo in esame i locali scolastici emerge che le aule sono in discrete condizioni strutturali, ma spesso sono troppo piccole e non hanno sussidi adatti agli studenti con disabilità. Nella metà delle scuole mancano le palestre e, in un istituto su quattro, si mangia in locali impropri.

    In un caso su tre i cortili diventano parcheggi. Bagni ancora senza carta igienica e sapone (assenti rispettivamente nel 37% e nel 50% delle scuole).

  • Al via la XIII edizione del Premio Buone Pratiche di educazione alla sicurezza ed alla salute "Vito Scafidi" organizzato dalla rete Scuola di Cittadinanzattiva. Il concorso è rivolto alle scuole di ogni ordine e grado che abbiano realizzato nell'anno scolastico passato o in quello in corso progetti dedicati ai seguenti ambiti tematici: educazione al benessere, sicurezza a scuola e cittadinanza attiva e volontariato.

  • La Scuola di Cittadinanzattiva ha realizzato due sondaggi rivolti agli studenti. Uno dedicato ai più piccoli sui numeri utili della sicurezza e l'altro dedicato ai più grandi sull'uso del web. Partecipate! Basta cliccare sui seguenti link: sondaggio scuola primariasondaggio scuole secondarie

  • Se sei uno studente di una scuola secondaria partecipa al sondaggio: Il web ed io ; se sei uno studente di una scuola primaria partecipa al sondaggio: Chi chiamare in caso di emergenza. Per qualsiasi chiarimento contattaci allo 06.36718321.

  • vito scafidi murales copy

    Il Premio Buone Pratiche di educazione alla Sicurezza ed alla Salute "Vito Scafidi" giunge quest'anno alla sua dodicesima edizione. Il concorso è rivolto a tutte le scuole di ogni ordine e grado che abbiano realizzato nell'anno scolastico in corso o in quello precedente progetti relativi a tre ambiti tematici: educazione al benessere; sicurezza a scuola e sul territorio; educazione alla cittadinanza attiva.

  • Il 29 settembre la Camera dei Deputati ha approvato il disegno di legge per la ripartizione annuale della quota dell'otto per mille dell'imposta sul reddito delle persone fisiche. Il testo approvato, e trasmesso al Senato per l'approvazione definitiva, contiene un ordine del giorno che impegna il Governo a modificare la normativa per consentire ai cittadini di indicare la scuola pubblica (ivi comprese le scuole paritarie, come stabilito dalla riforma Berlinguer del 2000). www.ansa.it, www.archiviostorico.corriere.it, www.tuttoscuola.com. Leggi il testo del disegno di legge

  • classi pollaio

    “Classi-pollaio” pericolose e seri ostacoli per le procedure antincendio: la terza sezione del Tar per la Sicilia dà ragione ai genitori degli alunni di un istituto superiore nel Palermitano, e annulla un provvedimento della dirigente che all’inizio dell’anno scolastico autorizzava lo svolgimento delle lezioni nonostante gli alunni in eccesso e la presenza di ragazzi con disabilità.

    Secondo il Tar, la classe contava ”un numero di alunni, in presenza di disabili, eccedente e in contrasto con le disposizioni normative vigenti”. Ciò ha portato i genitori, rappresentati e difesi dall’avvocato Mariachiara Garacci, a impugnare il provvedimento della dirigente; quindi, è stata riscontrata la violazione delle normative di sicurezza e prevenzione antincendio.

  • È accaduto ancora. A poco più di tre anni di distanza dalla tragedia del novembre 2008, un nuovo crollo del controsoffitto ha interessato l'aula adiacente a quella in cui perse la vita il giovane studente Vito Scafidi. "Sconcertante, stanziati 3 milioni di euro ma ancora nulla si è fatto", è stato il nostro commento. Le immagini del nuovo crollo su Repubblica.it

  • PONedificiscolastici

    Il Miur sollecita gli Enti Locali ad aggiornare i dati relativi agli edifici scolastici all'interno dell'Anagrafe dell'edilizia scolastica in vista del bando PON relativo alla messa in sicurezza e riqualifica delle strutture.

  • Cittadinanzattiva, che si batte da anni per avere una Anagrafe Nazionale dell’Edilizia Scolastica, plaude a questa iniziativa a cui ha contribuito, prima con una lunga azione di denuncia e di interlocuzione e poi all’interno dell’Osservatorio dell’Edilizia scolastica con proposte di modifiche e inserimento di nuovi record, in parte recepiti.

    “Senza voler smorzare l’entusiasmo per una operazione che attendevamo da anni, l’esperienza ci consiglia di essere prudenti e, soprattutto, di vigilare affinché si arrivi celermente all’adozione di uno strumento di analisi, programmazione e intervento valido. Abbiamo visto, infatti, con le ultime scosse sismiche di ottobre, come la mancanza di informazioni non contenute nell’Anagrafe e spesso non in possesso nemmeno degli enti proprietari, abbia creato un grande allarme sociale tra le famiglie, gli studenti ed il personale scolastico dimostrando, se ancora ce ne fosse bisogno, la necessità di una Anagrafe accessibile a tutti e con dati aggiornati”, afferma Adriana Bizzarri, coordinatrice nazionale della Scuola di Cittadinanzattiva.

  • Via libera in Conferenza Unificata alla nuova Anagrafe dell'Edilizia Scolastica. Dati più dettagliati, per una conoscenza più profonda sullo stato di ciascun edificio scolastico. Informazioni rilevate in tempo reale e piuù facili da reperire per amministrazioni e cittadini. Maggiore integrazione con le altre Anagrafi presenti nel sistema informativo del Miur, fra cui quella degli studenti. Sono alcune delle novità previste dall'accordo siglato che consentirà di arrivare entro la prima metà del prossimo anno ad un vero e proprio fascicolo elettronico di ciascun edificio scolastico.

  • Lo scivolo sarà sicuro? E la struttura gonfiabile? E la scaletta di legno sarà adatta per un bambino? La stagione estiva è alle porte e i più piccoli trascorrono gran parte delle ore nei parchi-gioco. In due guide i consigli per genitori ed accompagnatori, utili per sorvegliare sulla sicurezza dei più piccoli, nonchè per gli amministratori pubblici impegnati, anche attraverso le aree di gioco attrezzate, a rendere le nostre città più a misura di bambino. Scarica le guide su www.prevenzionescuola.ispesl.it e www.sviluppoeconomico.gov.it

  • la foresta dei diritti

    Un albero nella "foresta dei dirittti" creata da Leroy Merlin è dedicato alla rete Scuola di Cittadinanzattiva.
    L'iniziativa rientra nel progetto "Diritti per la nostra strada" finalizzato alla realizzazione e sottoscrizione del codice di condotta. Con questa azione Leroy Merlin ha voluto dimostrare il proprio impegno nella salvaguardia dell'ambiente, nel rispetto della legalità e dei diritti del consumatore. Per ogni codice di condotta siglato dai propri partner, l'azienda ha deciso di piantare un albero, creando una vera e prorpia riserva naturale nel Bosco d'Alcamo, i cui alberi furono distrutti a causa di un incendio doloso.

  • Si tratta di una campagna di mobilitazione e denuncia contro classi super affollate, invivibili ed insicure.

    COMPILA LA SCHEDA


    scuolaconmetrov1 resize

    Per verificare l'impatto dell'applicazione dell'articolo 64della legge 133/2008 che aumenta il numero degli alunni nelle classi

    • se sei uno studente

    • se sei un insegnante

    • se sei un genitore

    • se sei un cittadino sensibile

    che ha a cuore la salute e la sicurezza di chi nelle scuole studia e lavora, aiutaci a VERIFICARE il numero degli studenti per ciascuna classe e a INTERVENIRE nelle situazioni FUORILEGGE!

     

  • scuollllaaaa

    In classe con il casco. Una protesta forte e drammatica, avvenuta nei giorni scorsi nella scuola elementare Stoppani di Milano, zona Porta Venezia: tutti i bambini si sono presentati all'inizio delle lezioni settimanali con caschetti in testa (chi da bici, chi da sci e chi proprio con quelli da cantiere) e così sono entrati nell'istituto.

    A deciderla i genitori dei piccoli alunni, dopo il distacco dal controsoffitto di un cavo d'acciaio che, per fortuna, si è verificato di notte. Si tratta del secondo episodio quest'anno nella stessa scuola; a marzo, infatti, quattro bambini erano rimasti leggermente feriti in seguito al crollo di parte del controsoffitto. 

  • milano aule di legno

    Il Comune di Milano ha in serbo per i prosssimi mesi la realizzazione di un progetto che possa offrire una sistemazione alternativa agli studenti che frequentano scuole da ristrutturare. 170 è il numero degli edifici dove sono in programma i lavori. La richiesta degli interventi è stata avanzata da tutti gli istituti per il periodo estivo, un periodo ottimale che coincide con la chiusura delle attività scolastiche. Ma è impensabile portare a termine i lavori nello stesso arco di tempo, è quello che afferma l'Assessore ai lavori pubblici del Comune.

  • Il Comune di Milano ha stanziato 74 milioni di euro, per il risanamento, la costruzione e l'eliminazione di barriere architettoniche nelle scuole della periferia della città. Il più importante investimento degli ultimi 20 anni, che darà il via ad un piano di interventi dedicati all'edilizia scolastica per i prossimi anni. Per saperne di più

  • Si terrà il prossimo 18 ottobre, a Roma, presso la sede della Confederazione Italiana Agricoltori - CIA (Auditorium Giuseppe Avolio, Via Mariano Fortuny 16), dalle ore 9:15 alle ore 13:30, l’evento promosso da Cittadinanzattiva “Mensa a scuola: costi, qualità e...nuove prospettive?”.
    Nel corso dell’evento, saranno presentati i dati di una Indagine di Cittadinanzattiva su 79 mense scolastiche in tutta Italia, su aspetti quali la sicurezza, l’accessibilità dei locali mensa, nonché sugli sprechi e la percezione della qualità del cibo offerto. Inoltre, saranno presentati i dati sulle tariffe della ristorazione scolastica, provincia per provincia.

  • Coalizione sociale avvia una campagna di mobilitazione sulla sicurezza nelle scuole dell'Aquila e denuncia i ritardi nella ricostruzione degli edifici scolastici. Lo fa in modo plateale, con manifesti affissi nei punti strategici della città.

    Nei prossimi giorni partirà anche un volantinaggio per sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica. 

    Le scuole del capoluogo abruzzese presentano bassi indici di vulnerabilità, dice la Colazione; «caso emblematico è quello del Cotugno, uno dei licei più frequentati della città. Né il Comune, né la Provincia hanno ancora chiarito dove gli oltre mille frequentanti dell'Istituto potranno svolgere le lezioni nel prossimo anno scolastico, durante il quale l'edificio di Pettino sarà sottoposto ai lavori di adeguamento statico e consolidamento sismico». 

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.