Notizie

Sabato mattina alle ore 7.15 Teresa Petrangolini, Segretario generale di Cittadinanzattiva, sarà ospite del programma "Uno mattina".

Poco prima che il testo del ddl venisse licenziato dalla plenaria del Senato, è stato approvato un emendamento che limita il diritto al prepensionamento per i genitori di disabili gravi e gravissimi solamente a coloro che al 31 ottobre 2011 risultavano in congedo. Una norma ritenuta fortemente limitante, che ha scatenato le proteste del comitato che da anni si batte perché i diritti dei care giver vengano riconosciuti e garantiti. Approfondisci

Il Comune le incassa, ma poi utilizza le somme per il “bene comune” strada? Secondo un monitoraggio effettuato dalla Fondazione Gruccione dall’Istituto Internazionale per il Consumo e l'Ambiente su 15 città metropolitane, la Capitale non dà il buon esempio. A fronte di un miliardo di euro incassati in quattro anni, per le multe rilevate ai cittadini romani, tra il 2007 e il 2010, non sembra sia stata destinata la percentuale dovuta ad esempio alla manutenzione delle strade, o al rinnovamento della segnaletica stradale. La sicurezza stradale così è minata e a rimetterci sono sempre i cittadini! L’indagine della Fon dazione Gruccione e approfondisci

Doveva essere una tassa per tutti, anche per le imprese, con o senza un televisore, bastava avere un apparecchio in grado di ricevere il segnale radiotelevisivo, un computer, un monitor, un telefono cellulare, un iPad e il canone Rai era dovuto! Il decreto Salva Italia prevede infatti, il pagamento di un “abbonamento speciale” su apparecchi che ricevono trasmissioni radio tv fuori dall'ambito familiare, ma dopo l' enorme clamore in rete, con la sollevazione di massa, la Rai ha fatto marcia indietro sulla richiesta del canone per computer e tablet! La norma sarà così interpretata in maniera restrittiva, e non si applicherà il “canone speciale” ai device collegati in Rete, ma solo agli apparecchi adattati all a ricezione effettiva dei canali televisivi. Approfondisci

A distanza di mesi dal referendum sull’acqua bene comune, non è cambiato nulla per i consumatori. Il referendum aveva stabilito che sull'acqua non si devono fare profitti, ma i gestori di tutto il Paese continuano a mettere in fattura, la voce «remunerazione del capitale investito». Le bollette sono ancora molto salate e le associazioni, sostenitrici della causa dell’acqua come bene pubblico, hanno attivato degli sportelli per aiutare i consumatori ad avviare autoriduzioni delle fatture e ricorsi nei confronti di Acea. Vedi la campagna di “obbedienza civile” lanciata dai movimenti per l’acqua pubblica e approfondisci

Davanti al Giudice di pace le parti possono stare in giudizio personalmente, senza obbligo di assistenza legale, nelle cause il cui valore non supera i 1.100 euro. È questa una delle novità contenute nel Dl. n. 212 del 2011 (convertito con Legge 17 febbraio 2012, n. 10) recante "Disposizioni urgenti per l'efficienza della giustizia civile”: il precedente limite era di 516,46 euro. Approfondisci

L’Italia si adegua progressivamente alle regole europee: è infatti stabile la diminuzione delle sentenze di condanna da parte di Lussemburgo nei confronti del nostro Paese per inadempienza. Approfondisci

La convivenza di fatto dell’ex coniuge e la nascita di un figlio dal nuovo partner fanno venir meno il diritto all’assegno di mantenimento. Questa la pronuncia del Tribunale di Lamezia Terme nel decreto 1° dicembre 2011. Approfondisci

Settecento le famiglie lasciate senza indennizzo nel processo storico per le morti da amianto. Anche questa volta, per alcuni familiari delle vittime, la prescrizione ha fatto il suo corso ed annullato ogni possibilità di rivalsa. Ma ci sono anche i "fantasmi" della sentenza, centinaia di persone il cui nome e cognome non compare nell'elenco di chi ha diritto al risarcimento. Approfondisci

Nel Vecchio Continente i più vecchi siamo noi. Almeno ad insegnare. Lo dice il Rapporto "Key Data on Education in Europe” pubblicato a Bruxelles nei giorni scorsi. E mentre i precari aspettano anni prima di essere chiamati in cattedra, i vecchi professori italiani "godono" di stipendi fra i più bassi a livello europeo. Un altro settore in cui per noi l'Europa è ancora lontana. Leggi di più

Condividi